Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

L’Unione Europea critica i piani di Varosha: Erdogan vuole far rivivere la città fantasma

L’Unione Europea critica i piani di Varosha
Erdogan vuole far rivivere la città fantasma

La città cipriota di Varosha è diventata una roccaforte turistica negli anni ’70, che è diventata una città fantasma dopo un conflitto territoriale. Il presidente turco vuole far rivivere l’antica magia di Varosha, ma senza il consenso di Cipro.

Durante una visita nella parte settentrionale dell’isola di Cipro occupata dai turchi, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha portato avanti l’apertura della città fantasma di Varosha. “La vita a Varosha ricomincerà”, ha detto il capo dello Stato, alla presenza del presidente di Cipro del Nord Ersin Tatar. L’Unione Europea ha definito “inaccettabile” l’approccio di Erdogan.

La città portuale controllata dai turchi si trova direttamente nella zona cuscinetto delle Nazioni Unite tra la parte settentrionale turca e la parte meridionale greca dell’isola mediterranea. Cipro è stata divisa in un sud controllato dai greco-ciprioti e un nord controllato dai turco-ciprioti dal 1974; A quel tempo la Turchia occupava la parte settentrionale dell’isola mediterranea. Le Nazioni Unite hanno cercato di mediare per molto tempo, ma finora senza successo.

Le strade di Varosha sono quasi deserte.

(Foto: Imago Images / NoorPhoto)

La Turchia è l’unico paese a riconoscere la Repubblica turca di Cipro del Nord, proclamata nel 1983. Erdogan si trova a Cipro del Nord da lunedì in occasione del 47esimo anniversario dell’invasione turca. All’inizio del viaggio, ha rinnovato il suo appello per una soluzione dei due Stati a Cipro. Se il capo di stato turco avesse fatto a modo suo, Varosha cadrebbe a Cipro del Nord.

Martedì Erdogan ha nuovamente offerto una compensazione finanziaria ai greco-ciprioti che hanno dovuto lasciare la città e le loro proprietà nel 1974. Nel frattempo, il presidente di Cipro del Nord, Tatar, ha annunciato la “seconda fase” della riapertura di Varosha, la località un tempo popolare dove trascorrevano personaggi famosi Anche le vacanze a Hollywood. Poche settimane prima dell’elezione dei tartari, l’esercito turco ha ripristinato l’accesso pubblico a parti del lungomare.

Erdogan attacca i greco-ciprioti

Martedì Josep Borrell, rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri, ha fortemente criticato i piani. I piani annunciati per aprire Varosha rappresentano anche una “decisione unilaterale inaccettabile”, e il governo riconosciuto a livello internazionale di Nicosia ha più volte sottolineato che Varosha è una “linea rossa”. Prima della sua visita a Varosha, Erdogan ha visitato la città cipriota divisa di Nicosia.

Erdogan ha affermato che la ripresa del processo negoziale nel conflitto di Cipro può avvenire solo “tra due paesi”. Occorre riconoscere la “sovranità” della parte settentrionale di Cipro e la sua “uguaglianza” con la Repubblica di Cipro. “Senza riconoscere il fatto che ci sono due popoli e due stati, non si possono fare progressi”, ha detto Erdogan. Ha accusato i greco-ciprioti di insistere su un atteggiamento “estremista” e “sleale” “distaccato dalla realtà”. “Non sei onesto”, ha sottolineato Erdogan. La stessa accusa è stata mossa all’Unione Europea.

READ  L'ex cancelliere Dominic Cummings ha ricevuto un duro colpo contro Johnson