Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Una scusa per la mobilitazione generale?: Donetsk e Luhansk vogliono unirsi rapidamente alla Russia

Una scusa per la mobilitazione pubblica?
Donetsk e Luhansk vogliono unirsi rapidamente alla Russia

Le sedicenti repubbliche di Donetsk e Luhansk spingono da anni per l’unione con la Russia. Mentre Mosca inizialmente ha reagito con moderazione, il desiderio di unirsi ora è udibile. Secondo la parte ucraina, il Cremlino ora ha buone ragioni per questo.

Di fronte all’avanzata delle forze ucraine, iniziò una campagna per una rapida adesione alla Russia nelle regioni separatiste di Luhansk e Donetsk sostenute da Mosca. Nella cosiddetta Repubblica popolare di Luhansk, un organismo chiamato “Consiglio dei cittadini” ha lanciato un appello alla dirigenza locale affinché tenesse presto un referendum sull’annessione. Poco dopo, ha riferito l’agenzia di stampa russa TASS, la Camera dei cittadini della Repubblica popolare di Donetsk ha avanzato la stessa richiesta. Il capo dell’amministrazione, Kirill Strimosov, nominato dalla Russia, ha affermato che anche i residenti della regione di Cherson chiedono un referendum.

I preparativi per tali referendum sono in corso da tempo sia nelle repubbliche separatiste che nelle aree recentemente occupate dalla Russia. A Cherson, è stato inizialmente posticipato al 4 novembre a causa dei progressi ucraini. Il capo della Camera civica di Luhansk, Alexei Karjakin, ha dichiarato alla televisione russa che era ancora troppo presto per parlare di una data.

Lo sfondo della campagna non è chiaro. Le Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk sono state controllate da Mosca su scala molto ridotta dal 2014. Ma finora Mosca è stata cauta quando c’è stata pressione per unirsi alla Russia. Questa volta, il sostegno al desiderio di aderire è arrivato dal parlamento russo. “Deve accadere in fretta, questa è la volontà del popolo”, ha detto il vice della Duma Viktor Vodolatsky del partito Russia Unita al Cremlino. I referendum devono essere tenuti prima del tardo autunno.

Il capo dell’amministrazione ucraina a Luhansk, Serhiy Hajjaj, dubitava che l’annessione delle regioni di Mosca avrebbe portato a una mobilitazione generale. Ha detto a Radio Svoboda che il ripristino del controllo da parte dell’Ucraina del controllo di Donetsk e Luhansk, secondo Mosca, sarebbe un attacco al territorio russo.

READ  42 milioni di tonnellate: questo Paese è il più grande consulente di rifiuti in plastica