Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Scambio di emoji: gli attivisti mettono in imbarazzo i mercenari Wagner su Telegram

scambio di emoji
Gli attivisti mettono in imbarazzo i mercenari Wagner su Telegram

Il canale Telegram dei mercenari Wagner deve bloccare le reazioni emoji perché gli attivisti apparentemente hanno dirottato il lavoro con emoji ucraini. Tra l’altro, le bandiere blu e gialle ora sventolano sotto i pali militari.

Hacker e attivisti continuano a provocare gli invasori russi con battute umoristiche che deridono la loro propaganda. In una recente azione, hanno costretto gli amministratori del canale Telegram a farlo mercenari WagnerPer bloccare le reazioni delle emoji posizionando lì emoticon pro-Ucraina, che vengono selezionate più volte.

Il giornalista di Bellingcat Cristo Grosso ha pubblicato uno screenshot Twitter Inserito con i moderatori di Wagner che spiegano: “Sostituisci i nostri avversari con una meraviglia emoji! Pertanto, le reazioni sotto i post sono temporaneamente non disponibili”. Lo screenshot mostra l’emblema del reggimento Azov, che divenne un simbolo di resistenza agli invasori dopo aver difeso Mariupol.

Sembra che i mercenari di Wagner non siano le uniche “vittime”. Sotto il tweet di Grosev, un utente indica altri canali russi pieni di icone filo-ucraine. Ciò include una divertente emoji verde con una bandiera blu e gialla, nonché l’emblema del reggimento Kraken, fondato dai combattenti Azov.

Con umorismo contro la propaganda russa

Non si sa chi c’è dietro questa azione. Il più famoso gruppo di attivisti di Internet filo-ucraini è “navo“, smaschera umoristicamente la propaganda russa. Su Twitter, i membri (uomini) possono essere identificati dai loro avatar, che di solito usano l’immagine di un cane giapponese Shiba Inu, che è anche usato su Internet come simbolo di divertente criptovaluta, tra le altre cose Dogecoin un favore.

Tra le altre cose, il famoso detto “Cosa fa la difesa aerea?” (“Cosa fa la difesa aerea?”). Ciò deriva dalla reazione di un resoconto filo-russo agli attentati alle basi aeree nella Crimea occupata in Ucraina ad agosto. Da allora, i compagni della NAFO l’hanno usata per ridicolizzare l’incompetenza dell’esercito di invasori.

READ  Bild in arrivo nella capitale dopo la notte dei razzi - come stai, Tel Aviv? Politica all'estero