Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Troppi piloti sono malati: Lufthansa cancella i voli a Natale

Troppi piloti sono malati: Lufthansa cancella i voli a Natale

Stato: 23.12.2021 13:24

A causa di molti piloti malati, Lufthansa ha cancellato molti voli durante le vacanze. Ci sono anche obblighi di quarantena. Anche altre compagnie aeree sono a corto di personale.

Poiché un certo numero di piloti ha segnalato malattie a Lufthansa, alcuni voli intercontinentali verranno cancellati nel periodo natalizio. Dal 23 al 26 dicembre, il focus principale sarà sulle comunicazioni attraverso il Nord Atlantico, ad esempio verso Boston, Houston e Washington, ha affermato un portavoce della più grande compagnia aerea tedesca. Un totale di sei voli a lungo raggio verso gli Stati Uniti dovranno essere cancellati entro domenica. I passeggeri possono essere facilmente riprenotati in questa zona di traffico. Cancellato anche il volo di ritorno in Giappone.

“Abbiamo pianificato in modo molto efficace”, ha detto il portavoce, “ma questo non è abbastanza per l’altissimo tasso di malattia”. E non ha voluto ipotizzare che ci fosse un collegamento con la variante Corona Omikron, in quanto l’azienda non era a conoscenza del tipo di malattie. In primo luogo, il portale “aero.de” ha segnalato la carenza di personale, che può essere coperta solo in parte dai piloti che si sono lanciati spontaneamente.

Sto cercando un’alternativa

La sottoflotta di aeromobili a lungo raggio Airbus A330/A340, per la quale è urgentemente necessaria la sostituzione dei piloti, è interessata per il periodo fino all’inizio di gennaio. Secondo “aero.de”, la compagnia ha avvertito in un bollettino interno: “Ora, a causa dell’aumento del tasso di malattia, non siamo più in grado di gestire tutti i tour. Il dispatcher dell’equipaggio sta già lavorando su scenari per ridurre il piano di volo .” Oltre alle segnalazioni di malattia, gli obblighi di quarantena dopo alcuni viaggi rendono più difficile la pianificazione del personale.

READ  Aldi presenta un nuovo prodotto: ciò che i clienti dovrebbero sapere su "Nepenthes"

Solo di recente, la più grande compagnia aerea europea ha annunciato di aver perfezionato i concetti di emergenza esistenti e di averli resi più flessibili durante la crisi di Corona. Un portavoce dell’azienda ha detto che per quanto riguarda la variante Omikron, hai sempre delle riserve in background.

Lufthansa non è la sola a soffrire di carenza di personale. Ieri la compagnia aerea scandinava SAS ha annunciato di dover cancellare i voli a causa del numero insolitamente elevato di congedi per malattia e a causa delle norme di quarantena contro Corona. Martedì sono state interessate 30 chiamate su circa 600 al giorno.

C’è carenza di piloti anche negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti, anche le compagnie aeree stanno vivendo una carenza di piloti. United Airlines ha recentemente annunciato che rimarranno a terra 100 aerei a causa della carenza di personale. Ieri si diceva che sarebbero state tagliate 44 rotte da Washington. Con il crollo della domanda di viaggi durante la crisi della Corona e la mancanza di una piena ripresa nel settore dell’aviazione prevista non prima del 2025, molte compagnie aeree hanno licenziato i piloti, rilasciati temporaneamente o pensionati anticipatamente.

Lufthansa vuole anche ridurre in modo permanente la sua flotta da 760 a 650 aeromobili. Pertanto, molte questioni relative al personale rimangono senza risposta. Recentemente, la compagnia aerea ha annunciato un accordo con l’associazione dei piloti Vereinigung Cockpit (VC) per una flotta di almeno 325 velivoli. Da mesi sono in corso dure trattative sulla futura struttura dei costi della società madre. Questo dovrebbe ridursi a favore di piattaforme più convenienti come il marchio Eurowings Discover della compagnia aerea per le vacanze, che fornirebbe posti di lavoro di gruppo più remunerativi presso Lufthansa.

READ  Numeri Q1 mancanti: nuovo problema di erogazione di potenza? Perché la Hydrogen Corporation ha ricevuto posta dal NASDAQ | Messaggio

Le norme sul lavoro a orario ridotto si applicano ai piloti fino alla fine di marzo. Da allora, Lufthansa ha annunciato licenziamenti se non sono stati trovati altri modelli, ad esempio part-time. Secondo il presidente di Lufthansa, Carsten Spohr, a causa della pandemia è necessario salvare fino a 1.000 posti di lavoro a tempo pieno. Il sindacato ha anche dichiarato di aver da parte sua rescisso il contratto collettivo di lavoro con effetto dal 30 giugno 2022. Dall’estate in poi, gli scioperi sono teoricamente di nuovo possibili.

L’industria spera nel 2022

Nel frattempo, il traffico aereo in Europa è iniziato a Natale. In particolare, Easyjet – che ha avuto un aumento del 41 percento rispetto alla settimana precedente – e Wizz Air (più 75 percento) hanno ampliato significativamente le loro offerte nell’ultima settimana di Avvento, secondo i dati dell’autorità aeronautica europea Eurocontrol. Wizz, SAS e Ryanair hanno anche offerto più voli rispetto alla stessa settimana nell’anno pre-crisi 2019. Lufthansa è molto lontana da quello con voli in calo del 21% rispetto a due anni fa. A breve termine, ha ampliato il suo programma solo dell’1%. incluso Omikron rallenta anche la voglia di viaggiare.

Ma l’anno prossimo, l’industria conta di allentare le restrizioni di viaggio con Corona e Quindi, un aumento significativo del numero di passeggeri. Il direttore generale dell’Associazione degli aeroporti tedeschi (ADV), Ralf Bissell, ha dichiarato martedì che la volontà delle persone di viaggiare rimane alta. “Siamo convinti che la domanda da parte dei viaggiatori privati ​​e d’affari continuerà ad aumentare una volta che le restrizioni ai viaggi diminuiranno”. Non tutte le aspettative di ripresa nell’anno che volge al termine si sono avverate. Gli aeroporti avevano meno di 80 milioni di passeggeri, circa un terzo del livello pre-crisi nel 2019.

READ  Visione futuristica Optimus: robot Tesla e Neuralink: la combinazione potrebbe essere rivoluzionaria | newsletter

Le compagnie aeree di tutta Europa non sono ancora riuscite a uscire dal basso: secondo i dati Eurocontrol, il numero di voli (passeggeri e merci) è stato del 56% rispetto al livello pre-crisi per il 2019. Lufthansa e le sue compagnie aeree sorelle hanno ridotto del meno del 60 percento E più rispetto al 2019, ancora una volta più debole di molti concorrenti. Per l’estate, il gruppo sta facendo con cautela l’80 percento per l’estate e il 70 percento per l’intero anno.