Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Sovrattassa multimiliardaria: Netzagentur mette all’asta i diritti dei parchi eolici

Sovrattassa multimiliardaria: Netzagentur mette all’asta i diritti dei parchi eolici

Al: 21 giugno 2024 alle 15:47

Per la seconda volta lo Stato tedesco ha messo all’asta i diritti dell’energia eolica offshore raccogliendo miliardi. Nel 2031 è prevista l’entrata in funzione di altri parchi eolici nel Mare del Nord, a nord-ovest di Helgoland.

La Federal Grid Agency ha messo all’asta i diritti per la costruzione di due parchi eolici nel Mare del Nord per circa tre miliardi di euro. Queste due aree si trovano a circa 120 chilometri a nord-ovest di Helgoland.

In una delle due aree è previsto lo spazio per un parco eolico offshore con una capacità di 1.500 megawatt, mentre nell’altra sarà possibile produrre 1.000 megawatt. Lo hanno annunciato le autorità di Bonn. Di conseguenza, i parchi eolici previsti potrebbero essere operativi nel 2031.

Un’area è stata aggiudicata alla Offshore Wind One GmbH per un valore di 1,96 miliardi di euro, mentre l’altro contratto è stato assegnato a una società di progetto del gruppo energetico EnBW per 1,07 miliardi di euro. Le aziende possono ora svolgere le procedure di approvazione dei piani in modo da poter costruire e gestire turbine eoliche e immettere elettricità nella rete tedesca.

Anche la società energetica RWE faceva parte del consorzio Offshore Wind One GmbH, ma la società ha dichiarato di aver lasciato il consorzio con breve preavviso. “TotalEnergies intraprenderà il progetto da sola”, ha detto un portavoce di RWE. TotalEnergies è un gruppo francese che vende petrolio, gas e altri prodotti energetici e gestisce punti di ricarica per veicoli elettrici.

Asta fondiaria per la prima volta nel 2023

Questa è solo la seconda volta che le aziende tedesche pagano soldi per i diritti eolici offshore: in precedenza era consuetudine che lo Stato li promuovesse, il che significava che le aziende ricevevano denaro per loro. Successivamente le aziende hanno rinunciato a questo finanziamento, ma non hanno nemmeno pagato il diritto di costruire i parchi eolici.

READ  La Volkswagen licenzia i dipendenti a Zwickau: le auto elettriche ID sono poco richieste

A causa della crescente domanda, l’agenzia di rete ha organizzato la sua prima asta lo scorso anno, che ha generato 12,6 miliardi di euro. Il 90% del ricavato dell’asta è destinato alla riduzione dei costi dell’elettricità, mentre il 5% ciascuno è destinato alla conservazione della natura marina e all’incoraggiamento della pesca rispettosa dell’ambiente. Allora si trattava di più potenza: 7.000 megawatt in tre aree. Ora ci sono 2.500 megawatt in due regioni.

L’obiettivo è produrre 30.000 megawatt entro il 2030

Secondo la società energetica EnBW, alla fine del 2023 nel Mare del Nord e nel Mar Baltico sono state installate turbine eoliche con una potenza totale di circa 8.500 MW. Secondo il governo federale, entro il 2030 dovrebbero essere 30.000 MW.

“I risultati mostrano l’attrattiva di investire nell’energia eolica offshore in Germania”, ha affermato Klaus Müller, capo della Federal Grid Agency, secondo l’annuncio della sua agenzia. “È un altro passo importante verso il raggiungimento dei nostri obiettivi di espansione marittima”.