Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Imprese – La BDI mette in guardia dall’escalation del conflitto commerciale con la Cina

Imprese – La BDI mette in guardia dall’escalation del conflitto commerciale con la Cina

Il contenitore (archivio), tramite DTS News Agency

.

Berlino (agenzia di stampa DTS) – La Confederazione dell’industria tedesca (BDI) avverte di un’escalation della disputa commerciale con la Cina. “La Cina ha commesso una violazione della concorrenza secondo le attuali regole dell’OMC”, ha detto al Rheinische Post (edizione di sabato) il direttore esecutivo della BDI, Tanja Gunner.

In occasione della visita del ministro federale dell’economia Robert, Juner ha dichiarato: “L’Unione europea ha deciso questo dopo un approfondito studio e ora sta reagendo. È positivo che l’Unione europea abbia presentato alla Cina un’offerta per i negoziati. La palla ora è alla corte cinese.” Habek (i Verdi) alla Repubblica popolare. “Gli impatti negativi sulle catene di approvvigionamento internazionali e sulle aziende europee dovrebbero essere mantenuti il ​​più bassi possibile”, ha affermato Gunner.

La Camera di commercio e dell’industria tedesca (DIHK) chiede ora ad Habeck di collaborare con la Cina per trovare vie d’uscita dal conflitto commerciale. “Esiste un potenziale tangibile di attrito tra l’UE e la Cina che deve essere affrontato. La discussione sulle tariffe punitive dovrebbe quindi essere vista come un incentivo per affrontare le azioni cinesi di distorsione della concorrenza in modo coerente e con senso delle proporzioni”, ha affermato DKK Foreign Trade. disse. Il presidente Volker Trier al “Rheinische Post”. “Ma dobbiamo trovare soluzioni con la parte cinese, e devono essere evitati ulteriori conflitti commerciali qui, così come un maggiore isolamento dell’Europa”, ha affermato Trier.

Le tariffe annunciate dalla Commissione dell’Unione Europea sulle auto elettriche provenienti dalla Cina non rimarranno senza conseguenze per l’economia tedesca, in gran parte orientata all’export. “Mentre le tariffe colpiscono anche le case automobilistiche tedesche in Cina, le contromisure annunciate dalla Cina creano ulteriori barriere commerciali per l’economia tedesca. Pertanto, dal punto di vista dell’economia tedesca, il ministro deve lavorare per rendere le cose più facili senza aprire aree problematiche. “Ancora di più”, ha detto Trier.

READ  Superato il calo di ottobre: ​​novembre forte: NIO celebra il nuovo record di consegne - Quota NIO in rialzo prima del mercato | newsletter

Habaek incontrerà importanti rappresentanti del governo durante la sua visita in Cina questo fine settimana.

Home page