Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Semifinali di Champions League: un pareggio estenuante tra Real e Chelsea

Stato: 27/04/2021 23:20

Sotto la pioggia battente su Madrid, Thomas Tuchel ha fatto un grande passo verso la finale di Champions League per la seconda volta in meno di nove mesi. L’allenatore tedesco è arrivato martedì (27 aprile 2021) con il Chelsea nella semifinale di andata dell’andata per 1-1 (1-1) sul Real Madrid, vincitore del record, creando così una buona posizione di partenza per la seconda partita. Il 5 maggio, Stamford Bridge a Londra.

L’anno scorso, Tochel ha portato in finale il Paris Saint-Germain, ma ha perso 1-0 contro il Bayern Monaco. Mercoledì il Paris incontrerà il Manchester City inglese nella seconda semifinale. La partita finale si terrà a Istanbul il 29 maggio.

L’ex giocatore del Dortmund Christian Pulisic ha dato al Chelsea un vantaggio iniziale (minuto 14), ma l’attaccante del Real Karim Benzema ha appena segnato 71 gol in Champions League (29). “Abbiamo giocato un primo tempo molto forte e nel secondo tempo eravamo anche stanchi e sentiti nelle ultime settimane”, ha detto Tochel dal servizio di trasmissione in diretta, “Dazen”, e ha aggiunto: “Il risultato è buono. Ora noi voglio vincere la gara di ritorno. Sarà difficile, ma siamo fiduciosi “.

Il Chelsea ha dominato le prime fasi

Dalla vittoria del Monaco nel 2012, il Chelsea non ha raggiunto la finale. Il compito, “che non potrebbe essere più difficile”, era il modo in cui Tuchel ha descritto il duello con il 13 volte vincitore della Royal Class.

Militao crossa e Chilwell prova a bloccarlo

Immagine: Getty Images

Ma nel prato del piccolo stadio Alfredo Di Stéfano – il Real Madrid non gioca al Bernabeu durante la pandemia di Corona – non c’era segno che l’equilibrio di potere fosse disomogeneo. Invece, è stato il “Blues” di Londra che ha portato il Real Madrid in grossi guai, soprattutto nelle prime fasi.

READ  I tifosi del Bayern supplicano: ER dovrebbe sostituire Salih Hamidic - ma ha lavorato a lungo

Dà a Werner una grande opportunità di guidare

La squadra di Tuchel sembrava più fresca, più veloce e più desiderosa di raggiungere l’obiettivo. Timo Werner – l’ex Lipsia era titolare come il compagno di nazionale Antonio Rudiger – ha avuto ampie possibilità di guidare. Ma l’ex portiere del Chelsea Thibaut Courtois ha evitato la differenza con una difesa forte con il piede (decimo).

Ma dopo quattro minuti il ​​belga non ha potuto fare nulla quando Pulisic si è voltato e lo ha colpito. Questo è stato preceduto da un ottimo passaggio di Rudiger. E nel periodo successivo, altri attacchi si spostarono verso il Real-Tor. Ha mancato malamente il capitano e capo della difesa Sergio Ramos.

Fortunatamente per lui, il Real possiede Benzema

Benzema segna 1: 1 colpo.

Immagine: Getty Images

Ma il Real possiede ancora Benzema. Se il tiro di un portiere colpisce il palo esterno al 23 ‘, avviene sei minuti dopo. Dopo un doppio colpo di testa, l’enorme francese ha trionfato abilmente e ha segnato per pareggiare. Con il suo 71esimo gol, Benzema ha pareggiato con la leggenda del Real Raul nella lista dei marcatori di tutti i tempi. Solo Cristiano Ronaldo (134), Lionel Messi (120) e Robert Lewandowski (73) sono ancora davanti a lui.

Per i madrileni, l’ex campione del mondo Tony Crosse torna in formazione dopo essersi ripreso da un infortunio muscolare. Il centrocampista ha cercato di mantenere le cose in prospettiva, cosa non facile contro la squadra ben organizzata di Tuchel. Ma per Werner era finita dopo 66 minuti, per lui era l’ex Leverkusen Kai Havertz.

READ  Bayern Monaco: per via di Nagelsmann! Potrebbe essere il successore di Flick dall'Italia? Rummenigge ha un preferito

Quelle: sportschau.de