Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Roccaforte della Corona in Alta Baviera: perché non vuole che l’evento nella regione di Miesbach semplicemente diminuisca

    Vicino

  • Dieter Dorby

  • Jonas Nablitsky

    Jonas Nablitsky

  • Sebastian Grovogel

    Sebastian Grovogel

Rilassarsi in Baviera, Buche in Austria: Giusto in tempo per una vacanza di Pentecoste, le basi dell’aura si diffonderanno in molti luoghi. Ma nella regione di Miesbach sta accadendo il contrario.

La zona Finora gli ospiti hanno vissuto Miesbach come un’isola di felicità per le vacanze. Nell’estate della prima pandemia del 2020, nonostante alcune restrizioni, hanno potuto trascorrere un soggiorno in gran parte spensierato tra Schliersee e Tegernsee. Tuttavia, almeno durante le vacanze di Pentecoste, dovranno navigare generosamente per la regione alpina. Poiché il tasso di contagio per 7 giorni venerdì, a 154, è ancora lontano dal minimo di 100, essenziale per il relax nel settore della ristorazione e del settore alberghiero, continua il blocco completo dell’applicazione turistica.

Mentre i vacanzieri potrebbero trasferirsi in altre regioni o addirittura tornare presto in Austria, gli host locali stanno diventando sempre più frustrati. La regione come l’unica roccaforte della Corona verso cui nessuno può viaggiare o vuole viaggiare. Allo stesso tempo, sorge sempre di più la domanda: perché il tasso di infezione non diminuisce nella regione?

Corona nel quartiere di Miesbach: com’è l’umore con i padroni di casa e i ristoranti?

Kurumsliter Matthias Sherwan di Schliersee ha già cancellato l’inizio delle vacanze di Pentecoste. Invece di aprire camere per gli ospiti e gradinate, le aziende si stanno preparando a un’ondata di cancellazioni. “In realtà abbiamo fatto un bel po ‘di prenotazioni”, dice Sherwin. Chiunque paghi i costi dovrebbe chiarire gli esperti di diritto dei viaggi. Le informazioni per gli ospiti si riferiscono a un webinar gratuito organizzato martedì 18 maggio dall’Associazione turistica di Monaco dell’Alta Baviera (TOM). In caso contrario, Schrön consiglia agli host e agli ospiti di contattare la regione alpina Tegernsee-Schliersee (ATS) se hanno domande su Corona: “Dobbiamo parlare con una sola voce di questo”. .

READ  Con il verificarsi di oltre 2000: i Paesi Bassi allentano le misure di Corona

Nel complesso, Schrön spera che la caduta nell’area diminuirà rapidamente, ben al di sotto di 100. Navigare sulla soglia sarebbe un “mega-disastro”. Il danno alla tua foto è enorme se devi rimandare gli ospiti a casa nel bel mezzo delle loro vacanze. Questo è un altro motivo per cui alcuni host hanno già deciso di non aprirlo prima del 1 giugno.

La regione di Miesbach continua a bloccarsi a Corona: tutto si apre nella vicina Austria

Daniel Strelinger, presidente dell’Associazione turistica e termale di Bad Wiessee, può capire: “Anche poche settimane fa, non c’era speranza – dopo un bagliore così breve, ora ci sono di nuovo facce lunghe”. Dopo la quarantena, vede problematico: “Sarebbe una bugia se dicessi che non siamo delusi”.

“Per alcuni giorni è stato chiaro che avremmo avuto un problema aritmetico”, afferma Christian Koch, amministratore delegato di Tegernseer Tal Tourismus GmbH (TTT). Ora è importante limitare i danni. Kush fa appello ai cittadini affinché resistano per altre due o tre settimane: “Se le persone fuggono ora, tutti dovranno aspettare un periodo più lungo”.

Proprietario a Miesbach dopo la chiusura: “La gastronomia è cambiata definitivamente”.

Per Matthias Gerkin, proprietario di Schlierseer Ratskeller, è chiaro che l’attesa non finirà mai, anche con la data di apertura: “Se oggi a giugno voglio ordinare il formaggio di capra per il menu, è impossibile”. formaggio. “Ci vorrà del tempo prima che gli elenchi regolari diventino nuovamente disponibili.” Quindi Gercken punta su piccole carte e offerte di mobilità anche dopo la pandemia, e in futuro, e forse presto anche per i clienti privati, provvederà al servizio di babysitter. “Lo staff di 24 persone è contento quando le cose ricominciano ad un certo punto. Ma poi la gastronomia cambia definitivamente”.

READ  Cosa succede quando moriamo I ricercatori fanno scoperte accidentali

Romolo Marchetti, titolare dell’omonima pizzeria in Miesbacher Stadtplatz, vorrebbe un appuntamento con scadenza. “Molti dei miei barili di birra sono ormai scaduti. Il vino impiega alcuni giorni per essere consegnato dall’Italia ei dipendenti non possono tornare a lavorare dall’oggi al domani”. Marquetti spera di iniziare alla fine di maggio. idea.”

Perché la regione di Meisbach non è diminuita?

La domanda rimane: perché il tasso di infezione nella regione oscilla intorno a 150? L’ufficio distrettuale parla da settimane di un “contagio diffuso”. All’inizio della settimana, l’autorità ha annunciato che il blocco, dopo la riunione del consiglio comunale a Gmund e lo scoppio nei centri di accoglienza per asilo di Vale e Ottering, finora non aveva rappresentato una percentuale minore di nuovi contagi. In generale, si può vedere che diverse famiglie sono colpite. Il raduno si è calmato intorno a molti degli asili nido nel nord.

Dott. Florian Meyer di Miesbach conferma “eventi in circolazione”. Così il medico distrettuale supplica le persone di continuare ad aderire alle regole – anche se è difficile: “Capisco che alcuni sono stanchi, ma dai numeri si vede che l’infezione può avvenire facilmente”.

Si prevede inoltre che “una buona preparazione per i test” nell’area contribuirebbe all’elevato tasso di infezione. Da quando i test sono stati documentati nel sistema il 30 aprile, sono stati registrati circa 20.500 test – “sabato scorso erano le 1045, il giorno di salita è il 711”. Tuttavia, la preparazione del test è molto positiva per lo sviluppo generale, come sottolinea Meyer: “In questo modo, le persone infette possono essere identificate in una fase precoce, impedendo loro di infettare gli altri inconsciamente”.

READ  Quando fare colazione influisce sul rischio di diabete: quando mangiare il primo pasto

Cosa deve accadere a Meisbach perché le cose finalmente vadano nella giusta direzione?

Ma cosa ci vuole perché la situazione Corona migliori nella regione? L’ufficio distrettuale conferma che l’infrastruttura è a posto. L’utilizzo di test rapidi gratuiti in una rete già stabilita è un buon modo per interrompere le catene di infezione in una fase iniziale.

Anche 22 dipendenti del team di ricerca dei contatti stanno cercando di farlo. Ma dipendono anche dalla collaborazione dei residenti. Nelle ultime settimane, secondo l’ufficio di zona, ho sentito un tono più duro e incomprensibile nel perseguire la chiamata. Noti l’umore negativo nel paese, che nasce dalla confusione di requisiti in continua evoluzione. Sfortunatamente, succede ancora che i dipendenti vengano mentiti per sfuggire alla quarantena. L’autorità non lo capisce: “Non vogliamo addomesticare le persone, vogliamo proteggerle”. Quindi, ridurre il verificarsi di questo fino all’inizio di un ritorno alla normalità, specialmente nella gastronomia e nel turismo. sg / pisolino / giorno

Tutto dalla tua zona! Il nostro nuovissimo Newsletter di Mesbach Ti aggiorna regolarmente con tutte le storie importanti della regione di Miesbach, comprese tutte le notizie sulla crisi della Corona nella tua comunità. Registrati qui.