Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Rischio a colpo d’occhio: ecco cosa si aspetta Goldman Sachs per la seconda metà del 2021 | Messaggio

?? Prima metà del 2021 di successo per le azioni نا
?? Goldman Sachs vede stagnazione in H2
?? Ridistribuzione consigliata per la seconda metà dell’anno

Nella prima metà del 2021, molti investitori sono riusciti a ottenere un prezzo decente ritorno guarda avanti. L’aumento dei progressi nella vaccinazione, i continui sforzi economici da parte di vari governi e le speranze per un’ampia ripresa economica hanno assicurato che molti indicatori hanno registrato aumenti a due cifre finora quest’anno. Nella prima metà dell’anno, l’indice tedesco DAX Leading è aumentato del 13,21%, l’EURO STOXX 50 è aumentato del 14,4%, l’indice Dow Jones Industrial è aumentato del 12,73% e l’indice statunitense S&P 500 è aumentato del 14,41%. . qualche esempio.

La seconda metà dell’anno è gravata da vari timori

Tuttavia, ora ci sono crescenti preoccupazioni che la fase di blocco del denaro aperto da parte delle banche centrali possa essere finita di nuovo e che i tassi di interesse possano gradualmente aumentare di nuovo. Inoltre, la crescente preoccupazione per la variabile delta in rapida espansione ha ripetutamente causato una forte volatilità nelle borse nelle ultime settimane. Gli investitori dovrebbero essere preparati al fatto che la seconda metà dell’anno sarà più debole dei sei mesi precedenti?

Unità davanti a me?

Se la banca d’affari statunitense Goldman Sachs avrà la sua strada, il trend positivo dovrebbe indebolirsi nella seconda metà del 2021. Come scrive Finance House in un report di un cliente a disposizione di Business Insider, i mercati azionari dovrebbero soprattutto consolidarsi entro la fine dell’anno. Questa è anche l’opinione dell’esperto di Wellenreiter Invest, Robert Rithfield, come ha detto a tagesschau.de: “La seconda metà dell’anno sarà probabilmente caratterizzata da stagnazione e anche piccole correzioni. Non ci saranno più”.

READ  Come previsto: la Federal Reserve statunitense conferma i tassi di interesse chiave e vede progressi verso una politica monetaria più restrittiva | newsletter

I titoli ciclici dovrebbero beneficiarne

Goldman Sachs ritiene che i titoli in crescita, come i titoli tecnologici in particolare, rischiano di diminuire a causa dell’aumento dei tassi di interesse. D’altro canto, è probabile che i cicli ciclici diventino più attraenti. Di conseguenza, Goldman Sachs consiglia agli investitori di concentrarsi sui titoli a breve termine nella seconda metà dell’anno, quelli che dovrebbero generare una maggiore percentuale di flussi di cassa nel prossimo futuro. Goldman Sachs ha citato AT&T, Intel, CVS e Ford come esempi.

investito nella crescita

Inoltre, la banca d’affari fa affidamento su titoli che hanno investito molto nella crescita futura e hanno già mostrato forza nei primi sei mesi del 2021: “Le aziende che hanno costantemente investito nella crescita hanno sovraperformato l’S&P 500 da inizio anno sono anche ben posizionati per continuare la crescita nonostante la prevista recessione economica. Costco Bank, General Motors, Alphabet Corporation e Facebook sono elencati come potenziali candidati.

Si preferisce un grande potere di determinazione del prezzo

Un altro criterio citato da una società finanziaria per selezionare le azioni giuste per la seconda metà dell’anno è la forza dei prezzi dell’azienda. Fino a che punto un’azienda può affermarsi con i suoi prezzi rispetto ai concorrenti, ma anche con i clienti. “Raccomandiamo agli investitori di concentrarsi su titoli con un significativo potere di determinazione dei prezzi, che si riflette in margini lordi elevati e stabili. I titoli con un significativo potere di determinazione dei prezzi hanno già sovraperformato nel 2018-2019, quando la crescita dei salari è aumentata e i margini di profitto sono diminuiti”, spiega la banca principale. Adobe, Procter & Gamble, Etsy e Activision Blizzard sono menzionati per nome.

READ  Scadenza scaduta: ecco quanto guadagna il Werder Bremen per il Bond!

I giganti della tecnologia presi di mira dal governo Biden

Oltre ai rischi di inflazione, secondo Goldman Sachs ci sono altri rischi esacerbanti, specialmente per i mercati azionari statunitensi. Il governo Biden ha già annunciato che richiederà sempre più alle grandi aziende tecnologiche di pagarlo. Il presidente degli Stati Uniti vuole anche frenare l’enorme potere dei giganti della tecnologia e promuovere una maggiore concorrenza per proteggere meglio consumatori e dipendenti. Tuttavia, a causa delle loro dimensioni, i giganti della tecnologia sono pesantemente ponderati negli indici S&P 500 e Dow Jones, che potrebbero quindi essere intaccati dalle battute d’arresto dei giganti della tecnologia.

In definitiva, Goldman Sachs stima che l’S&P 500 dovrebbe chiudere l’anno a 4.300 punti, ovvero circa l’1,3% al di sotto del livello attuale dell’indice (il calcolo si basa sul prezzo di chiusura del 15 luglio 2021).

La redazione di Finanzen.net

Altre notizie su Intel Corp.

Fonti di immagini: Chris Hondros/Getty Images, SergeyP/Shutterstock.com