Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Rapporto sulla popolazione mondiale: senza specificare un organismo speciale

Stato: 14/04/2021 14:36

A milioni di donne viene negato il diritto all’autodeterminazione riguardo al proprio corpo, come criticato dal World Population Report. Ad esempio, non dovrebbero avere il controllo sulla loro sessualità. Ciò è particolarmente vero per i paesi poveri.

Le Nazioni Unite hanno denunciato la mancanza di autodeterminazione di milioni di ragazze e donne in relazione al proprio corpo. La direttrice esecutiva del Fondo per la popolazione del Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione, Natalia Kanem, ha confermato che i dati in materia sono “preoccupanti”, durante la presentazione del World Population Report 2021.

Lo studio analizza principalmente la situazione in 57 paesi poveri. Afferma che solo il 55% delle ragazze e delle donne può prendere decisioni su assistenza sanitaria, pianificazione familiare e sessualità. “La capacità di una donna di controllare il proprio corpo determina l’entità del suo controllo su altre aree della sua vita”, ha detto.

Disuguaglianza tra i sessi

Gli autori del rapporto sostengono che il progresso sostenibile può essere raggiunto solo se viene eliminata la disuguaglianza sociale ed economica strutturale tra i sessi. Ciò include anche la capacità di ognuno di prendere decisioni sul proprio corpo. Gli uomini dovrebbero diventare alleati che rispettano le decisioni delle donne.

I 57 paesi da cui vengono presi i dati sono in Africa, Asia, Europa e America Latina e colpiscono le donne di età compresa tra i 15 ei 49 anni.

Mali, Niger e Senegal sono stati i più colpiti

I numeri variano ampiamente in base alla regione. Mentre circa il 76% delle ragazze e delle donne adolescenti in America Latina e nell’Asia orientale e sud-orientale prende decisioni indipendenti in tutte e tre le aree dell’assistenza sanitaria, della pianificazione familiare e della sessualità, meno della metà di loro si trova nell’Africa subsahariana. In Mali, Niger e Senegal, meno del dieci per cento delle donne prende le proprie decisioni.

READ  Danimarca: Salmonella nelle medicine naturali - tre morti

L’autonomia nella vita sessuale sta diminuendo

Allo stesso tempo, l’indipendenza in un’area del processo decisionale non significa automaticamente autodeterminazione in altre aree. Secondo il rapporto, solo il 53% delle donne in Etiopia può rifiutare i rapporti sessuali, ma il 94% decide se usare la contraccezione da solo o con il proprio partner. I miglioramenti nella libertà di scelta possono spesso essere notati nell’assistenza sanitaria. L’indipendenza nella vita sessuale, invece, tende a diminuire.

L’uguaglianza di genere è uno dei 17 obiettivi di sostenibilità concordati dalla comunità internazionale nel 2015. Ciò include il requisito che tutte le donne abbiano accesso ai servizi di salute sessuale e riproduttiva e il diritto alla pianificazione familiare. Il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione è l’organizzazione delle Nazioni Unite per la salute sessuale e riproduttiva.