Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Rapporto di mercato: gli investitori di Wall Street rimangono cauti

Rapporto di mercato: gli investitori di Wall Street rimangono cauti


Rapporto di mercato

Al: 29 aprile 2024 alle 22:36

Alla fine delle contrattazioni i mercati azionari statunitensi hanno registrato risultati contrastanti. Infine, i principali indici hanno chiuso in territorio positivo. Il produttore di auto elettriche Tesla è in testa al Nasdaq con il più grande aumento dei prezzi in tre anni.

Nonostante molte incertezze, gli ottimisti hanno dominato Wall Street all’inizio della settimana. Sebbene i principali indici americani abbiano chiuso in positivo, continuando il loro ultimo tentativo di ripresa, sono rimasti molto indecisi fino a poco prima della chiusura delle contrattazioni. Alla fine l'indice azionario americano Dow Jones è salito dello 0,38%. L'indice più ampio Standard & Poor's 500 è salito dello 0,32%. L’indice Nasdaq, dominato dai titoli tecnologici, è salito dello 0,36%, sostenuto dal più grande balzo del produttore di auto elettriche Tesla in tre anni.

L'attuale settimana borsistica è caratterizzata dalla pubblicazione di dati importanti come i dati sull'inflazione nell'Eurozona o il rapporto sul mercato del lavoro negli Stati Uniti. La stagione dei rendiconti riprende velocità questa settimana. I pesi massimi del mercato azionario Amazon e Apple presenteranno i loro numeri martedì e giovedì dopo la chiusura del mercato.

Mercoledì sera la data più importante per i mercati sarà probabilmente la decisione sul tasso di interesse della Federal Reserve. Inoltre, è probabile che i numeri di Amazon e Apple determineranno “dove potrebbe portarci il non così facile viaggio del mercato azionario a maggio”, ha osservato l'analista Konstantin Oldenburger di CMC Markets.

“Nel frattempo, i tagli dei tassi di interesse fino a sei previsti negli Stati Uniti sono diminuiti sempre di più, e c'è addirittura la minaccia di un brusco risveglio verso ulteriori aumenti se i tassi di inflazione non scenderanno ulteriormente”, ha detto Oldenburger. Tuttavia gli esperti non si aspettano alcuna variazione del tasso di interesse di riferimento alla prossima riunione. I mercati si aspettano che la Fed tagli i tassi di interesse per la prima volta a settembre.

Come Wall Street, il mercato azionario tedesco ha iniziato la nuova settimana borsistica senza una direzione chiara dopo il recente rimbalzo. Dopo i guadagni iniziali, il DAX è caduto in rosso alla chiusura delle contrattazioni. L'indice principale tedesco è sceso dello 0,24% a 18.118 punti.

Contrariamente alle aspettative, l’inflazione tedesca è rimasta sorprendentemente stabile ad aprile. Lo ha riferito l'Ufficio federale di statistica sulla base dei risultati preliminari. I costi di beni e servizi sono aumentati in media del 2,2% rispetto all'anno precedente. Il tasso di inflazione a marzo ha raggiunto il 2,2%.

I prezzi dei prodotti alimentari sono aumentati dello 0,5% su base annua. I prezzi dell’energia sono scesi dell’1,2% rispetto ad aprile 2023, nonostante l’Iva su gas e teleriscaldamento sia salita dal 7 al 19% ad aprile. D'altro canto i servizi sono diventati decisamente più cari, i prezzi sono aumentati del 3,4%. Il tasso di inflazione, esclusi alimentari ed energia, la cosiddetta inflazione core, è stato del 3,0%.

READ  Misurare il greenwashing nelle aziende

L’inflazione interna è rimasta al 2,2% in aprile, dopo tre cali consecutivi: “L’unica ragione per cui l’inflazione non è scesa è perché i prezzi del carburante sono recentemente aumentati di nuovo, e inoltre, l’imposta sul valore aggiunto sul gas naturale è aumentata di nuovo il 1° aprile, e tasso record Ad aprile è aumentato del 2,2%. “Questa percentuale è stata portata al 19%”, spiega Sebastian Dulian, direttore scientifico dell'Istituto per la ricerca sulla macroeconomia e sul ciclo economico (IMK) della Fondazione Hans Böckler.

Thomas Getzel, capo economista della VP Bank, ritiene che la BCE taglierà presto i tassi di interesse. “La scelta delle parole dopo l'ultima riunione della banca centrale, così come i discorsi dei funzionari della BCE, non lasciano dubbi sul fatto che un taglio dei tassi di interesse di 25 punti base sarà all'ordine del giorno entro la metà dell'anno”, ha commentato Gitzel. “Anche l’inflazione stagnante ad aprile non cambierà la situazione”.

Nella nuova settimana i prezzi del petrolio stanno scendendo: un barile di greggio Brent (159 litri) proveniente dal Mare del Nord si è attestato nel pomeriggio a 87,19 dollari, in calo dell'1%. La prospettiva di un possibile cessate il fuoco nella guerra di Gaza e gli ultimi dati sull'inflazione statunitense stanno portando ad un calo dei prezzi sul mercato petrolifero.

D'altro canto, i recenti dati sull'inflazione statunitense stanno rafforzando le aspettative degli investitori secondo cui i tassi di interesse della Federal Reserve rimarranno elevati per un lungo periodo di tempo. L'analista di mercato indipendente Tina Teng ha spiegato che ciò mantiene alto il dollaro e mette sotto pressione i prezzi del petrolio. Una valuta statunitense forte rende le materie prime scambiate in dollari costose per gli investitori in altre aree valutarie, limitando così la domanda.

Il fondatore di Tesla, Elon Musk, ha acceso i fuochi d'artificio durante il suo viaggio in Cina nel fine settimana. Le azioni del produttore di auto elettriche sono aumentate di circa il 18%, il più grande aumento dei prezzi in più di tre anni. Secondo quanto riportato dai media, l’azienda leader nel settore delle auto elettriche ha superato un ostacolo importante nel lanciare il suo sistema di guida automatizzata sul mercato cinese. Tesla ha stretto un accordo di navigazione e mappatura con il colosso online cinese Baidu, scrivono Bloomberg News e il Wall Street Journal. Ma la domanda più grande, dicono gli esperti, rimane se Tesla riuscirà a ottenere l’approvazione del governo per inviare all’estero dati che potrebbero essere cruciali per lo sviluppo di veicoli a guida autonoma.

Mentre Tesla era in testa al Nasdaq 100, Apple aveva temporaneamente i maggiori guadagni nel Dow Jones. I cognomi sono aumentati fino al 3%. La società di analisi Bernstein Research ha aggiornato il documento definendolo “outperform” e ha ritenuto che la debolezza della domanda in Cina sia solo temporanea e non strutturale. L'azienda ha sfruttato anche il potenziale della funzionalità di intelligenza artificiale integrata per l'iPhone. Bloomberg News ha riferito che Apple prevede di integrare le soluzioni fornite dal partner Microsoft e sviluppatore ChatGPT OpenAI nell'iPhone entro la fine dell'anno.

Nell'indice DAX le azioni Deutsche Bank hanno mantenuto la lanterna rossa con una perdita di oltre l'8%. L'acquisizione della Postbank potrebbe avere conseguenze costose per l'istituto finanziario. Nella controversia con gli ex azionisti della Postbank sull'adeguatezza del prezzo di rilevamento, il Tribunale regionale superiore di Colonia ha affermato che in una decisione successiva avrebbe potuto trovare giustificazione in parte di queste pretese. Pertanto l'istituto finanziario ha annunciato lo stanziamento di 1,3 miliardi di euro per controversie legali.

Le azioni Porsche sono state le seconde maggiori perdite nell’indice DAX. Alla fine delle contrattazioni le azioni della casa automobilistica sono scese del 2,9%. Gli elevati costi iniziali per i nuovi modelli e le scarse vendite hanno fatto sì che nei primi mesi del 2024 gli utili dell'azienda di Stoccarda diminuissero del 30% a 1,28 miliardi di euro.

Le azioni Daimler Truck hanno superato il DAX con un aumento del 2,63%. Il produttore di autocarri ha concordato nel fine settimana un nuovo contratto collettivo con la UAW negli Stati Uniti, evitando così uno sciopero dell'ultimo minuto.

Quasi nove anni dopo il crollo della diga di Pinto Rodrigues in Brasile, le società minerarie Vale e BHP hanno offerto un accordo con pagamenti per un totale di 127 miliardi di R$ (23 miliardi di euro). Durante la “tragedia di Mariana” nel 2015, circa 40 milioni di metri cubi di acque reflue tossiche provenienti dal bacino di ritenzione di una miniera di ferro si sono riversate nel fiume Duce. L'incidente ha ucciso 19 persone e ha interrotto le forniture idriche a centinaia di migliaia. L'offerta di transazione è ora arrivata come parte di un procedimento arbitrale condotto da un tribunale federale brasiliano.

La guerra dei prezzi nel mercato cinese dei veicoli elettrici ha lasciato segni profondi sul bilancio di BYD. L'azienda ha aumentato le sue vendite solo del 4% nel primo trimestre per l'equivalente di 16 miliardi di euro, ha annunciato oggi BYD. Si tratta della crescita più bassa in quasi quattro anni. Dal lato dei profitti, l’aumento è stato del 10,6%, il più basso dal 2022. Ciò significa che la performance di BYD è ancora migliore di quella di Tesla: il produttore americano di auto elettriche ha recentemente annunciato il primo calo delle vendite dalla pandemia del 2020. È una guerra dei prezzi che si svolge nel mercato delle auto elettriche cinese da più di un anno. BYD sta cercando di conquistare segmenti di prezzo più alti con nuovi modelli che promettono rendimenti migliori. Nel frattempo, solo a partire da febbraio, l'azienda ha ridotto i prezzi dal 5 al 20%.

READ  Diligent annuncia la due diligence ESG per aiutare le aziende a rispondere all'evoluzione dei requisiti normativi

Dall'inizio del 2025 la sede della catena di grandi magazzini Galeria Karstadt Kaufhof si trasferirà da Essen a Düsseldorf. Nell'ambito della ristrutturazione, la direzione verrà trasferita alla filiale di Düsseldorf Schadstrasse. Anche la Galeria Karstadt Kaufhof ha presentato un piano di insolvenza al tribunale locale competente di Essen. “Le prospettive economiche della Galleria sono buone. Su questo non ho dubbi”, ha dichiarato all'agenzia di stampa tedesca il responsabile del fallimento Stefan Dinkhaus. Il tribunale distrettuale verificherà ora se il piano di insolvenza di Denkhaus soddisfa i requisiti legali.

È stato dato il via libera all'acquisizione del rivenditore specializzato insolvente SportScheck da parte dell'italiana Cisalfa. Oggi l'assemblea dei creditori ha approvato il piano, confermato anche dal tribunale fallimentare. Anche l'Ufficio federale dei cartelli ha già approvato. Ora la Cisalfa assumerà dal 1° giugno le attività commerciali della storica azienda di Monaco e la procedura di insolvenza verrà sciolta. SportScheck, che in precedenza aveva 34 filiali in Germania, era affiliata a Signa Holding e a novembre è stata costretta a dichiarare fallimento.

L’azienda alimentare Getir, in difficoltà, si sta ritirando dai mercati esteri. L'azienda ha annunciato oggi che in futuro intende concentrarsi sul mercato interno turco. Nel frattempo, Jeter ha mitigato le speculazioni su un collasso completo annunciando un'ulteriore iniezione di capitale. Molti media avevano già pubblicato rapporti sul previsto ritiro dalla Germania e da altri paesi.

Poco più di due anni dopo, la startup Tier, meglio conosciuta per i suoi e-scooter turchesi, vende la società di noleggio biciclette Nextbike. L'investitore inglese di private equity Star Capital sta acquisendo le azioni, hanno annunciato Nextbike e Tier. Il motivo principale della vendita sono i due diversi modelli di business, ha spiegato Ter. Nextbike si concentra su modelli di coinvolgimento sponsorizzato con i comuni come clienti. Tuttavia il core business di Tier è rivolto al consumatore finale.

L'azienda francese di prodotti per la cura della pelle L'Occitane verrà cancellata dal mercato azionario. Il miliardario austriaco Reinhold Geiger, che possiede il 72% dell'azienda e presiede il consiglio di sorveglianza, vuole acquistare le restanti azioni e far uscire L'Occitane dalla Borsa di Hong Kong. La società di investimento con sede in Lussemburgo Geiger offre 34 HK$ per azione. Alcuni mesi fa, Geiger ha annullato il suo primo tentativo di acquisizione.