Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Può sfuggire alle mutazioni rendere inefficaci i vaccini COVID-19? – Pratica la guarigione

Perché le mutazioni di fuga di SARS-CoV-2 sono pericolose

Le varianti a rapida diffusione di SARS-CoV-2, che causano COVID-19, portano mutazioni che consentono al virus di eludere parte della risposta immunitaria naturale o risultante dal vaccino. Un team di ricerca internazionale ha ora rivelato dettagli importanti su come funzionano queste mutazioni di fuga.

I ricercatori dello Scripps Research Institute hanno identificato quanto importanti classi di anticorpi equivalenti siano correlate al ceppo epidemiologico originale di SARS-CoV-2. Ciò ha consentito al team di capire come interrompere questo processo e come creare nuovi tipi di virus, come le mutazioni scoperte per la prima volta in Brasile, Gran Bretagna, Sud Africa e India. Risultati recentemente pubblicati sulla popolare rivistaScienza“Fornire indicazioni sui futuri vaccini o trattamenti che dovrebbero fornire una protezione più ampia contro le varianti”.

La strategia di vaccinazione non dovrebbe fare riferimento alla proteina spike

La ricerca conferma che le mutazioni precedenti concentrano un punto sulla cosiddetta proteina spike, con la quale il virus si lega alla cellula ospite. Altri domini di legame del recettore non sono interessati. Il coautore Dr. Per questo motivo, Meng Yuan suggerisce che “quando si sviluppano vaccini e terapie anticorpali di nuova generazione, l’attenzione dovrebbe essere concentrata su altre parti sensibili del virus che tendono a non essere influenzate dalle mutazioni”.

Variabili inquietanti

Le “varianti preoccupanti” per SARS-CoV-2 includono varianti B.1.1.7 in Gran Bretagna, varianti B.1.351 in Sud Africa, varianti P.1 in Brasile e varianti B.1.617 in India. Alcune di queste mutazioni Corona sembrano essere più contagiose del ceppo Wuhan originale. Studi recenti hanno dimostrato che le risposte anticorpali derivanti dalla normale infezione con il ceppo originale o dalla vaccinazione sono meno efficaci nel neutralizzare questi ceppi alterati.

READ  Corona a Monaco di Baviera: le cifre del White Monday non valgono molto

Sono necessarie ulteriori ricerche sulle varianti

Data la capacità delle variabili di scatenare nuovamente la pandemia Corona nonostante la vaccinazione, gli scienziati dell’attuale studio chiedono con urgenza di sapere come le variabili siano riuscite a sfuggire a gran parte della precedente risposta immunitaria nell’organismo, compresa la reazione. di anticorpi.

Sono state analizzate le tre mutazioni più comuni

I ricercatori hanno già fatto il grande primo passo in questa direzione analizzando tre importanti mutazioni nella proteina SARS-CoV-2: K417N, E484K e N501Y. Queste mutazioni si verificano da sole o in combinazione nella maggior parte delle varianti principali. Tutte le mutazioni si trovano nel sito di legame del recettore SARS-CoV-2, cioè direttamente dove il virus si lega alle cellule ospiti.

Gli anticorpi perdono la capacità di neutralizzare

I ricercatori hanno testato anticorpi rappresentativi delle classi principali che prendono di mira la regione generale all’interno e intorno al sito di legame del recettore. Il gruppo di lavoro ha scoperto che molti di questi anticorpi perdono la capacità di legarsi efficacemente al virus e di neutralizzarlo se sono presenti mutazioni di K417N, E484K o N501Y.

Il sito di legame è stato esaminato con una lente d’ingrandimento atomica

Utilizzando tecniche di imaging strutturale, il team ha mappato la porzione rilevante del virus in risoluzione atomica per studiare come le mutazioni influenzano i siti in cui gli anticorpi si legano e neutralizzano il virus. L’autore principale dello studio, il professor Ian Wilson, conferma: “Questo lavoro fornisce una spiegazione strutturale del motivo per cui gli anticorpi stimolati dai vaccini COVID-19 o l’infezione naturale con il ceppo epidemico originale non sono efficaci contro queste varianti discutibili”.

READ  Gli eventi sono in aumento qui: le destinazioni di vacanza in Europa stanno diventando punti caldi

Potrebbe essere necessario un aggiornamento del vaccino

Nel complesso, i risultati indicano che le interazioni anticorpali con il sito di legame del recettore SARS-CoV-2 potrebbero essere troppo forti per neutralizzare il ceppo originale di Wuhan, ma alcune varianti sono state in grado di evitare questo team di ricerca sull’interazione. Pertanto, potrebbe essere necessario aggiornare i vaccini.

Tutte le principali mutazioni si trovano nello stesso posto

Nel frattempo, il team ha dimostrato che le tre principali mutazioni del virus K417N, E484K e N501Y si verificano tutte nella stessa posizione del virus. I ricercatori ritengono che SARS-CoV-2 sia naturalmente suscettibile a mutazioni di questo tipo. Invece, altre parti del virus sembrano essere meno inclini alle mutazioni. Pertanto, le strategie future devono mirare ad aree che finora sono rimaste in gran parte inalterate.

È stato attaccato il punto sbagliato del virus?

Secondo il gruppo di lavoro, i futuri vaccini dovrebbero concentrarsi su aree al di fuori della proteina spike per essere in grado di fornire una protezione più ampia contro SARS-CoV-2 e le sue varianti. (Fb)

Informazioni sull’autore e sulla fonte

Questo testo è conforme ai requisiti della letteratura medica specializzata, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato esaminato da professionisti medici.

autore:

Diploma Editor (FH) Volker Plasik

nota importante:
Questo articolo è solo una guida generale e non deve essere utilizzato per l’autodiagnosi o l’automedicazione. Non può sostituire una visita dal medico.