Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Gli esperti avvertono dell’inquinamento della Terra: il rover Marte dovrebbe inviare campioni di suolo sulla Terra

  • A partire dalTania Banner

    Vicino

Il “perseverante” rover su Marte dovrebbe inviare campioni di suolo sulla Terra. Gli esperti avvertono urgentemente che le creature di Marte potrebbero essere contaminate.

Da quando la navicella “persistente” è atterrata su Marte a febbraio, è stata una fonte di grande felicità per la NASA. I primi test dell’esperimento “Moxie”, in cui si produceva ossigeno su Marte, hanno avuto successo. Diversi piccoli voli in elicottero “creativi” hanno un discreto successo, e il rover “perseverante” stesso guida e scatta foto – due punti importanti nell’esplorazione robotica del pianeta.

Ma forse la missione più importante per il rover della NASA è ancora più avanti della “perseveranza”: il compito è quello di depositare ripetutamente campioni di suolo in tubi mentre esplora il pianeta rosso, preparandolo così per una missione successiva: “Returning the Mars sample” as parte di questa missione, che la NASA riceve supporto dalla sua controparte europea ESA, il “Fitch Rover” dovrebbe atterrare sul pianeta rosso, raccogliere tubi con campioni di roccia e posizionarli in un contenitore speciale. Un missile lancerà quindi campioni di Marte in orbita attorno al Pianeta Rosso, dove una sonda spaziale intercetterà il contenitore e lo riporterà sulla Terra.

La NASA e l’Agenzia spaziale europea intendono riportare sulla Terra campioni di suolo da Marte

Un’indagine indipendente ha già dato alla NASA il via libera per la campagna di ritorno. Il rapporto afferma che l’agenzia spaziale americana “è pronta ad attuare il programma”. Ma un’organizzazione si oppone a questo: il Comitato internazionale contro i ritorni di campioni di Marte (ICAMSR) avverte che la Terra potrebbe essere contaminata da organismi viventi provenienti da Marte. Requisiti ICAMSR: i campioni di suolo di Marte devono essere esaminati in un laboratorio extraterrestre – per esempio presso il futuro “Moon Gate”, una stazione spaziale in orbita attorno alla luna, o direttamente sulla luna. “Questo è l’unico modo in cui possiamo garantire una sicurezza al 100% della biosfera terrestre”, ha detto il direttore dell’ICAMSR Barry DeGregorio in The New Scientist.

READ  Brii Biosciences e VBI Vaccines presentano dati positivi dallo studio di Fase 1b/2a completato su BRII-179 (VBI-2601) in pazienti con epatite cronica B alla International Liver Conference (ILC) 2021

Newsletter francese

Marte, la Luna, i buchi neri, i razzi, i satelliti ei loro partner: con la nuova newsletter di FR su astronomia e viaggi nello spazio, non perderai mai nessuna notizia importante e sarai sempre ben informato.

L’opinione scientifica comune è che è improbabile che il potenziale inquinamento degli oggetti di Marte abbia un impatto significativo sulla Terra. Tuttavia, il materiale che verrà portato da Marte sulla Terra viene trattato come se fosse un pericolo biologico. Il piano è di riempire in modo sicuro i campioni di suolo provenienti da Marte più volte contemporaneamente in modo che il contenitore di trasporto rimanga intatto quando atterra. Dopo aver raggiunto il suolo, i campioni di terreno devono essere esaminati in un laboratorio molto sicuro al livello più alto, dove l’intero processo è monitorato da strutture esterne. L’obiettivo è dire che la probabilità che una particella di Marte fuoriesca è inferiore a una su un milione.

La NASA attende con impazienza campioni di suolo da Marte

Una delle massime priorità per la ricerca sarà l’analisi dei campioni di suolo di Marte. “Portare i campioni di Marte sulla Terra è stato un obiettivo dei ricercatori planetari sin dai primi giorni dell’era spaziale”, afferma la NASA. Sono già stati analizzati campioni di suolo provenienti dalla luna e da altri corpi celesti. Ma con la missione “Mars Sample Return”, i campioni arriveranno sulla Terra per la prima volta da un corpo celeste su cui potrebbe esistere la vita. La precedente esplorazione robotica di Marte non ha ancora fornito alcuna prova chiara di ciò, ma non ha nemmeno escluso l’esistenza di vite passate su Marte.

Il rover “perseverante” della NASA (in primo piano) è impostato per inviare campioni di suolo da Marte alla Terra in futuro.

© NASA / Jet Propulsion Laboratory

C’è vita su Marte? I ricercatori della NASA vogliono saperlo

Ora è noto che c’era acqua sul pianeta rosso e alcuni ricercatori presumono anche che la NASA abbia già trovato la vita su Marte. Gilbert Levine, che ha partecipato a un esperimento con sonde “Viking” e che ancora oggi afferma regolarmente che l’esperimento ha scoperto la vita su Marte, invita missioni su Marte che contengono strumenti per scoprire la vita su Marte. Levin, un membro del comitato consultivo dell’ICAMSR, critica: dopo le indagini “Viking”, la NASA ha inviato “una serie di missioni su Marte che avrebbero dovuto scoprire se Marte è amico della vita” – non subito dopo. La vita sta cercando Marte.

READ  La "più grande esplosione dal Big Bang" può essere avvertita anche sulla Terra

Notizie da Viaggio spaziale E il Notizie di astronomia Può essere trovato sulle nostre pagine tematiche.

Questo è esattamente ciò che i ricercatori sulla Terra dovrebbero fare in futuro: esaminare campioni di suolo da Marte per la vita potenziale. Sulla Terra, hanno altri dispositivi – più grandi e complessi – a loro disposizione rispetto al Mars Rover, che non sono più grandi delle dimensioni di un veicolo. Tuttavia, ci vorrà del tempo prima che i ricercatori possano tenere in mano i campioni di Marte per la prima volta: al termine della sua missione primaria, il rover “persistente” riempirà i primi tubi con campioni di terreno e li lascerà cadere nel camion. Compito. Se tutto va secondo i piani, la navicella spaziale deve atterrare su Marte nel 2026, raccogliendo campioni di suolo e conservandoli in una sonda che porta i tubi nell’orbita di Marte. I campioni dovrebbero raggiungere la Terra nel 2031, al più presto. (Tania Banner)