Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Nuove immatricolazioni UE a giugno 2022: meno 15,4 per cento

Il nuovo mercato automobilistico europeo semplicemente non sta guadagnando slancio. Anche a giugno i numeri sono rimasti inferiori a quelli dell’anno precedente. meno 15,4 per cento. Anche il saldo semestrale è inferiore del 14% rispetto all’anno precedente.

Il commercio automobilistico europeo continuerà a essere caratterizzato da parti mancanti. Le lacune nelle catene di approvvigionamento rallentano la produzione e con essa il potenziale per rifornire il mercato di auto nuove. Nonostante la forte domanda, le azioni hanno continuato a scendere. Secondo l’ACEA European Automobile Manufacturers Association, le case automobilistiche sono state in grado di introdurre solo 886.510 nuove auto sul mercato dell’UE a giugno. Meno rispetto al 1996. Rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, le vendite sono diminuite del 15,4%.


Meno a giugno, meno a metà anno

La persistente tendenza al ribasso si riflette chiaramente nei mercati dei volumi. La Germania ha registrato 224.558 nuove immatricolazioni, il 18,1% in meno rispetto all’anno precedente. Sul mercato francese ci sono solo 171.087 auto di nuova immatricolazione. I francesi sono indietro del 14,2% rispetto al risultato dell’anno precedente. Solo 127.209 nuove immatricolazioni in Italia portano a un meno 15 per cento. La Spagna ha appena 89.252 auto nuove immatricolate, il 7,8% in meno rispetto allo scorso anno. Anche nel mercato dei volumi in Gran Bretagna, i numeri conoscono solo una direzione: verso il basso. Nell’ex stato membro dell’Unione Europea, il numero di nuove immatricolazioni a giugno è sceso del 24,3 per cento a 140.958 auto.



Con i numeri di giugno, però, anche il bilancio semestrale è completo. E non sembra nemmeno roseo. Un totale di 4.608.205 nuove auto sono state immesse sul mercato nell’Unione Europea nei primi sei mesi. Questo è il 14 per cento in meno rispetto allo scorso anno. Il saldo semestrale per il mercato tedesco vede 1.237.975 nuove immatricolazioni e l’11,0 per cento. Il mercato francese è crollato del 16,3% a 771.980 nuovi record. È in calo del 22,7 per cento in Italia, dove solo 684.228 nuove auto erano in circolazione. La Spagna è scesa del 10,7% a 407.757 nuove immatricolazioni nella prima metà dell’anno. Il mercato britannico si è ridotto dell’11,9% a 802.079 auto.

READ  Formula 1 2022 in TV o in diretta: ecco come guardare le qualifiche in diretta da Silverstone oggi


Perdono tutti, Volkswagen è ancora avanti

A giugno, il Gruppo Volkswagen è rimasto il leader di mercato nel mercato in contrazione, con una quota di mercato del 24,3%. Il Gruppo Stellantis rimane il suo più forte cacciatore, con una quota di mercato del 21,5%. Il Gruppo Renault è indietro del 13,7%. Nonostante le pesanti perdite, Volkswagen rimane il monomarca più forte dell’Unione Europea. La Bassa Sassonia aveva una quota di mercato a giugno del 10,9%. La seconda centrale elettrica con una quota di mercato del 7,5% è Renault. La Peugeot ha preso il terzo posto con il sette percento della torta. Toyota (6,6%), Dacia (6,2%), Mercedes (5,4%) e BMW (5,3%) sono arrivate seconda. Skoda è alla pari con Kia al 4,7%. Con il 4,6 percento, Hyundai supera l’Audi (4,5 percento). Le società sorelle Fiat e Opel detengono ciascuna una quota di mercato del 4,1%. Citroen supera Seat (3,5%) e Ford (3,2%) con il 3,9%.


sondaggio

Sì, per più di 12 mesi

Non compro auto nuove!

Non ho comprato una macchina!

Nella nostra visualizzazione foto, ti mostriamo le auto più popolari in Germania nel giugno 2022.


conclusione

Non vi è alcun segno di rilassamento nel mercato europeo delle auto nuove. La carenza di semiconduttori e materie prime continua a limitare fortemente la produzione. I produttori continuano a concentrarsi sulla produzione dei veicoli che li renderanno più redditizi. La disponibilità di auto nuove è ancora limitata, i prezzi delle auto nuove sono alti e i tempi di consegna sono lunghi.

READ  Julian Nagelsmann vuole installare Christopher Scott