Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Norderstedt: insieme forti per il clima – Otto aziende hanno creato una rete

Norderstedt

Diventare climaticamente neutri insieme: otto aziende hanno creato una rete

Annabelle Biermann (29) è redattrice presso Hamburger Abendblatt.

Aggiornato: 25/05/2023, 03:00

| Tempo di lettura: 3 minuti

Partecipanti alla riunione di fondazione e di lavoro dell'Energy Efficiency Network (EENN) Norderstedt presso l'acquedotto di Friedrichsgabe.

Partecipanti alla riunione di fondazione e di lavoro dell’Energy Efficiency Network (EENN) Norderstedt presso l’acquedotto di Friedrichsgabe.

Foto: Stadtwerke Norderstedt / stadtwerke norderstedt

Le aziende di Norderstedt hanno unito le forze per raggiungere gli obiettivi climatici. Come dovrebbero sorgere effetti sinergici di valore.

Norderstedt. Entro il 2030 dovrebbero emissioni di CO2 65% in Germania, 88% entro il 2040. Nel 2045 la Repubblica Federale vorrebbe clima neutro Egli è. Per raggiungere questi importanti obiettivi climatici, spetta non solo a tutti i cittadini, ma anche sta indagando Dai un grande contributo.

Questo è ufficialmente accaduto a Norderstedt Rete di efficienza energetica di Norderstedt (EENN) fu fondato. Otto società fondatrici si sono incontrate presso l’acquedotto di Friedrichsgabe e hanno firmato un contratto congiunto. Attualmente ci sono altre 372 reti registrate a livello nazionale. Vogliono tutti aiutare a raggiungere gli obiettivi climatici della Germania.

Norderstedt: insieme forti per il clima – Otto aziende hanno creato una rete

La società di sviluppo Norderstedt (EGNO), HPS Hanseatic Power Solutions, Johnson & Johnson MedTech Germany, Jungheinrich Norderstedt, Kreyenberg, Schülke & Mayr, Tesa e Stadtwerke Norderstedt a Norderstedt si sono unite. Anche TÜV Rheinland e l’Energy and Water Economic Use Working Group (ASEW) erano presenti alla firma del contratto e alla prima riunione di lavoro che ne è seguita.

“Sono sempre lieto che aziende così note, innovative e pionieristiche arricchiscano il sito aziendale di Norderstedt. È importante che si siano unite a EENN per lavorare insieme per raggiungere i nostri obiettivi climatici. Il fatto che lo facciano come una cosa ovvia è una dichiarazione e speriamo che trovino molti seguaci.







Le aziende di Norderstedt si scambiano idee per effetti sinergici

Durante lo scambio iniziale di esperienze, è apparso subito chiaro che tutte le aziende coinvolte stavano già aumentando con successo la loro efficienza per ridurre il consumo energetico. Ad esempio, i sistemi di illuminazione sono stati convertiti alla moderna tecnologia LED e l’elettricità è stata generata nei nostri impianti fotovoltaici. Tuttavia, sta diventando evidente anche il potenziale per trarre vantaggio dalle idee di altre società della rete Norderstedt.

Esempio: Johnson & Johnson, Schülke & Mayr e Tesa lavorano tutti con sistemi azionati elettricamente nelle loro operazioni per sostituire l’aria ambiente o generare aria compressa. Al fine di ridurre il consumo energetico, ogni azienda ha effettuato analisi per sé e alcune hanno anche adottato misure preliminari. In un incontro di lavoro, le aziende sono state in grado di ottenere informazioni sulle operazioni di altri e fare brainstorming per trovare potenziali effetti sinergici.

Stadtwerke Norderstedt sottolinea l’importanza della rete

“Analisi dei risparmi potenziali, definizione degli obiettivi di risparmio e condivisione regolare dell’esperienza sulle misure implementate: questo è esattamente ciò che riguarda le reti di competenza. Le aziende di Norderstedt lo hanno capito rapidamente, quindi non vediamo l’ora di presentare i primi risultati al prossimo incontro ” afferma Niko Knödel di TÜV Rheinland, che accompagna le operazioni della rete.


Anche il direttore dello stabilimento Nico Schellmann di Stadtwerke Norderstedt ha sottolineato l’importanza della nuova rete: “La transizione energetica è il passaggio dalle fonti energetiche fossili alle rinnovabili. Ciò che è facile trascurare è l’impatto sulla quantità di elettricità richiesta. Sostituendo i motori a combustione e solo sistemi di riscaldamento a gasolio e gas, dovremo coprire il fabbisogno di elettricità di 36 milioni di veicoli elettrici e 14 milioni di pompe di calore a livello nazionale nel 2045, principalmente dal sole e dal vento.Unendo forze come EENN daremo un contributo decisivo alla preparazione dell’energia griglia del futuro con le conoscenze acquisite e i cambiamenti generati”, sottolinea. Shellman.

Aggiornato: giovedì 25/05/2023, 03:00

Altri articoli di questa categoria possono essere trovati qui: Norderstedt





READ  Studio DZ Bank: le PMI si concentrano sempre più sulle imprese europee