Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Niente più segreti militari – Gli Stati Uniti hanno troppe testate nucleari – Politica all’estero

Gli Stati Uniti hanno dispiegato il numero delle proprie testate nucleari per la prima volta in quattro anni. Secondo il Dipartimento di Stato martedì, gli Stati Uniti avevano 3.750 testate nucleari operative e non funzionanti al 30 settembre dello scorso anno. Questo era 55 in meno di un anno prima e 72 in meno rispetto alla fine di settembre 2017. L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva dichiarato il numero di testate nucleari un segreto militare.

La cifra attuale è anche la più bassa dall’apice della Guerra Fredda con la Russia nel 1967, quando gli Stati Uniti avevano 31.255 testate. Oltre al numero fornito dal ministero, ci sono circa 2.000 testate nucleari smantellate che devono essere smantellate.

L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden sta cercando di riavviare i colloqui sul controllo degli armamenti con la Russia. Il Dipartimento di Stato ha affermato che una maggiore trasparenza nelle armi nucleari del governo è “importante per gli sforzi di non proliferazione e disarmo”.

Sotto il predecessore di Biden, Donald Trump, gli Stati Uniti hanno ridotto i loro accordi di disarmo con la Russia nel suo insieme. Quindi sono fuori dal Trattato INF sul disarmo nucleare a medio termine. Gli Stati Uniti hanno anche posto fine al Trattato Cieli Aperti sul controllo degli armamenti dall’aria. Nei negoziati per estendere il New Start Agreement, Trump ha chiesto senza successo l’inclusione della Cina.

Gli Stati Uniti e la Russia hanno esteso il New Start Agreement poco dopo l’insediamento di Joe Biden. Altrimenti sarebbe finito il 5 febbraio. Con la firma, Washington e Mosca si sono impegnate a ridurre le testate nucleari a un massimo di 1.550 ciascuna.

READ  I talebani chiedono il ritiro delle forze statunitensi entro il 31 agosto - Esercito tedesco schierato fuori dall'aeroporto di Kabul

I diplomatici russi e statunitensi hanno tenuto colloqui a porte chiuse a Ginevra la scorsa settimana per discutere un accordo successivo per Nuovi inizi e armi convenzionali. Un rappresentante degli Stati Uniti ha descritto i colloqui come “produttivi” ed entrambe le parti hanno affermato che il solo fatto che i colloqui fossero in corso era una cosa positiva.

Secondo un conteggio di gennaio dello Swedish Peace Research Institute di Stoccolma (Sibri), che ha anche registrato testate dismesse, gli Stati Uniti ne avevano 5.550, la Russia 6255, la Cina 350, la Gran Bretagna 225, la Francia 290. India, Pakistan, Israele e Corea del Nord Insieme, ci sono circa 460 testate nucleari.