Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Motorsport – Colpo tattico in Texas: Verstappen estende la leadership mondiale

AUSTIN (AFP) – Con un colpo tattico in Texas, Max Verstappen ha allungato il vantaggio in campionato davanti a Lewis Hamilton alla fine e si avvia verso il suo primo titolo in Formula 1. Grazie a due soste anticipate, il pilota della Red Bull ha festeggiato la sua ottava vittoria di la stagione al Gran Premio americano.

La stella polare Verstappen Hamilton, detentore del record ad Austin, è sceso al secondo posto nonostante il ritardo e ora ha 12 punti di vantaggio sul sette volte campione, che ha guadagnato un punto in più nel giro più veloce cinque gare prima della fine della stagione.

L’Hamilton della Mercedes non è stato in grado di sfruttare la partenza veloce ed era solo 1,3 secondi dietro alla fine. Domenica, il compagno di squadra di Verstappen Sergio Perez è arrivato terzo.

Vettel è ancora a punti

Sebastian Vettel dell’Aston Martin si è concluso al decimo posto in classifica dopo aver spostato una penalità a causa di nuove parti del motore dal 18° posto in griglia. Di fronte a sua madre Corinna e alla sorella Gina, Mick Schumacher ha compiuto 16 anni ad Haas.

“Incredibile”, ha detto Verstappen ai box dopo aver tagliato il traguardo. “Gli ultimi giri sono stati davvero divertenti.” “È importante per noi battere la Mercedes qui e battere Lewis”, ha risposto il boss della Red Bull Christian Horner. Hamilton ha elogiato il vincitore: “Congratulazioni a Max, ha fatto un ottimo lavoro”.

In un duello in Coppa del Mondo sempre crescente, Hamilton e Verstappen si sono effettivamente scontrati durante l’allenamento. Dopo un duello al volante in successione per tutta la partenza e l’arrivo, venerdì il pilota della Red Bull ha insultato il campione del mondo alla Mercedes definendolo uno “stupido idiota” e gli ha mostrato il dito medio. “Non è che siamo gli unici che ci siamo toccati in questo sport. Purtroppo sono cose che succedono”, ha detto l’olandese, che sembrava impassibile.

READ  DEB incontra l'Italia - Il match dei quarti di finale è vicinissimo

Verstappen è stato protagonista ad Austin, e questo era il suo nono in questa calda stagione. Di conseguenza, per la prima volta dall’inizio dell’era ibrida nel 2014, la Mercedes non è stata in vantaggio. Dal secondo posto, Hamilton ha guardato alla ripida salita alla prima curva: nel giro di 200 metri, la sua altezza è di ben 30 metri.

“Non sono preoccupato per quello che sta succedendo dietro di me. Devo solo concentrarmi su me stesso”, ha detto Verstappen, che ha già avuto uno scontro clamoroso con Hamilton in Gran Bretagna e soprattutto in Italia.

Inizio emozionante anche senza toccare

I due avversari all’inizio non si sono toccati, ma la partenza è stata comunque forte. Hamilton è migliorato e ha tenuto nella prima curva. D’altra parte, Verstappen lo ha guidato oltre il molo e ha perso la sua posizione di vertice. Hamilton era ora a passo libero contro il suo rivale in Coppa del Mondo e compagno di squadra Sergio Perez.

Ma l’inglese non poteva separarsi. “È più veloce di me”, ha detto Hamilton alla radio, che è stato incoronato campione del mondo per la sesta volta prima dello scoppio dell’epidemia di Corona nell’ultima edizione in Texas nel 2019. Verstappen era attaccato al leader. Vettel e Schumacher sono rimasti bloccati nelle retrovie.

Verstappen ha aumentato la pressione su Hamilton e si è fermato ai box all’11° giro. Il 24enne è tornato in pista al quinto posto. Tre giri dopo, Hamilton ha montato le gomme nuove. Al secondo posto, l’uomo della Mercedes era a più di 5,5 secondi dal nuovo leader, Verstappen.

READ  Bayern Monaco: l'allenatore Julian Nagelsmann si congratula con il consigliere di Serie A Matthias Zammer per il trasferimento di Sol

Ben 400.000 spettatori hanno assistito al weekend di Formula 1, ma non ci sono stati momenti spettacolari in gara. Tuttavia, Hamilton ha gradualmente ridotto il suo deficit su Verstappen. Nella prima metà di un totale di 56 giri e una brevissima tappa con la virtual safety car, ha corso per 3,3 secondi. I pneumatici sono stati sottoposti a carichi pesanti.

Hamilton combatte – Verstappen vince

Verstappen monta gomme dure nuove al giro 30 ed è tornato in pista terzo, a 17 secondi da Hamilton. “Lewis, guidi per la vittoria” ha detto il capo del team Mercedes Toto Wolff e ha cercato di spingere in avanti il ​​suo pilota di punta.

Hamilton ha accelerato, assassino. Dopo un ottimo pit stop al giro 38, è comunque tornato in pista dietro al primo uomo Verstappen, staccato di quasi otto secondi. Riuscirà ad attaccare di nuovo l’olandese negli ultimi minuti?

“Dipende solo dagli ultimi tre giri”, ha detto l’ingegnere di pista Peter Bonnington Hamilton. A dieci giri dalla fine, Hamilton era vicino a 2,7 secondi. Gli inglesi si avvicinavano sempre di più, ma alla fine non era più sufficiente.

© dpa-infocom, dpa: 211024-99-721516 / 4