Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Michael Schumacher: un fedele compagno che apre il suo bagaglio – “guardalo almeno due volte al mese”

Michael Schumacher.

© dpa / David-Wolfgang Ebener

Michael Schumacher vive in isolamento dal pubblico sul Lago di Ginevra. Solo pochi di loro sono autorizzati a visitarlo. L’ex capo viene due volte al mese.

Monte Carlo – Dopo un grave incidente sciistico nel dicembre 2013, Michael Schumacher è scomparso dagli occhi del pubblico. Mentre i medici della clinica responsabile di Grenoble riferivano regolarmente ai media sullo stato di salute, la famiglia ha taciuto sulle condizioni di Schumi sin dal suo rilascio. E per una buona ragione.

Protezione Michael Schumacher – Riabilitazione su una proprietà di famiglia sul Lago di Ginevra

Anche durante i suoi giorni di gioco, la privacy dei suoi cari era la massima priorità di Schumacher. Il sette volte campione del mondo di Formula 1 ha sempre voluto proteggere la sua famiglia dal grande interesse pubblico. Nel frattempo, non sono più principalmente sua moglie Corina oi figli Mick e Gina Maria che dovresti essere protetto, ma Michael stesso. L’unica cosa nota è che si sta riprendendo da una lesione cerebrale traumatica nella sua proprietà sul Lago di Ginevra.

Solo pochi amici intimi e vecchi possono visitare l’uomo di 52 anni lì. Uno di loro è l’ex presidente di Schumacher Jan Todd. Il francese una volta ha portato un tedesco alla Ferrari ed è stato il team manager della Scuderia per tutto il tempo. Tudd ha rivelato a sorpresa in un’intervista a un quotidiano italiano Corriere della Sera Ora, “Vedo Michael almeno due volte al mese”.

L’amico di Schumacher Jan Todd: “Non lo lascerò solo”

Todd, oggi presidente della Federazione automobilistica mondiale, FIA, ha una stretta amicizia con Schumacher e la sua famiglia. “Non ho intenzione di lasciarlo solo,” spiegò Todd. “Lui, Corinna, famiglia: abbiamo molte esperienze insieme. La bellezza di ciò che abbiamo vissuto è parte di noi e continua.” Todd non ha fornito ulteriori dettagli su come si è ripreso il suo ex studente.

READ  Giro d'Italia: Buchmann insegue l'opportunità di essere incoronato dopo una tappa difficile al Giro - sport

Lode a Mick – Todt è entusiasta di Ibn Schumacher nelle note più forti

Ha invece trovato parole di elogio per Ben Schumacher, al suo debutto in F1 quest’anno: il 75enne lo descrive come “modesto ed educato” Giovane Mick. Comprensibilmente, Todt non è ancora stato in grado di giudicare se un giorno seguirà le grandi orme di suo padre. La risposta diplomatica è stata: “Le sue ambizioni sono ora limitate a un’auto non competitiva”.

Mick Schumacher in Haas: duello con Mazepin nella prima stagione

Mick Schumacher guida la Haas quest’anno. Il team automobilistico statunitense è attualmente l’auto più debole del settore. Di conseguenza, Meek e il compagno di scandalo russo Nikita Mazepin di solito si trovano in fondo al campo. In altre parole, i principianti possono solo battersi l’un l’altro o l’un l’altro. Finora, Schumacher Jr. ha dominato principalmente i suoi rivali. Ma deve stare attento: al Gran Premio di Monaco di questo fine settimana, Mazepin è stato in vantaggio per la prima volta. (Yan)