Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Messner chiede il biglietto d'ingresso per l'Alto Adige e si arrabbia contro il piano italiano: “Che stupidaggine”

Messner chiede il biglietto d'ingresso per l'Alto Adige e si arrabbia contro il piano italiano: “Che stupidaggine”

  1. Pagina iniziale
  2. Panorama

Premere

Venezia limita i turisti alle tariffe d'ingresso. Reinhold Messner vuole seguire questa strategia per le Dolomiti.

MONACO DI BAVIERA – Dal 25 aprile, il Italiano La città di Venezia addebita un biglietto d'ingresso in alcuni giorni dell'anno per controllare meglio l'afflusso di turisti giornalieri. L'attuazione di questa misura ha portato anche all'inizio Resistenza da parte della gente del posto. Ma non solo Venezia, ma anche l'Alto Adige è alle prese con il crescente numero di turisti. La leggenda dell'alpinismo Reinhold Messner propone di introdurre una tassa per l'utilizzo dei passi alpini, anche nella sua regione.

Anche a Reinhold Messner piacciono i biglietti Venezia per i passi delle Dolomiti

Secondo Messner un simile biglietto d'ingresso contribuirebbe a regolare e controllare il traffico sui passi dolomitici. “Una nuova strategia è facile da attuare per evitare che i passi dolomitici siano sempre pieni di auto”, ha detto ai media italiani. E aggiunge: In certi orari i passi dolomitici sono affollati. Il problema è la strada, non il terreno.

Già nel 2018 Messner aveva criticato il turismo in montagna paragonandolo alla situazione “come nelle città”. Ha criticato le code interminabili di automobili, il rumore e l'inquinamento atmosferico e ha suggerito di chiudere completamente alcuni valichi. “Prima o poi tutte le Dolomiti dovranno dotarsi di una logistica tale da chiudere un passo e magari aprirne uno qua e un là, in modo che il turismo sia meglio distribuito”, riferiva allora. Accoglie quindi con favore l'introduzione dei biglietti d'ingresso, come avviene attualmente a Venezia.

Reinhold Messner chiede restrizioni anche agli arrivi turistici nelle Dolomiti. (miniatura) © Matthias Röder/dpa/pictorial Alliance

Messner critica anche i piani per le Olimpiadi del 2026: “Che cosa stupida”

Le attuali dichiarazioni di Messner si riferiscono a un progetto specifico multimilionario in vista delle Olimpiadi invernali del 2026 Progettata la realizzazione di una pista da bob a Cortina d'Ampezzo Nelle Dolomiti il ​​costo è stimato in 81 milioni di euro, mentre i costi annuali di manutenzione superano il milione di euro. Ciò ha già portato a molti dibattiti, con lo stesso Comitato Olimpico che si è espresso contro il nuovo edificio e ha chiesto maggiore sostenibilità. Ciononostante, l’autorità appaltante in Italia ha dato il via libera al progetto.

READ  Problema sciistico in Italia: "Non lo capisco molto" - Sci alpino

Messner si è espresso chiaramente sull'argomento: “Una cosa incredibile, una cosa stupida”, ha detto. “Perché spendere così tanti soldi?”, chiese l'alpinista. “A Innsbruck tutto è ben preparato”, ha aggiunto, temendo che in seguito l'impianto non venga utilizzato adeguatamente.

Altri paesi e città stanno adottando sempre più misure per combattere il turismo di massa. È così che è successo In Tirolo è stata approvata una legge, che regola in modo molto severo la compravendita di beni immobili. In Ad Amsterdam non è più consentito costruire nuovi hotel. E anche gli abitanti delle Isole Canarie protestano contro il turismo. (jh)