Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

L’uomo che ha coinvolto Salvini nel dibattito è la politica

L’uomo che ha coinvolto Salvini nel dibattito è la politica

C'è un “bunker” vicino al Ministero degli Interni italiano, proprio nel centro storico di Roma. Così Luca Morisi chiama il suo studio. Trascorre lì buona parte della sua vita. Davanti a quattro schermi, uno ciascuno per Facebook, Twitter e Instagram, con i messaggi visualizzati sul quarto. Quando Morrissey non c'è, uno dei suoi giovani compagni di squadra si siede davanti ai monitor. I dipendenti sono 17, sette dei quali a tempo pieno. Il “bunker” è presidiato 24 ore su 24, compresi i fine settimana. Non esiste un quadro generale dell'ufficio. In generale gli italiani ne sanno molto poco. Ma pagano un prezzo: 314.000 euro all'anno, scrive la rivista politica lespresso.

Luca Morisi, 46 anni, filosofo mantovano, un uomo magro con il viso da ragazzino e gli occhi nervosi, è un “consigliere strategico per le comunicazioni” del ministro dell'Interno Matteo Salvini. Questa è la descrizione ufficiale del lavoro. Morrissey e la sua squadra sono sul libro paga del dipartimento.

I media italiani lo chiamano “megafono di Salvini”, “mentore” e “spin doctor”. Oppure: “La mente di Salvini”. Anche gli oppositori politici che trovano riprovevole il suo stile comunicativo lo considerano un genio. Appare raramente in pubblico, non risponde mai al telefono e non rilascia quasi nessuna intervista. Il quotidiano L'Espresso lo descrive come “uno degli uomini più influenti d'Italia”.

Anche gli oppositori politici che trovano riprovevole il suo stile lo considerano un genio

Morisi conferma che in Italia si parla costantemente e solo di Salvini, su tutti i canali, soprattutto online. Analizza argomenti orecchiabili e “hip” e li nutre con deliziose esecuzioni del repertorio salviniano. Si dice che Morrissey abbia sviluppato un algoritmo che ordina i flussi di informazioni e filtra la posizione più popolare dei commenti, il rumore di fondo delle persone, per servirlo. questo è facile. Salvini non dipinge un quadro del futuro e non ha visioni. Pronuncia le parole della gente, il che porta Mi piace e voti. Morrissey chiama la sua macchina del consenso “la bestia”.

In media, Monster pubblica un nuovo post ogni ora. Una provocazione contro l’Europa, contro Emmanuel Macron, contro i “buonisti” o i soccorritori marittimi nel Mediterraneo. Poi, più e più volte, ci sono state polemiche sull'immigrazione, legate a un rapporto in cui l'immigrato veniva notato negativamente. Questa potrebbe anche essere una “notizia falsa” e non ti scuserai mai. Nel mezzo, Morrissey inserisce immagini del suo capo in un ambiente privato, quasi intimo: Salvini che mangia pasta; Salvini in cucina con una bottiglia di Nebbiolo; Salvini con la figlia mentre vanno a scuola. Anche commento sul calcio. Salvini da comune cittadino italiano.

READ  Bruce Willis: la prima foto dopo la diagnosi di demenza! | divertimento

Ma Morrissey preferisce pubblicare video in cui il ministro si spara con il cellulare. Quando Salvini è al ministero, cosa che non accade spesso, sale sul tetto e si filma, con le cupole delle chiese sullo sfondo, e parla delle sue azioni. Recentemente un grosso gabbiano ha volato sopra la testa del ministro, cosa che lo ha disturbato brevemente. Questi video sono molto apprezzati dagli appassionati proprio perché sono destinati ai dilettanti. Cosa potrebbe desiderare di più un populista se non sembrare vicino alla gente?

La frequenza dei post è talmente alta che gli italiani hanno l'impressione che il vicepremier della Lega sia ovunque contemporaneamente, fisicamente e virtualmente, costantemente dal vivo e online. Morrissey definisce questo metodo un “gioco degli specchi”: ogni apparizione nell’arena viene trasmessa online, poi in TV, poi ritorna online, quindi di nuovo in TV. 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana. Se la provocazione scatena la rabbia, tanto meglio. È come se ci fosse solo Salvini. Questo è forse uno dei motivi principali della sua incredibilmente rapida ascesa. Morrissey preferiva.

Si sono conosciuti nel 2012, quando Salvini non era ancora presidente della Lega. A Morrissey piaceva il modo in cui Salvini appariva nei talk show: sicuro di sé e arguto. Poiché le casse della Lega erano vuote, Morisi convinse Salvini ad affidarsi ai nuovi media, che erano quasi gratuiti. Salvini ha ottenuto 18.000 Mi piace su Facebook, due anni dopo 520.000 Mi piace, e ora ci sono più di 3,6 milioni di Mi piace.

Non c’è nessun politico europeo più grande su Facebook di lui. È seguito da 1,5 milioni su Instagram e 1,1 milioni su Twitter. Morrissey conosce tutti i trucchi per ottenere di più, compresi i trucchi tecnici. A dieci anni programmò il suo primo computer. Successivamente ha studiato filosofia, ha fondato una società Internet e ha insegnato all'Università di Verona. Aderì al Partito della Lega all'età di diciannove anni e presto divenne membro del consiglio di contea. Era un attivista politico molto prima di incontrare Salvini.

READ  Michelle Hunziker: Avrebbe dovuto essere ripresa molto tempo fa | divertimento

Per rendere dolce il suono aspro, spesso attacca degli emoji. Baciare le bocche, per esempio

Quando Lega e Cenk Steli negoziarono l’accordo di coalizione nel 2018, Morrissey era al tavolo. Viene allora da chiedersi se il “filosofo digitale” sia qualcosa di più di un semplice esperto del web. Aiuta a determinare la linea politica di “Capitano”? Capitano, così i tifosi chiamano Salvini. Il titolo è stata un'idea di Morrissey. Ha anche insegnato a Salvini a dire “io” quando possibile.

A Morrissey piace minimizzare la sua influenza. Ha detto al conduttore del talk show Bruno Vespa che Salvini era un talento naturale, con un sicuro istinto per ciò che la gente voleva sentire; Non deve far altro che dividere i messaggi, impacchettarli e spedirli. Morrissey aggiunge spesso domande retoriche ai post aggressivi: “Non la pensi così anche tu?” O cosa ne pensi?” Così suggerisce il flusso di commenti.

Per screditare e ridicolizzare i critici di spicco della società civile, Morrissey, detto Salvini, usa spesso lo stesso trucco: dice loro di farsi gli affari propri. Come Mario Balotelli. La stella del football afroamericano si è battuto per l'introduzione dello “Ius Soli”, un diritto di cittadinanza per gli stranieri nati in Italia. @matteosalvinimi, l'account Twitter ufficiale, ha risposto: “Caro Mario, lo ius soli non è una priorità né per me né per gli italiani. Correte dietro al pallone”.

Per rendere dolce il suono aspro, Morrissey aggiunge spesso degli emoji: baciare le labbra, per esempio. Salvini ha recentemente registrato un video in cui racconta trionfalmente a Roberto Saviano, autore di “Gomorra” e pensatore di sinistra, che il suo ministero sta lavorando per riformare gli standard per le guardie del corpo delle persone minacciate. Saviano è stato per molti anni sotto scorta perché la mafia minacciava di ucciderlo. “Un bacione a Roberto Saviano”, iniziava il messaggio. Il Consiglio d’Europa ha trovato il video terrificante.

READ  Helmut Berger muore: la leggenda della recitazione muore "inaspettatamente"

Naturalmente, non è appropriato che il Ministro dell’Interno della Repubblica si prenda gioco dei suoi critici, li minacci e li esponga al ridicolo e all’odio dei suoi tifosi. Ma è proprio questo il motivo per cui la comunicazione funziona: perché si allontana dal politicamente corretto e tocca il cuore.

Morrissey dirige. Anche l'idea delle giacche stampate è stata una sua idea. Quando Salvini va in una città per fare campagna elettorale, di solito indossa giacche con il nome della città. Da quando è salito al potere, Salvini ha voluto indossare anche camicie e giacche della polizia, dei vigili del fuoco e dell’esercito. Il messaggio: il presidente ci protegge e rende sicuri i nostri confini. Morrissey lo esortò anche a incidere lo slogan “Prima gli italiani”, che significa “prima gli italiani”.

E naturalmente è stato Morrissey a chiedergli di sventolare il rosario in ogni occasione e invocare il Cuore Immacolato di Maria. La pietà arrivò da un giorno all'altro. Nella panchina, le persone si sono rese conto che c'erano ancora elettori vacanti che volevano servire. Ma voi apprezzate questo digiuno di Pasqua? Morrissey ha poi pubblicato sul suo account Twitter una foto di se stesso con Salvini, con in mano un mitragliatore. C'era questo commento: “Avete notato: si avvicinano le elezioni europee e tutti gettano fango sulla Liga per fermare il Capitano. Ma noi siamo armati e con il casco! Andiamo! Buona Pasqua”. Il malcontento fu grande e ci furono anche richieste di dimissioni. Non c'è niente di meglio.