Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

L'innovativa azienda di Gauting costruisce centrali elettriche galleggianti - Starnberg

L’innovativa azienda di Gauting costruisce centrali elettriche galleggianti – Starnberg

“Quella era l’India ora. Ho ancora intenzione di ottenere l’autografo”. Il direttore delle vendite Tobias Volkel si rallegra con sicurezza quando torna nel giardino di una casa ai margini dell’insediamento di una villa a Gautene dopo una telefonata con il cellulare in mano. Sinn Power ha sede qui nel distretto di Starnberg in un condominio poco appariscente e Philip Sinn ha fondato l’azienda otto anni fa.

Progetta e realizza sistemi solari che galleggiano sull’acqua, in un lago, in un lago, o anche in mare. Questa idea è richiesta come mai prima d’ora. Sinn e Völkel sono fiduciosi che venderanno ed equipaggeranno i primi sistemi quest’anno. Attualmente stanno negoziando con le parti coinvolte quasi ogni giorno. Ciò include un volume di ordini di diversi milioni di euro.

Le richieste provengono da tutto il mondo. Da quando Intersolar due settimane fa a Monaco di Baviera, importante fiera per il settore, c’è stato di più. Se sommi tutti questi ordini, l’output sarà di circa 1 gigawatt. Questo è troppo. Gli interessati provengono principalmente dall’Europa, ma anche da paesi come l’Indonesia, le Maldive, El Salvador e la Colombia.

O dall’India, dove un’azienda sta valutando l’utilizzo di armadi per installare lì una piattaforma “Made in Gautain”. “L’interesse è enorme”, afferma il fondatore dell’azienda Sinn. Questo è un momento in cui sta diventando sempre più importante allontanarsi dalle fonti energetiche tradizionali e cercare alternative.

Uno dei suoi modelli di sistema solare galleggia su Perchtinger Weiher

Il 44enne dimostra come funziona la tecnologia utilizzando modelli che ha allestito sui tavoli da birra nel giardino del condominio adibito ad ufficio. Da una semplice piattaforma a celle solari, che può essere utilizzata in acque stagnanti come i laghi, a una complessa costruzione per il mare, che resiste anche alle onde alte e può essere dotata non solo di impianti fotovoltaici, ma anche di pale eoliche e di un meccanismo che regola gli usi delle onde per produrre elettricità. “Siamo gli unici al mondo ad averlo”, dice Elshin, non senza orgoglio. Ora sembra che le persone di tutto il mondo abbiano familiarità con lui e la sua idea.

Ecco come potrebbero apparire i sistemi solari sul mare, mostrati qui usando Chicago.

(Foto: Shutterstock/Sinn Power)

Rappresentanti segnalati di società elettriche, nonché un certo numero di compagnie petrolifere. Anche i concetti di Shin power potrebbero essere di loro interesse. C’è ancora molta strada da fare, ma Sinn può immaginare di installare pannelli solari galleggianti attorno a impianti di perforazione che stanno ancora pompando gas o petrolio, usando l’elettricità per produrre idrogeno e mandandolo a terra negli oleodotti in uso fino ad ora.

Trasmissione di potenza: un sistema di prova dotato di pannelli solari galleggia su un piccolo stagno a Berchting.

Un sistema di test dei pannelli solari galleggia su un piccolo stagno a Berchting.

(Foto: SunPower)

E perché le celle fotovoltaiche sull’acqua in ogni luogo? È una questione di spazio. “Gli usi della terra”, dice El-Shin. “Queste sono aree giganti di cui hai bisogno.” Ci saranno molti specchi d’acqua in alternativa. La dimensione standard delle sue piattaforme galleggianti è di 72 x 72 metri. “Questo è davvero un enorme mercato in crescita, il settore galleggiante”, afferma Sen. E forse gioca anche un ruolo che l’imprenditore Gauting si è sempre sentito particolarmente a suo agio in acqua. Gli piace fare snorkeling, nuota due volte a settimana.

Le richieste provengono da tutto il mondo

Dal 2016 gestisce strutture di prova a Heraklion, la città portuale dell’isola greca di Creta. Lì stanno testando come l’elettricità può essere generata dai movimenti delle onde del mare. L’acqua solleva regolarmente gli oggetti galleggianti collegati alle strutture sul muro del porto. Lì viene testata anche una piattaforma galleggiante di 24 x 24 metri. Shin ha anche un ufficio lì.

Ha un padre notevole: l’economista Hans-Werner Sinn è stato presidente dell’Ifo Institute for Economic Research fino al 2016. Il figlio di Philip si è laureato in una scuola privata a Nymphenburg, ha studiato ingegneria industriale al King’s College di Londra e ha conseguito un master in ingegneria meccanica in Monaco.

È sempre stato un riformatore. Quando aveva poco più di vent’anni, racconta, ha brevettato la sua prima invenzione: uno speciale meccanismo di attacco per lo snowboard che consente al piede di ruotare in modo che la guida in un sollevamento con barra a T non sia del tutto confortevole. Sono rimasto con l’idea. Tuttavia, l’argomento della sua tesi sulla generazione di elettricità dal moto ondoso doveva diventare un pioniere nella sua successiva carriera. Con l’aiuto di una borsa di studio, ha fondato la sua azienda nel 2014, che ora conta quasi 30 dipendenti. Età media secondo le informazioni aziendali: 28 anni.

Uno dei suoi modelli fotovoltaici galleggia su un piccolo stagno vicino a Berchting. Ma ci sono ancora problemi con la dichiarazione corretta. Shen spera di trovare una soluzione praticabile in accordo con l’ufficio distrettuale di Starnberg. Dopotutto, l’oggetto di visualizzazione viene utilizzato anche per mostrare gli ospiti. Voleva infatti trovare un luogo adatto nella zona, diciamo un laghetto di cava, per installare lì uno dei suoi sistemi e usarlo per produrre elettricità qui. Non solo in India e in altri paesi del mondo.

.

READ  Coronavirus Live Index: +++ 04:50 RKI segnala 11.518 nuove infezioni +++