Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Le società finlandesi tagliano i rapporti commerciali con la Russia - EURACTIV.com

Le società finlandesi tagliano i rapporti commerciali con la Russia – EURACTIV.com

Le principali società finlandesi si stanno allontanando da qualsiasi cosa abbia a che fare con la Russia in segno di solidarietà con l’Ucraina.

Group K, un conglomerato di rivenditori con sede a Helsinki e una delle più grandi società commerciali del Nord Europa, ha annunciato lunedì che non avrebbe acquistato prodotti russi né esportato cibo in Russia.

L’azienda impiega circa 39.000 persone in Finlandia, Svezia, Norvegia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Bielorussia ed è specializzata in vendita al dettaglio, cibo e costruzioni.

Una mossa simile è stata intrapresa dal Gruppo S, una rete di proprietà finlandese di clienti aziendali nei settori della vendita al dettaglio e dei servizi. L’azienda ha più di 1.800 filiali in Finlandia e opera nel settore dei viaggi e dell’ospitalità in Estonia e Russia. Rimuoverà dai suoi scaffali una cinquantina di articoli di origine russa, inclusi tessuti e cibo.

Il monopolio della vendita al dettaglio finlandese Alko ha compiuto un passo simile lunedì, vietando i prodotti russi dai suoi negozi anche se rappresentano solo lo 0,1%, o circa il 30%, dei suoi prodotti.

Molti finlandesi hanno anche risposto all’invasione russa dell’Ucraina boicottando 100 stazioni di servizio e 217 stazioni di servizio disabitate gestite da Teboil, una sussidiaria della russa Lukoil. Alcuni sindacati hanno anche invitato i loro membri a unirsi al boicottaggio.

Neste, una società di raffinazione e commercializzazione del petrolio di proprietà del governo finlandese al 36%, fa affidamento sul petrolio greggio estratto dal Mare del Nord e non utilizzerà più petrolio greggio dalla Russia. Circa l’80 per cento del petrolio greggio importato in Finlandia proviene dalla Russia.

Nokian Tyres, uno dei maggiori produttori di pneumatici al mondo, produce la maggior parte dei suoi prodotti vicino a San Pietroburgo, in Russia. Secondo Reuters, l’azienda finlandese sposterà una parte significativa della sua produzione negli Stati Uniti. Lunedì, le azioni della società hanno perso circa il 25% del loro valore.

READ  Il prezzo dell'oro: esperto finanziario: l'oro appartiene a tutti i portafogli - perché la guerra in Ucraina ne è una prova impressionante | newsletter

Secondo le statistiche doganali finlandesi, ci sono circa 2.000 aziende finlandesi che hanno relazioni commerciali con la Russia. La stima iniziale era che circa il 25 per cento di loro sarebbe stato colpito dalle sanzioni.