Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Le preoccupazioni per inflazione e tassi di interesse sono un peso: DAX in rosso

Le preoccupazioni per inflazione e tassi di interesse sono un peso: DAX in rosso


Rapporto di mercato

Stato: 20/09/2022 12:59

Il viaggio del DAX nella zona positiva è stato solo breve al mattino. Il benchmark del mercato azionario tedesco non può sostenere i suoi guadagni. In vista del movimento dei tassi di interesse negli Stati Uniti, gli investitori stanno trattenendo nuovi acquisti.

Il DAX si era già leggermente spostato verso i 13.000 punti, ma poi i buoni indicatori di Wall Street non erano più sufficienti. L’indice principale è attualmente scambiato a circa 12.700 punti ed è quindi in rosso dello 0,8%.

L’azione sui prezzi richiede cautela

Gli investitori sono titubanti sulla decisione di domani sul tasso di interesse da parte della Federal Reserve dopo la sua riunione che inizia oggi. La maggior parte del mercato si aspetta un aumento dello 0,75% del tasso chiave. Se la banca centrale inasprisse ulteriormente la politica monetaria, il mercato azionario potrebbe reagire con ulteriori perdite.

Le specifiche sono in realtà a buon mercato

Ieri sera le borse americane hanno registrato guadagni. Anche i mercati asiatici hanno seguito Wall Street in territorio positivo in mattinata. Tuttavia, l’incertezza del mercato rimane elevata. I futures statunitensi stanno attualmente indicando che anche la tendenza a New York sta tornando al ribasso all’inizio delle negoziazioni tedesche di mezzogiorno.

La Svezia aumenta drasticamente i tassi di interesse chiave

La lotta all’inflazione elevata aumentando i tassi di interesse è in pieno svolgimento anche in Svezia. La banca centrale svedese ha alzato oggi il suo tasso di interesse di riferimento di un intero punto percentuale all’1,75%. È il terzo aumento di prezzo quest’anno. Gli analisti si aspettavano un maggiore inasprimento della politica monetaria, ma la maggior parte si aspettava una mossa di 0,75 punti percentuali. Di recente, l’inflazione in Svezia è salita a quasi il dieci per cento.

READ  La Camera di Commercio di Vienna consiglia alle aziende di passare alle auto elettriche

I prezzi alla produzione stanno aumentando a velocità record

Anche in Germania l’inflazione dovrebbe rimanere alta per molto tempo. Il Prezzi alla produzione In media del 45,8% ad agosto, principalmente a causa dell’aumento dei prezzi dell’energia. Questo è “l’aumento più alto rispetto allo stesso mese dell’anno scorso da quando l’indagine è iniziata nel 1949”, secondo l’Ufficio federale di statistica. Gli economisti intervistati da Reuters si aspettavano un calo al 37,1%. I prezzi alla produzione sono considerati un precursore nello sviluppo dell’inflazione generale.

HeidelbergCement sperimenta venti contrari

Al DAX, i vincitori sono rari a mezzogiorno. Dopo una valutazione negativa della banca d’investimento Exane BNP Paribas, le azioni di HeidelbergCement sono scese al fondo dell’indice DAX con un quattro negativo. L’analista Paul Roger prevede enormi venti contrari in Europa e nei mercati emergenti nel 2023 e un deludente sviluppo degli utili fuori dal controllo del management.

Le preoccupazioni sui tassi di interesse pesano sul settore immobiliare

Anche Vonovia in DAX, TAG in MDAX e Grand City in SDAX hanno registrato perdite maggiori oggi. Prima dell’aumento dei tassi negli Stati Uniti, le azioni stanno già reagendo a tassi ipotecari più elevati, che probabilmente influenzeranno il settore nei prossimi anni.

Porsche IPO وصول Arrivo

Con un aumento del prezzo di circa il tre percento, le azioni della holding automobilistica Porsche SE sono ora l’unico leader nell’indice DAX. La società ha annunciato ieri sera dopo la pubblicazione del prospetto azionario che il periodo di sottoscrizione delle azioni privilegiate della società di auto sportive Volkswagen, Porsche AG, inizia oggi. L’analista Philip Hoshua della casa di investimento Jefferies ha scritto in uno studio che gli investitori sono molto interessati alle azioni in uscita.

READ  "Il ritorno della Russia non è affatto in vista"

Henkel mira a generare più vendite

Grazie all’ottimo lavoro svolto nella divisione adesivi, il gruppo di beni di consumo Henkel ha alzato ancora una volta le sue previsioni di vendita per l’anno in corso. Nel 2022, la crescita organica dovrebbe essere compresa tra il 5,5% e il 7,5%. Henkel aveva precedentemente promesso dal 4,5 al 6,5%. Il business degli adesivi ha continuato la sua forte crescita organica delle vendite nel terzo trimestre. Qui, Henkel ora prevede un aumento dal dieci al dodici percento per il 2022.

TUI è quasi al livello pre-crisi

Gruppo di viaggio fiducioso in inverno. Sebbene sia ancora presto, la società ha affermato, “ci aspettiamo che il nostro programma invernale si avvicini ai normali livelli pre-pandemia”. Le prenotazioni per l’inverno 2022/23 sono attualmente al 78% del livello dell’inverno 2018/19. Per il quarto trimestre, il Consiglio di Amministrazione presuppone che saranno generati risultati trimestrali positivi per la quinta volta consecutiva.

Kingfisher con profitti inferiori

La catena di negozi di ferramenta britannica Kingfisher ha dovuto fare i conti con un calo dei profitti di quasi il 30% nella prima metà dell’anno. Tuttavia, l’utile rettificato al lordo delle imposte è stato leggermente superiore alle stime degli analisti di 472 milioni di sterline. Inoltre, l’andamento delle vendite nel settore outdoor e negli articoli di grandi dimensioni si è dimostrato stabile nonostante l’aumento del costo della vita. Le entrate totali rettificate per la valuta si sono ridotte del 2,8% a 6,81 miliardi di sterline.

PepsiCo interrompe la produzione in Russia

READ  Le auto elettroniche sono come guidare un'auto a benzina - solo elettriche: niente più paura dell'autonomia! | vita e conoscenza

La società americana di bevande PepsiCo ha interrotto la produzione in Russia circa sei mesi dopo lo scoppio della guerra in Ucraina. Secondo Reuters, la società ha interrotto la produzione di concentrati PepsiCola, Mirinda, 7Up e Mountain Dew in Russia. Le indagini condotte dall’agenzia di stampa in supermercati, rivenditori e palestre in estate hanno rivelato che, contrariamente alle promesse, lattine e bottiglie di Pepsi sono ancora in vendita. L’Occidente non ha incluso cibo e bevande come parte di misure più ampie volte a punire la Russia per le sue azioni in Ucraina.