Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Le immagini satellitari mostrano l’enorme portata della distruzione

Le immagini satellitari mostrano l’enorme portata della distruzione

Dopo la distruzione della diga di Kakhovka nella zona di guerra ucraina, le conseguenze diventano sempre più evidenti. Ci sono stati avvertimenti di una simile catastrofe nella regione ucraina del Chersoneso molto tempo dopo che la Russia aveva minato la diga mesi prima. La diga sul fiume Dnepr è crollata dopo un’esplosione martedì mattina. Sebbene Ucraina e Russia si incolpino a vicenda, secondo gli esperti, tutto indica la colpa dell’aggressore russo.

Leggi di più dopo l’annuncio

Leggi di più dopo l’annuncio

+++ Tutti gli sviluppi della guerra contro l’Ucraina nel live blog +++

Nuove immagini satellitari di Maxar mostrano l’entità del danno e come le masse d’acqua scorrono in direzione sud-ovest.

(tieni premuto il punto bianco e sposta il cursore a sinistra e a destra prima e dopo il confronto)

Leggi di più dopo l’annuncio

Leggi di più dopo l’annuncio

In particolare, le località sul lato sud-orientale del Dnepr, cioè nelle regioni occupate dalla Russia, furono colpite dal disastro. Il sindaco di Nowa Kakhovka, nominato dalla Russia, ha dichiarato alla televisione di stato russa che la riparazione della diga non è possibile. Anche l’operatore della centrale elettrica ucraina ha parlato della completa distruzione dell’impianto. Le immagini subito dopo il disastro mostrano la distruzione del muro della diga a una distanza di 300 metri.

Le immagini satellitari mostrano, tra le altre cose, il granaio Kosazky nel sud dell’Ucraina – prima della devastazione del 5 giugno e dopo la devastazione. La diga si trova direttamente in prima linea tra i territori occupati dalla Russia e i territori ucraini. Durante la guerra in corso contro l’Ucraina, la diga è stata oggetto di frequenti incendi.

READ  Arrestate 20 persone: raid nella casa del vicecapo di Hamas

Inondazioni da una diga: strade e villaggi possono solo essere indovinati

Secondo le autorità, oltre 1.500 abitazioni sono state allagate. Nowa Kachowka, una città direttamente sulla diga, è completamente sommersa. Ci sono già problemi con l’approvvigionamento idrico in molti luoghi, tra cui Kryvyi Rih, Marhanez e Nikopol.

Leggi di più dopo l’annuncio

Leggi di più dopo l’annuncio

Molti insediamenti allagati sono tagliati fuori dalle forniture di elettricità, gas e acqua. I soccorritori usano le barche per cercare le persone in attesa di aiuto sui loro tetti allagati.

Anche nel villaggio di Oleschky solo le case sporgono dall’acqua e danno un’idea di dove fossero le strade e i villaggi. Secondo gli esperti, la Russia beneficerà maggiormente della distruzione della diga. Credono che la Russia abbia fatto saltare la diga per rendere difficile agli ucraini la contromanovra e impedire la loro avanzata.

La distruzione della diga, che costituisce un crimine di guerra ai sensi del diritto internazionale, è avvenuta mentre l’Ucraina si preparava a un possibile contrattacco. Gli attacchi delle forze ucraine nell’est del Paese sono aumentati dalla scorsa settimana. Inoltre, mentre le fortificazioni russe sono state colpite dalle inondazioni, la Russia ha avuto più tempo per costruire difese interne più lontane dall’area allagata.