Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Lampedusa: le barche dei profughi che trasportavano più di 1.000 persone hanno attraccato a Lampedusa

panorama Isola del sud Italia

Barche di profughi con 1.200 persone hanno attraccato a Lampedusa

Diverse barche con circa 1.200 persone hanno attraccato sull’isola meridionale italiana di Lampedusa. Intanto le autorità giudiziarie siciliane hanno nuovamente arrestato una nave di soccorso tedesca dell’organizzazione di soccorso Sea-Watch.

ioIn Italia, il numero di migranti in barca in arrivo attraverso il Mediterraneo è aumentato notevolmente. Nella sola piccola isola di Lampedusa, circa 1.200 persone sono arrivate con diverse imbarcazioni nel fine settimana, ha riferito domenica l’ANSA. Lampedusa si trova tra il Nord Africa e la Sicilia. Nelle ultime settimane, i soccorritori marittimi hanno anche notato che un gran numero di migranti sta nuovamente compiendo il pericoloso viaggio verso l’Europa su gommoni e piccole navi di legno, spesso dalla Libia.

“Con il bel tempo, il numero degli arrivi aumenterà di nuovo”, ha detto il sindaco Tutu Martello, radio RAI. Matteo Salvini, leader del partito di destra Liga, ha invitato il premier Mario Draghi ad affrontare la questione.

Nel frattempo, secondo quanto riportato dai media, le autorità giudiziarie siciliane avrebbero nuovamente arrestato una nave di soccorso tedesca dell’organizzazione umanitaria Sea-Watch.

Leggi anche

Quando il Sea-Watch 4 è stato ispezionato, a bordo sono stati trovati troppi giubbotti di salvataggio. L’autorità ha detto che il sistema fognario della nave non è stato progettato per un numero così elevato di persone che erano state salvate.

Gli attivisti hanno usato la ricerca come scusa per catturare la nave. “Speriamo che le autorità non ci impediscano di lasciare il Mediterraneo centrale con accuse ridicole a cui ci siamo già abituati”, ha detto Sea-Watch Italia.

READ  Il seguente tentativo è già stato fatto: L'elicottero Marte non è riuscito durante il tentativo di volo

La strada tra il Nord Africa e la Sicilia è una delle più pericolose per i profughi

La Guardia Costiera italiana ha sequestrato a marzo un’altra nave dell’organizzazione, la “Sea Watch 3”, nel porto siciliano di Augusta. Anche in questo caso l’autorità si è avvalsa di violazioni delle norme di sicurezza.

La rotta marittima attraverso il Mediterraneo è una delle rotte più importanti per i rifugiati in viaggio verso l’Europa. Secondo una statistica Organizzazione internazionale per le migrazioni (IOM) Quasi 530.000 persone sono arrivate in Italia in questo modo dall’inizio del 2015, di cui circa 6.000 dall’inizio dell’anno.

Leggi anche

La Svezia ha sostenuto una politica di immigrazione liberale al più tardi durante la crisi dei rifugiati.

Tuttavia, la strada tra il Nord Africa e la Sicilia è anche una delle più pericolose per i rifugiati. Dal solo gennaio, secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni, più di 200 persone sono annegate o sono scomparse nel Mediterraneo durante il viaggio verso l’Italia o Malta.