Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La Russia vuole attaccare l’Ucraina così come la capitale Kiev

New York Secondo il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, la Russia ha in programma di attaccare l’Ucraina la prossima settimana, inclusa la densamente popolata capitale Kiev. Biden ha detto venerdì alla Casa Bianca di essere “convinto” che il presidente russo Vladimir Putin abbia preso la decisione di invadere l’Ucraina. Biden ha aggiunto: “Non penso che stia considerando lontanamente l’uso di armi nucleari”. Putin sta cercando di “convincere il mondo che può cambiare le dinamiche in Europa”. Tuttavia, non poteva farlo.

“Non è troppo tardi per tornare al tavolo dei negoziati”, ha detto il presidente degli Stati Uniti. Ha accolto con favore in questo contesto il fatto che il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov abbia voluto incontrare il segretario di Stato americano Anthony Blinken il 24 febbraio. Ma se la Russia diventa militarmente attiva prima di quella data, significa che sta chiudendo la porta alla diplomazia”.

Biden è stato consultato telefonicamente dal Cancelliere Olaf Schultz e da altri capi di Stato e di governo. All’appello hanno partecipato oltre a Schulz e Biden, il presidente francese Emmanuel Macron, il primo ministro britannico Boris Johnson, i presidenti di Polonia e Romania, il primo ministro canadese e i leader dell’Unione Europea e della NATO.

La portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha detto sabato sera che Biden ha in programma di tenere un incontro con il Consiglio di sicurezza nazionale domenica. Biden è stato anche informato sui colloqui del vicepresidente Kamala Harris con gli alleati alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco.

I migliori lavori di oggi

La situazione è sempre più tesa

La situazione in Ucraina continua a peggiorare: sabato la Russia per l’energia nucleare ha condotto una manovra utilizzando missili balistici. La manovra è stata annunciata venerdì. Interfax ha citato il suo portavoce, Dmitry Peskov, dicendo a Mosca che il presidente Vladimir Putin aveva iniziato le esercitazioni dal Cremlino. C’era anche il governatore della Bielorussia Alexander Lukashenko. Si era già recato nella capitale russa per colloqui venerdì. I politici sono visti a un grande tavolo nelle foto dei media statali.

Secondo il governo di Kiev, i combattimenti sono scoppiati di nuovo nelle province di Donetsk e Luhansk nell’Ucraina orientale, controllate dai separatisti russi. Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha parlato di un allarmante e forte aumento dei bombardamenti nell’Ucraina orientale. Anche l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) ha preso atto delle crescenti violazioni del cessate il fuoco concordato.

A causa del rischio di un’escalation militare nell’Ucraina orientale, i separatisti filo-mosca hanno chiesto ai civili di fuggire nella vicina Russia. In primo luogo, “donne, bambini e anziani” devono essere portati in salvo, ha affermato Denis Pushilin, il leader dei separatisti a Donetsk, in una lettera pubblicata venerdì. “La partenza temporanea salverà la vita dei tuoi parenti”.

I separatisti hanno accusato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky di voler lanciare un attacco “nel prossimo futuro”. Kiev ha ripetutamente negato le accuse di preparare l’attacco. Inoltre, le accuse secondo cui i soldati ucraini bombarderanno gli insediamenti sono false.

Francia La Germania chiede alla Russia di fermare l’escalation

Il ministro degli Esteri tedesco Annalena Barbock e il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian hanno definito “estremamente preoccupante” l’aumento delle violazioni del cessate il fuoco lungo la linea di contatto degli ultimi giorni.

READ  Gli assassini costringono una donna (21) a scavarsi la fossa!

Hanno preso atto degli sfratti annunciati, ma hanno chiarito che “non vedono assolutamente alcuna prova per queste accuse. Chiediamo alla Russia di usare la sua influenza sulle autoproclamate repubbliche per chiedere moderazione e contribuire alla riduzione dell’escalation”.

Si teme che gli eventi orchestrati possano essere usati impropriamente come pretesto per una possibile escalation militare. “Continuiamo a sottolineare la nostra grave preoccupazione per il massiccio accumulo militare della Russia dentro e intorno all’Ucraina e chiediamo alla Russia di contribuire alla riduzione dell’escalation ritirando in modo significativo le forze militari vicino ai confini dell’Ucraina”, afferma la dichiarazione.

>> Per saperne di più sulla crisi in Ucraina qui: Aiuti da Londra, Varsavia e Ankara: l’Ucraina crede nelle alleanze

Biden ha spiegato che il governo degli Stati Uniti sta parlando apertamente dei piani della Russia per contrastare gli sforzi di Mosca di attaccare l’Ucraina con il pretesto. Se la Russia continua ad attuare i suoi piani, sarà responsabile di una guerra “catastrofica” che inizierà da sola. Tra le altre cose, la Russia sta cercando di utilizzare false informazioni per creare un pretesto per un attacco all’Ucraina.

Finora, il governo degli Stati Uniti ha sempre sostenuto di non sapere se Putin abbia preso la decisione di invadere l’Ucraina. Secondo la Germania, le democrazie occidentali classificano i rischi di un attacco russo all’Ucraina come “molto reali”. Dopo le deliberazioni di venerdì sera, il portavoce del governo tedesco Stephen Hebestreet ha annunciato venerdì che era stato concordato che la Russia avrebbe dovuto dare un segnale di de-escalation.

Secondo il governo federale, il compito centrale ora è mantenere la finestra aperta per la diplomazia. Anche l’ultima risposta russa al governo Usa va valutata in questo senso. L’attuazione degli accordi di Minsk per l’Ucraina orientale nel formato Normandia deve continuare da parte di Germania, Francia, Ucraina e Russia.

READ  Campagna contro Biontech: YouTuber dovrebbe apparentemente ottenere un vaccino Corona per motivi di denaro

Hebestreet ha affermato che i governi occidentali hanno espresso ancora una volta la loro “continua solidarietà e sostegno” all’Ucraina. Allo stesso tempo, hanno ribadito la loro disponibilità ad adottare misure di vasta portata contro la Russia in caso di un’ulteriore aggressione russa contro l’Ucraina.

Alla domanda su possibili disaccordi con gli europei sulle sanzioni in caso di attacco, Biden ha detto che potrebbero essere di più, non di meno.

Con materiali dell’agenzia di stampa tedesca e Reuters.

di più: Puoi leggere tutte le notizie sulla crisi ucraina nel blog delle notizie.