Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La Russia lancia missili contro una centrale nucleare in Ucraina in memoria di Chernobyl

L’esercito russo ha lanciato missili contro la più grande centrale nucleare d’Europa.

Martedì mattina, l’operatore della centrale nucleare di Zaporizhia “Energoatum” ha annunciato che alle 6:41 e alle 6:46 due missili da crociera delle forze russe hanno sorvolato il sito in direzione della città omonima. Poi ci sono state segnalazioni di esplosioni di razzi dalla città.

“Fare volare missili a bassa quota direttamente sul sito della centrale nucleare, dove ci sono sette impianti nucleari con un’enorme quantità di materiale nucleare, pone enormi rischi. Alla fine, i missili possono colpire uno o più impianti nucleari e questo rappresenta una minaccia di catastrofi nucleari e radiologiche in tutto il mondo”, ha affermato Petro Cotten, Presidente di Energoatom.


L’incidente è avvenuto proprio nell’anniversario del disastro nucleare Chernobyl (26 aprile 1986, vicino alla città ucraina di Pripyat). In quel momento ci fu una devastante esplosione nel reattore n. 4 della centrale nucleare. Quindi la nuvola radioattiva si è spostata attraverso l’intero emisfero settentrionale.

La più grande centrale nucleare d’Europa nelle mani della Russia da marzo

La centrale nucleare di Zaporizhia è la più grande centrale nucleare d’Europa. era finito Invasione russa L’Ucraina è stata bombardata in diverse occasioni. La notte del 4 marzo 2022 Inizialmente ha preso fuoco dopo un attacco di un carro armato Poi fu catturato dall’esercito russo. Attualmente è ancora sotto il controllo delle forze russe.


L'attacco alla centrale nucleare di Zaporizhia il 4 marzo ha provocato un incendio nel sito.  Successivamente, le forze russe occuparono la fabbrica

L’attacco alla centrale nucleare di Zaporizhia il 4 marzo ha provocato un incendio nel sito. Successivamente, le forze russe occuparono la fabbricaFoto: – / AFP

“Gli occupanti stanno conservando attrezzature pesanti e munizioni nel sito della centrale nucleare, trasformando di fatto la centrale in una base militare e terrorizzando il personale e i residenti della centrale”, ha affermato martedì l’operatore Energoatom.

La centrale nucleare di Zaporizhia è stata catturata da un comandante militare russo, ma è ancora gestita da personale ucraino.

Secondo l’Agenzia internazionale per l’energia atomica, alcuni canali di comunicazione tra la stazione e il mondo esterno sono stati interrotti o deteriorati dall’attacco alla stazione. L’Agenzia internazionale per l’energia atomica considera ciò una flagrante violazione delle regole di base per il funzionamento sicuro di un impianto nucleare.

Dal 13 marzo, almeno, la trasmissione automatica dei dati dalla centrale nucleare all’Agenzia internazionale per l’energia atomica dovrebbe funzionare di nuovo.

Si dice che circa 400 soldati russi siano attualmente nella centrale. Inoltre, sono arrivati ​​gli esperti della società statale russa Rosatom per valutare l’integrità del sistema ed eseguire le riparazioni necessarie.

► Secondo il capo di Energoatom Kotin, i dipendenti di Rosatom hanno annunciato il 13 marzo che la centrale nucleare è ora la centrale di Rosatom e non è più di proprietà dell’Ucraina. Hanno detto che sono lì a lungo termine e che le loro terre lo sono ora, quindi la centrale nucleare deve essere gestita secondo le normative Rosatom.

“La guerra di Putin” – Gli utenti dell’app possono iscriversi alla nostra nuova newsletter qui!

READ  Afghanistan Live: Barbock accusa il governo federale di fallimento