Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Consegna Gazprom: la Russia interrompe le consegne di gas a Polonia e Bulgaria

all’estero Consegna tramite Gazprom

La Russia interrompe le forniture di gas a Polonia e Bulgaria

Putin riceve Guterres a Mosca – I paesi occidentali si incontrano a Ramstein

In una conferenza presso la base aerea statunitense di Ramstein nella Renania-Palatinato, i paesi occidentali, inclusa la Germania, si sono impegnati a consegnare più armi all’Ucraina. Nel frattempo, il presidente russo Putin ha ricevuto a Mosca il segretario generale delle Nazioni Unite Guterres.

A partire da mercoledì, la Russia vuole interrompere la fornitura di gas a Polonia e Bulgaria. Sullo sfondo c’è la disputa sul tipo di pagamento, in dollari, euro o rubli. Il governo degli Stati Uniti ha già annunciato il suo sostegno.

SOlin e la Bulgaria dovranno rinunciare alle forniture di gas russe da mercoledì. I governi polacco e bulgaro hanno dichiarato martedì che la compagnia russa del gas Gazprom aveva detto loro di interrompere la fornitura. Se più di questi provvedimenti venissero presi contro altri paesi, ciò potrebbe avere gravi conseguenze economiche, soprattutto in Germania, che è fortemente dipendente dalle forniture di gas russe. Tuttavia, anche la Russia si taglierà dal corpo.

Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato a marzo che i clienti “ostili” non sarebbero stati riforniti di gas se non avessero pagato Gazprom in rubli. È chiaro che ha voluto contrastare il deprezzamento del rublo causato dalle sanzioni occidentali. I paesi occidentali si sono rifiutati di conformarsi perché ciò avrebbe minato le loro sanzioni. Si riferivano anche a contratti validi. Circa il 60 per cento dei contratti del gas sono in euro e il resto in dollari.

La compagnia statale polacca del gas PGNiG ha dichiarato di essere stata informata da Gazprom che la società avrebbe interrotto le forniture attraverso il gasdotto Yamal mercoledì mattina. Il motivo è il rifiuto della Polonia di pagare la consegna in rubli, su richiesta della Russia.

Leggi anche

L’oleodotto Yamal attraversa la Bielorussia e rifornisce la Germania e la Polonia. Secondo il sito web della Rete europea degli operatori del sistema di trasporto, il flusso di gas ai punti di ingresso di Kondrati nella Polonia orientale e Vaisokay in Bielorussia è già notevolmente diminuito.

La Polonia riceve circa nove miliardi di metri cubi di gas naturale dalla Russia ogni anno. Il ministro dell’Ambiente Anna Moskowa ha affermato che la Polonia è pronta per la situazione attuale. Il vostro paese ha lavorato per anni per diventare indipendente dalle forniture energetiche russe e lo ha fatto nella pratica. “Non mancheranno gli appartamenti polacchi”, ha scritto su Twitter.

Il governo polacco ha confermato questa settimana che avrebbe fornito carri armati all’esercito ucraino. Inoltre, il paese è un importante paese di transito per le spedizioni di armi dagli Stati Uniti e da altri paesi occidentali verso l’Ucraina.

Leggi anche

Christian Lindner (FDP)

Il governo bulgaro ha respinto la proposta russa di pagare il gas in una procedura in due fasi. Ha detto che ciò viola i trattati esistenti e rappresenta un grande pericolo per la Bulgaria. Tra l’altro c’è il rischio che la Bulgaria paghi ma la fornitura non avvenga. Gazprom ha recentemente annunciato che le consegne tramite il gasdotto Turkstream saranno interrotte mercoledì. Con l’aiuto di imprese statali, si cercano alternative alla consegna russa.

La Bulgaria, con una popolazione di circa 6,5 ​​milioni di abitanti, copre oltre il 90% del proprio fabbisogno di gas dalle importazioni russe. Il governo ha confermato che per il momento non ci saranno restrizioni alla fornitura di gas alle abitazioni private. Il gabinetto liberale che si è insediato in autunno ha interrotto molti dei tradizionalmente stretti legami con la Russia e ha anche condannato l’invasione russa dell’Ucraina. La Bulgaria fornisce aiuti umanitari all’Ucraina ma è riluttante a fornire forniture militari. Il primo ministro Kirill Petkov voleva recarsi a Kiev mercoledì e parlare di ulteriori aiuti.

Leggi anche

L'ex cancelliere tedesco Gerhard Schroeder

Il governo degli Stati Uniti ha detto che si stava preparando a una mossa del genere da parte della Russia. Tra le altre cose, la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha affermato che ai paesi asiatici è stato chiesto di aumentare le spedizioni in Europa. Gli sforzi continueranno.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando il toggle su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Nel Podcast “Per iniziare” Ti forniamo le informazioni di base più essenziali su un importante argomento politico della giornata dal lunedì al venerdì in una conversazione con gli esperti WELT. Dalle 6 del mattino, in soli 10 minuti.

READ  Maßnahme bei Experten umstritten: Impfpflicht für Erwachsene in Österreich kommt