Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Italia: Haiko Mass ha l’opportunità di accogliere i rifugiati

Paesi confinanti Coloni in barca

La messa ha promesso di prendere i rifugiati

Riunione dei ministri degli esteri dell'UE

Il ministro degli esteri federale Haiko Mass

Fonte: dpa / Olivier Matthys

Haiko Mass ha parlato con il suo rappresentante italiano dei crescenti movimenti di rifugiati nel Mediterraneo. Il ministro degli Esteri tedesco ha invitato gli altri paesi dell’UE a mostrare solidarietà all’Italia, soprattutto dove un gran numero di persone si riversa sulla costa.

BE il ministro degli Esteri Heiko Moss ha offerto all’Italia l’opportunità di accogliere i profughi, che ora stanno emergendo sempre più dall’Africa attraverso il Mediterraneo. “L’Italia non dovrebbe essere sola con questa domanda”, ha detto il politico dell’SPD dopo aver parlato mercoledì a Roma con il suo rappresentante italiano Luigi de Mayo.

“La Germania ha già partecipato alla distribuzione dei richiedenti asilo in passato e continueremo a farlo in futuro”, ha detto Mass. Chiunque dica che l’Italia non può essere lasciata sola deve trarne delle conclusioni. Ma deve valere anche per altri Stati membri dell’UE.

La messa non ha specificato un certo numero di rifugiati che la Germania sarebbe disposta ad accettare. Il governo federale, in particolare, chiarirà con il ministero dell’Interno quali saranno le conseguenze se il numero dei profughi continuerà ad aumentare. In passato sono sempre stati raggiunti accordi con la Germania e i rifugiati. Ora sarà strettamente integrato con l’Italia.

leggi di più

Aspetta, gela, spera: rifugiati dopo l'arrivo a Lampedusa

Il ministro degli Esteri italiano Luigi de Mayo ha chiesto ulteriore solidarietà da parte dei partner dell’UE nella crisi dei rifugiati dopo i colloqui con Mass. “L’Italia ha bisogno di aiuto”, ha detto Di Mio. Il governo italiano insiste su una chiave di approvvigionamento nell’UE.

Il governo di Roma sta cercando di ottenere un impegno da altri paesi dell’UE per catturare i migranti in barca. Secondo la Commissione europea, nessun paese ha accettato di farlo entro mercoledì pomeriggio. Non c’è messaggio, è stato detto su richiesta dell’autorità. Più di recente, l’Austria ha rifiutato di accettare rifugiati dall’Italia dai paesi dell’UE. “La distribuzione non è una soluzione, ma parte del problema, e peggiorerà solo la situazione nei paesi al confine”, ha detto al WELT il ministro dell’Interno Carl Nehmer (ÖVP).

Il numero di immigrati in arrivo è più che triplicato

Negli ultimi giorni il numero di rifugiati e migranti in arrivo nell’isola italiana di Lampedusa è nuovamente aumentato. Da qualche giorno sulla piccola isola del Mediterraneo sono sbarcati sempre più migranti in barca, principalmente dalla Libia e dalla Tunisia, in poco tempo sono stati oltre i 2000. Circa 1500 immigrati in barca stanno attualmente aspettando in un accampamento affollato a Lampedusa. Secondo quanto riportato dai media italiani, il campo di accoglienza è stato progettato per poche centinaia di residenti. Alcuni dei rifugiati hanno dovuto passare la notte fuori, si diceva.

Complessivamente, il numero di migranti in arrivo in Italia attraverso il Mediterraneo entro il 12 maggio è triplicato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Fino a mercoledì, più di 13.000 persone si erano registrate. Un gran numero di immigrati è arrivato, soprattutto dalla Tunisia, dal Bangladesh e dalla Costa d’Avorio. Tuttavia, i valori in Italia nel 2021 sono ancora molto inferiori rispetto a qualche anno fa dalla crisi dei rifugiati.

leggi di più

La Svezia dice addio alla sua politica di immigrazione liberale durante la crisi dei rifugiati.

Martedì, il governo italiano ha respinto un rapporto che voleva proporre pagamenti fermi alla Libia per prevenire la migrazione dei rifugiati dall’Unione europea attraverso il Mediterraneo. L’ufficio del primo ministro Mario Tracy ha dichiarato martedì che non vi è attualmente alcun tentativo di redigere un accordo con la Turchia che potrebbe essere concluso.

READ  La storia di successo di Hyundai continua in Italia / WRC