Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Italia, Belgio e Polonia sono già state implementate: queste le strategie di vaccinazione Corona per i partecipanti ai mercati emergenti

Dopo che il calciatore danese Christian Eriksen è crollato nella partita del Campionato Europeo contro la Finlandia, il mondo del calcio è ancora sotto shock. Pochi giorni dopo il collasso di Eriksen sul campo e da rianimare sul posto, già circolavano le prime indiscrezioni: il collasso di Dane era legato a una vaccinazione corona. Tuttavia, sembra che non ci sia alcun collegamento con Corona. Ma per quanto riguarda l’andamento della vaccinazione all’interno delle squadre. Panoramica di alcuni partecipanti EM per i quali è noto lo stato di vaccinazione.

[Wenn Sie die wichtigsten Nachrichten zur EM live auf Ihr Handy haben wollen, empfehlen wir Ihnen unsere App, die Sie hier für Apple- und Android-Geräte herunterladen können.]

Gli Europei di calcio 2020 sono stati rinviati al 2021 a causa della pandemia di Corona. Lo scoppio di Corona all’interno della squadra sarebbe lo scenario peggiore. Alcune squadre hanno iniziato la vaccinazione molto prima dell’inizio del torneo, mentre le federazioni calcistiche hanno lasciato la decisione ai giocatori.

entro nazionale danese Le preoccupazioni erano enormi anche prima dell’inizio del torneo. Lo ha detto Kasper Hjolmand, l’allenatore danese Nordschleswiger A due giorni dall’inizio dell’Europeo, Corona era in gara e sperava “non ci faremo coinvolgere in queste sciocchezze”.

Diverse settimane fa, il 49enne ha criticato la UEFA per non aver somministrato un vaccino a tutti i partecipanti EM in tempo prima dell’inizio del torneo. “Ci sono alcuni giocatori che sono stati vaccinati: non devi preoccuparti di loro. Ma sono davvero preoccupato per le squadre in cui potrebbero iniziare nuovi casi o si sono già verificati”, ha detto Hjolmand. La stessa squadra danese non è stata completamente vaccinata contro il virus Corona.

Con gli italiani è diverso. Poche settimane prima dell’inizio del torneo, furono inchiodati alle loro teste. Il Nazionale italiana È stato vaccinato per la seconda volta ed è completamente protetto contro l’infezione con il virus Corona. La Federcalcio italiana (FIGC) ha annunciato, prima dell’inizio del Campionato Europeo, che la squadra di 33 giocatori di Roma e Milano è stata vaccinata contro la malattia.

Era simile a quello Nazionale belga المنتخب. Anche i “Red Devils” sono stati vaccinati prima del torneo. A metà maggio, il governo ha annunciato in una conferenza ministeriale che l’intero quadro sarebbe stato immunizzato.

Secondo i resoconti dei media, tutti i 26 giocatori, lo staff di supporto e un totale di 11 giocatori di riserva elencati hanno ricevuto vaccinazioni il 31 maggio e il 1 giugno. Di conseguenza, si dice che i belgi abbiano ricevuto il vaccino dal produttore americano Johnson & Johnson.

Johnson & Johnson per la squadra belga

Con il vaccino Johnson & Johnson, una vaccinazione è sufficiente per ottenere una protezione completa. Così, oltre agli italiani, i calciatori belgi e il loro staff di supporto possono iniziare in tutta sicurezza il Campionato Europeo 2020. “Siamo molto grati al governo e ai ministri della salute”, ha dichiarato la Federcalcio belga (KBVB). La vaccinazione contro il Corona è “molto importante” perché la squadra possa giocare il “ruolo di spicco” sperato negli Europei.

READ  Bayern Monaco: per via di Nagelsmann! Potrebbe essere il successore di Flick dall'Italia? Rummenigge ha un preferito

[Fußball-Europameisterschaft: Wissen, wer wann gegen wen spielt. Mit unserem EM-Spielplan 2021 als PDF zum Ausdrucken.]

Il Nazionale spagnola Ha portato brutte notizie prima che i giocatori venissero vaccinati: in primo luogo, poco prima dell’inizio del torneo, si è resa nota l’infezione del Corona virus per il capitano e trequartista Sergio Busquets. Poco dopo, il test Corona del difensore Diego Llorente ha dato esito positivo. Mentre Llorente è tornato con la squadra dopo altri quattro test, tutti negativi, La Furia Roja ha dovuto fare a meno di Busquets.

Tre giorni prima della prima partita del girone contro la Svezia (0-0) di martedì, anche i professionisti spagnoli hanno ricevuto le vaccinazioni. La Federcalcio spagnola (RFEF) ha dichiarato che le iniezioni sono state effettuate venerdì presso il centro di allenamento di Las Rozas, vicino a Madrid.