Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Incidente in funivia in Italia: minaccia di “sanzioni gravissime” – Gli investigatori temono che i funzionari possano fuggire

  • A partire dalFelix Durach

    Vicino

Dopo l’incidente della funivia del fine settimana sul Lago Maggiore, tre sono stati arrestati mercoledì sera. Il pubblico ministero spiega i retroscena. News Ticker.

  • 14 persone sono morte in un incidente con la funivia domenica sul Lago Maggiore, in Italia *.
  • Mercoledì, tre sospetti sono stati arrestati che avrebbero manomesso consapevolmente i freni di emergenza della funivia (Vedi il messaggio originale del 26 maggio).
  • Tra le altre cose, rimane aperta la domanda sul motivo per cui la funivia è stata eventualmente rotta (Dai un’occhiata all’aggiornamento del 26 maggio alle 20:30.)
  • Si dice che i sospetti abbiano già confessato (Vedi aggiornamento dal 26 maggio alle 11:05)

Aggiornamento dal 27 maggio, ore 15:15: 14 persone sono morte nel tragico incidente della funivia in Italia e un bambino di 5 anni resta in una clinica con gravi ferite. Secondo la Procura della Repubblica di Verbania, i tre arrestati nel nord Italia rischiano pene “molto severe” se giudicati colpevoli. C’è anche il rischio di fuga, secondo il mandato d’arresto per i tre, emesso giovedì dai media italiani
Citato.

Ha aggiunto che il “comportamento sconsiderato” ha portato alla morte di 14 persone e al grave infortunio di un bambino di cinque anni
Continua. Mercoledì sera sono stati arrestati il ​​capo della compagnia della funivia e due impiegati senior. Giovedì, il capitano dei Carabinieri Luca Geminal ha detto, secondo l’agenzia di stampa ANSA, che il registratore dei dati della funivia, la cosiddetta “scatola nera”, era stato messo in sicurezza. È un dispositivo che registra tutti gli aspetti tecnici come la velocità, il movimento e l’oscillazione della gondola.

Mentre il piccolo Eitan continuava a lottare per la sua vita in una clinica in Italia, la sua famiglia fu sepolta in Israele, la sua terra natale.
La coppia Amit (30) e Tal (26) e il loro figlio Tom di due anni sono sepolti in un cimitero vicino a Sikron Jakov, nel nord del paese, ha riferito giovedì il sito di notizie israeliano Walla. Un gran numero di ghirlande era sulle tombe.

Mercoledì le bare delle cinque vittime sono state trasferite in Israele. Il bambino di cinque anni Eitan, che ha perso i genitori e il fratello, è stato l’unico sopravvissuto all’incidente che ha ucciso 14 persone. Secondo quanto riportato dai media, il capofamiglia ha studiato medicina a Pavia, a sud di Milano, per diversi anni. Venerdì è previsto il funerale dei nonni di Tal.

Incidente in funivia in Italia: freni di emergenza manomessi – “Bel tempo, inizia la stagione”

Aggiornamento dal 27 maggio alle 11:25: 14 persone sono rimaste ferite a morte in un incidente in funivia in Italia, e oggi, mercoledì, ci sono stati tragici segni dell’incidente. Il fatale incidente in funivia sul Lago Maggiore sembra essere stato causato dalla chiusura intenzionale del sistema di sicurezza. Come annunciato mercoledì dalla polizia italiana, tre rappresentanti di alto profilo della società di gestione della funivia sono stati arrestati, secondo quanto riferito responsabili dell’arresto intenzionale del sistema di frenata di emergenza. Secondo quanto riportato dai media, il dispositivo frenante era già fuori servizio il 26 aprile, giorno in cui sono riprese le operazioni della funivia, a causa di un problema tecnico.

READ  Conversazione telefonica con il premier israeliano Netanyahu: il presidente degli Stati Uniti Biden parla a favore di un cessate il fuoco nel conflitto in Medio Oriente - politica

Secondo quanto riportato dai media italiani, i tre sospettati avrebbero già fatto confessioni. Chiuso con la convinzione che “il cavo non verrà mai strappato”. L’emittente televisiva italiana RAI 3 afferma anche di aver appreso in un’intervista con un investigatore, il proprietario avrebbe accettato il rischio. “Il proprietario ha detto, beh, è ​​un problema. Ma non sul serio.” messa a fuoco Ho accennato, secondo l’emittente. “Il tempo è bello, la stagione sta iniziando, ma apriremo comunque le nostre porte. Non sarebbe poi così male. Se l’arco fosse stato dentro, non abbiamo avuto problemi. Durante l’interrogatorio, il proprietario ha detto di essere a conoscenza del problema. . Potrebbe aver sottovalutato il problema. “

L’incidente della funivia in Italia: il cavo non è cambiato in 23 anni?

Aggiornamento 26 maggio, ore 20:30: Sono ancora molti gli interrogativi irrisolti sulla tragedia della funivia in Italia. Il sistema di frenata di emergenza è ora sicuramente bypassato da una forcella (vedi aggiornamento dalle 15:45). Tuttavia, la questione di come rompere il cavo della cabina rimane aperta. Gli operatori della funivia sembravano fare affidamento su questo quando hanno disattivato il sistema di frenata di emergenza. Secondo il quotidiano italiano stampa Si dice che il cavo non sia cambiato da 23 anni. Quindi, da un lato, gli investigatori hanno temuto l’incuria e, dall’altro, l’usura dovuta all’umidità per anni. La Procura di Verbania sta cercando di fare più luce sulla vicenda con le sue indagini.

Arresti dopo un incidente in funivia in Italia: i freni di emergenza sembrano essere stati disattivati ​​di proposito

Aggiornamento del 26 maggio, 15:45: Dopo il tragico incidente sul Lago Maggiore, mercoledì sono stati arrestati tre rappresentanti di alto profilo della società di gestione della funivia. Devi essere responsabile dell’arresto intenzionale del sistema di frenata di emergenza. I sospetti hanno confessato (Vedi aggiornamento del 26 maggio, 1105).

Secondo le informazioni delle agenzie di stampa italiane, un rappresentante dei Carabinieri Cicognani ha spiegato i motivi della chiusura del pericoloso impianto frenante dell’emittente Radiotre. “Si è verificato un malfunzionamento della funivia e il team di trasporto non ha risolto il problema o è stato risolto solo parzialmente”, afferma Cicognani. “Per non scollegarsi, hanno deciso di lasciare la ‘forcella’ che impedisce il funzionamento del freno di emergenza.”

READ  Nigeria: l'incidente mortale del traghetto in Niger

Il presidente della società Luigi Nerini, il direttore della funivia Gabriel Tadini e il direttore delle operazioni della funivia Enrico Peruccio, secondo Syconanes, hanno ammesso che i freni di emergenza sono stati intenzionalmente sospesi. Il pubblico ministero responsabile, Olympia Bossi, ha dichiarato in conferenza stampa che la decisione di mantenere la funivia è “del tutto intenzionale”. Certo, domenica la forcella per bypassare il freno di emergenza non è stata utilizzata per la prima volta.

Bossi ha detto, secondo i media italiani, che l’imputato era a conoscenza che i freni di emergenza erano stati fermati dal 26 aprile, giorno in cui erano riprese le operazioni della funivia. La chiusura è stata decisa sulla base della convinzione che “il cavo non si strapperà mai”.

Incidente in funivia sul Lago Maggiore: l’unico sopravvissuto ad essersi risvegliato da un coma artificiale

Aggiornamento dal 26 maggio alle 12:45: Anche il terzo giorno dopo che la funivia si è schiantata sul Lago Maggiore, l’Italia guarda ancora con ansia il bambino di cinque anni, l’unico dei 15 detenuti sopravvissuti all’incidente di Whitsunday. Mercoledì mattina, i medici curanti potrebbero aver rimosso il tubo respiratorio del bambino di cinque anni, dopo di che si dice che il bambino abbia ripreso brevemente conoscenza. Ma era ancora sotto l’influenza della droga, secondo l’agenzia di stampa tedesca (dpa), riferendosi a un medico. “Con lui c’erano sua zia e uno psichiatra.”

Nelle prossime ore, il ragazzo israeliano, che ha perso i genitori e il fratello nell’incidente, dovrebbe riuscire a svegliarsi da un coma artificiale. Il bambino di cinque anni è stato l’unico a sopravvivere all’incidente con un altro bambino. Entrambi sono stati portati in elicottero di soccorso in una clinica di Torino, dove l’altro bambino è morto quella sera per le ferite riportate.

Italia: incidente in funivia sul Lago Maggiore – sospetti con le loro prime confessioni

Aggiornamento 26 maggio, 11:05: Secondo i resoconti dei media, i sospetti avevano già confessato mercoledì mattina. “Hanno confessato di aver manomesso i freni di emergenza”, ha detto un investigatore della televisione italiana RAI 3.

Incidente in funivia sul Lago Maggiore: causa ritrovata – ‘si sapeva circa un mese e mezzo fa’

Aggiornamento dal 26 maggio, ore 11: Come un italiano Portale del Corriere della Sera Secondo quanto riferito, i tre arrestati sarebbero il proprietario della funivia Ferrovi del Mutaroni, nonché responsabile del servizio e direttore operativo. Devi essere consapevole dei freni di emergenza sulla gondola.

Attraverso bild.de Il capitano dei Carabinieri Alberto Ciccani ha confermato che la sospensione del freno di emergenza aveva lo scopo di prevenire un altro problema. L’impianto frenante è in difficoltà da un mese e mezzo. A volte la cabina frenava tra i pozzi, quindi le persone dovevano salire le torri manualmente e azionare il sistema manualmente “, sottolinea Cicognani”. Se l’arco rosso (un dispositivo che bypassa il freno di emergenza, Crescere troppo. Dott. rosso.) Eccolo, era attivo, quindi il problema della frenata media è stato risolto. Era noto un mese e mezzo fa “.

READ  USA: il Congresso vuole indagare sulle tattiche "canaglia" del Dipartimento di Giustizia sotto Trump

Gli operatori hanno persino assunto un’azienda per risolvere il problema. Tuttavia, le riforme non sono state attuate. Secondo lo stato attuale delle indagini, è probabile che venga impedito il fermo a lungo termine per lavori.

Incidente in funivia sul Lago Maggiore: tre arresti in Italia – Possibile manomissione del freno di emergenza

Messaggio originale, datato 26 maggio:

Stresa – A seguito dell’incidente della funivia del fine settimana sul Lago Maggiore in cui sono morte 14 persone, da martedì a mercoledì ci saranno probabilmente tre arresti nella notte. Come il quotidiano italiano stampa Secondo quanto riferito, con riferimento all’ufficio del pubblico ministero, gli arrestati sarebbero il capo della compagnia operativa e due ingegneri che avrebbero lavorato alla funivia.

Lago Maggiore (Italia): La Procura ha denunciato l’arresto di tre persone dopo l’incidente della funivia

Secondo il procuratore capo Olympia Bossi, l’analisi delle immagini ha mostrato che i freni di emergenza, che avrebbero dovuto fermare automaticamente la funivia in caso di rottura del cavo, sono stati manomessi. Anche se le circostanze esatte devono ancora essere indagate, la Procura presume che la manipolazione sia stata eseguita al fine di evitare una lunga revisione.

“Il sistema ha dei difetti e doveva essere risolto con un intervento drastico e questo avrebbe significato un arresto più lungo, se non molto lungo”, cita Giornale Southgerman Procuratore Bossi. Per evitare i danni economici che il blocco avrebbe potuto portare, la gondola è stata poi manomessa.

Lago Maggiore: per evitare riparazioni prolungate? Sembra che i freni di emergenza della funivia siano stati manomessi

Per questo, una specie di forcella era attaccata al meccanismo del freno della gondola, che si annullò. Secondo i rapporti, i funzionari erano a conoscenza del problema dalla fine di aprile. Dalla riapertura delle operazioni della funivia dopo un’interruzione forzata in Italia a causa della pandemia di Corona, si dice che la funivia abbia funzionato senza un sistema di frenata di emergenza. Come l’intera industria del turismo, anche l’operazione della funivia ha sofferto della mancanza di entrate a causa dell’epidemia.

Quando il cavo della gondola si è rotto domenica, la gondola è scivolata senza controllo verso il canyon e si è scontrata con un albero ad alta velocità. 14 dei 15 detenuti sono stati uccisi. Il bambino di cinque anni è l’unico sopravvissuto. (fd) * Merkur.de è una demo di IPPEN.MEDIA

Rubriklistenbild: © Soccorso alpino e speleologico piemontese / dpa