Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

In Italia, epidemia – in forte aumento la povertà in politica

Oltre alle malattie e alla morte, l’epidemia ha portato nuova povertà. In Italia, l’Ufficio nazionale di statistica stima che il numero di persone che vivono in condizioni di povertà assoluta sia salito ai massimi storici nell’ultimo anno, almeno da quando è stato calcolato. Entro il 2020, più di due milioni di famiglie apparterranno alla categoria “Borde Azolutta”. Questo è il 7,7% di tutte le famiglie del paese. Nel 2019 era del 6,4%. In numeri assoluti: 5,6 milioni di italiani sono assolutamente male, un milione in più dell’anno precedente, quasi un decimo o un decimo, secondo il calcolo dell’Estate. Le statistiche rivelano un’altra cosa: un fenomeno sociale colpisce un paese intero, economicamente distorto. Ancor di più: la povertà è raddoppiata durante le epidemie nel ricco nord e sud d’Italia.

C’erano segni di questo molto prima del rapporto. Dopo la prima serrata nella primavera del 2020, quando è stata autorizzata la riapertura di cucine di strada e farmacie, le code sono state più lunghe che mai, non solo a Napoli e Palermo, ma anche a Roma, Genova, Padova e Milano. La televisione ha mostrato scene conosciute dell’era in bianco e nero. “Abbiamo aumentato i nostri centri di distribuzione alimentare a Roma da tre a 28”, afferma Augusto de Angelo, 59 anni, professore di storia all’Università romana della Sabina e membro dell’organizzazione cattolica laica Sand Egidio.

“La fame era il problema più grande”. Il governo non era pronto per la prima ondata. “Eravamo le uniche, caritas, associazioni dell'”insediamento di Terso” https://news.google.com/__i/rss/rd/articles/.” Il terzo settore – così si chiamano le Associazioni di Aiuto ai Poveri, ai Senzatetto e agli Immigrati: ci sono tante organizzazioni solide in Italia con centinaia di migliaia di volontari e donatori – è un bel posto importante nella comunità.

READ  In the Cave of Sirs - una linea di terra riporta l'Italia al Medioevo | Europa

L’organizzazione di volontariato milanese apartitica “Pan Codidiano”, Quotidiano Brett, tale associazione. È stata fondata nel 1898 e non è mai stata chiusa nella sua storia, nemmeno durante le guerre. Fino all’arrivo della corona. Le immagini davanti ai loro due famosi punti di distribuzione a Milano in Via Toscana e Viol Monza sono piuttosto scioccanti per gli italiani. Si vedono anche persone in fila per pacchi alimentari a base di pasta, verdura, frutta fresca e pane: c’erano giovani che non l’avevano mai visto prima: c’erano giovani che avevano perso il lavoro a causa delle epidemie. Milano è considerata l’epitome della modernità nazionale, il motore miticamente elevato dell’economia e della prosperità. Adesso anche il Milan è stato attaccato. Nel loro ristorante in città, D’Angelo afferma che Sand Egidio ha triplicato la sua offerta di cibo.

Parilla era arrabbiata per il brutto appello

L’Italia ha un divieto di licenziamento dallo scorso anno: il governo vieta alle aziende di parcheggiare i propri dipendenti in strada e finanzia il lavoro a breve termine per questo. Ma adesso è una vendetta che molti italiani lavorano in nero, senza contratto, senza tutele contro benefici sociali e licenziamento. Quasi un quarto dell’economia italiana è in ombra, compreso il settore turistico e la ristorazione, entrambi gravemente colpiti. Dipendenti, pizzaioli e personale alberghiero hanno perso il lavoro, compresi molti stranieri. Se il governo non avesse fornito aiuti massicci e milioni di italiani delle classi vulnerabili non avessero potuto fidarsi dei salari dei propri cittadini, la povertà sarebbe stata ancora più alta.

Ora che l’economia e il turismo sono tornati in piedi, le aziende cercano un numero maggiore di dipendenti e si lamentano di non trovare abbastanza lavoratori, ad esempio per l’estate. Si offrono principalmente lavori temporanei. Gli imprenditori stanno diffondendo la maliziosa storia che molti italiani non si adattano perché vivono di sussidi. Guido Barilla, amministratore delegato del famoso pastificio birmano, ha provocato una reazione violenta quando ha dichiarato in un’intervista: “Faccio appello ai giovani: non mettetevi comodi con le soluzioni semplici, rinunciate agli aiuti e accettate la sfida”.

READ  EM 2021: l'Italia lancia un importante EM a Roma

Forse non era così male, ma quanto contava. C’è stata una vera tempesta sui social per questo: l’erede milionario Barila ha fatto un bel discorso, si diceva. Inoltre: se le aziende alla fine pagano soldi decenti ai giovani dipendenti, non si troveranno in una situazione del genere. Infatti, molti giovani italiani istruiti non riescono a guadagnare autonomamente con la prima busta paga, e così se ne vanno. L’epidemia ha acuito il dramma: tra le persone di età compresa tra 18 e 34 anni, la povertà è stata particolarmente forte nel 2020.

Tuttavia, è stato notato uno sviluppo positivo, afferma Augusto de Angelo di Sand Egidio. “Durante le epidemie, tutti sapevano che eravamo una grande comunità e nessuno poteva salvarsi”. Ecco perché l’unità è così grande. “Stiamo contando centinaia di nuovi assistenti, persone che vengono da noi e dicono: ‘Sto bene, sto facendo la spesa per quelli che non hanno niente.’ Quindi le maglie nel web non diventano più grandi.