Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

“Improvvisamente poveri, improvvisamente ricchi”: accuse contro SAT-1 e Imago TV

© sabato 1

Nel maggio 2018, sabato 1 ha trasmesso per la prima volta la canzone “Poor Suddenly, Get Rich Suddenly”. Da allora sono state trasmesse in onda alcune puntate del format Imago TV. Questo concetto ricorda in qualche modo il concetto di “scambio di moglie”: la famiglia A scambia la vita con la famiglia “B” per una settimana, compreso l’appartamento e il budget settimanale dell’altra famiglia. Ultimamente, c’è stata anche una sparatoria con il cantante di party Ikke Hüftgold, che si chiama Matthias Distel nella vita reale e ultimamente si è presentato sempre di più in questo modo. Ma il musicista ha interrotto queste riprese e ha fatto seri reclami per Sat 1 e Imago TV.

Nello specifico, si tratta della famiglia con cui Thistle avrebbe dovuto condividere la vita per una settimana. La cantante parla di “condizioni scandalose su Sat 1 e Imago TV” che “calpesterebbero il benessere di due bambini gravemente traumatizzati”. Si parla di “ignorare i migliori interessi del bambino” e di “cacciare senza scrupoli la posta in gioco sulle spalle dei bambini maltrattati”. Distel ha descritto l’esperienza in dettaglio sul suo sito web, Così come il prof Messaggio video Il petto. Distel spiega che non sapeva nulla della famiglia Swap in anticipo. Il cantante ha detto che dopo soli dieci minuti piangeva nell’appartamento della sua famiglia.

“Estremamente emotivi e incapaci di capire che 4 bambini devono vivere in questa famiglia, abbiamo esplorato gradualmente gli edifici”. Dopo circa un’ora sono iniziate le discussioni e Distel ha posto delle domande. “Ho fatto domande, ma all’inizio ho ricevuto solo risposte insoddisfacenti dall’editore, che è diventato sempre più teso”, ha detto il cantante. Quando la troupe della telecamera è scomparsa quella sera, è stato usato un calendario nell’appartamento per vedere che due bambini e la madre avevano ricevuto cure psichiatriche da molto tempo. Distel afferma che la società di produzione era a conoscenza di questo trattamento per i bambini.

“ Abbiamo subito chiesto se i bambini di età compresa tra gli 8 ei 10 anni, che apparentemente avevano problemi di salute mentale, potessero essere legalmente e moralmente attratti da un formato televisivo che dovrebbe durare fino a 10 ore per 8 giorni alla volta. ” Quando la squadra di tiro si è avvicinata il giorno successivo, ha detto Distel, le risposte erano “realistiche”. “Secondo l’editore, si riferivano solo alle dichiarazioni della madre, lei stessa sottoposta a cure psichiatriche, e alla telefonata che avrebbe assistito la famiglia”.

“Ho immediatamente chiamato l’attuale redattore nella stanza accanto e le ho chiesto se l’emittente Sat 1, Imago TV e tutta la squadra tenessero ancora tutte le loro tazze nell’armadio”.
Matthias Distel

Le riprese sono continuate per due giorni e durante quel periodo, Distel ha detto di aver fatto frequenti commenti negativi sulla situazione davanti alle telecamere. Poi è stato “esortato a farlo”. [worden]Per favore, trasforma il mio umore in positivo in modo che la storia possa essere trasformata in un “lieto fine”. “Durante una conversazione con la migliore amica della madre, ha detto Distel, mentre le telecamere erano accese, ha scoperto che i bambini avevano subito in passato che suo padre aveva subito abusi. Poi la cantante ha smesso di filmare.” Ho chiamato immediatamente il redattore attuale nella stanza accanto e le ha chiesto se l’annunciatore fosse Sat 1 e Imago TV e l’intera squadra tiene ancora le tazze nell’armadio, ha detto Distel.

READ  Star hit: Zoff nel primo match tra Jenke e Bülent

Imago TV contraddice alcune delle affermazioni

Durante una conversazione con il responsabile dell’unità, secondo Distel, nel suo appartamento è emerso quanto accaduto nello stesso momento. Lì, uno dei bambini ha cercato di tagliarsi e un altro, secondo Distel, si è levato in piedi sul suo balcone e ha gridato che voleva suicidarsi. Andrea Schönhuber, amministratore delegato di Imago TV, contraddice questa rappresentazione in una dichiarazione a DWDL.de lunedì sera. “Mr. Distel si riferisce alle dichiarazioni fatte dal responsabile del sito che nega queste affermazioni”, ha detto Schoonhuber. Il capo di Imago TV ha detto che sta dietro al suo team, che ora vuole chiarire come potrebbe accadere una situazione del genere.

In generale, Imago TV ti fa sapere che i partecipanti sono stati selezionati come di consueto. “Ciò significa lunghe discussioni con tutte le persone coinvolte, accesso alle registrazioni video e auto-guadagno”. Questo accade per escludere le persone in televisione che “si trovano in situazioni di vita difficili che non dovrebbero essere rilasciate in pubblico”. L’obiettivo non è mettere in imbarazzo le persone. La stazione ha appreso delle accuse di abuso solo durante le riprese, tra le altre cose attraverso le dichiarazioni dell’amica della madre. Non ne sapevano niente prima.

“Ho assicurato per iscritto al signor Distel che il film sarebbe stato spiegato per intero”.
Andrea Schoonhuber, amministratore delegato di Imago TV

“La morale, la morale, la decenza e l’interesse superiore del bambino sono stati completamente ignorati e, a mio avviso, sono stati deliberatamente ignorati”, si rammarica Distel, viste le sue esperienze durante le riprese. “Posso capire la rabbia del signor Distel, sia che si tratti delle circostanze in famiglia o delle riprese ad essa associate. Ecco perché abbiamo immediatamente sostenuto l’annullamento delle riprese. Ho assicurato il signor Distel per iscritto che il film sarebbe stato completamente spiegato e che il nostro team aveva già le posizioni appropriate con una notifica ”, così Andrea Schoonhuber vs. de. Tuttavia, si rifiuta di conoscere le condizioni del sito. “Questo è semplicemente un errore.”

READ  Il nuovo spettacolo di sabato 1 di Luke Mockridge ha ricevuto critiche: "così bello"

Schönhuber spiega: Non è stato Distel a smettere da solo di sparare. La squadra è rimasta così scioccata dalle conoscenze acquisite che mercoledì scorso ha deciso di terminare le riprese. Distel presenta la questione in modo diverso: ha ritagliato un’e-mail con tutte le informazioni a “due senior Sat.1 staff”, caporedattore e Andrea Schoonhuber. Distel, che ha annunciato l’intero incidente lunedì all’ora di pranzo, ha detto nella sua dichiarazione di aver combattuto per quattro notti se rendere pubblico il caso. Ha scritto nella suddetta lettera che “non ha alcun interesse a condurre una discussione generale nell’interesse di tutti gli interessati”.

Nonostante la risposta e “molte confessioni della signora Schoonhuber”, ha cambiato idea. La ragione di ciò, secondo Distel, è un incidente simile su Imago TV nel 2011. Di conseguenza, si deve presumere che “non è stata appresa alcuna lezione da lui e che questo problema potrebbe di conseguenza spazzare sotto il tappeto”. A quel tempo, la società di produzione RTL docusoap “Mietprellern auf der Spur” ha fatto titoli negativi (DWDL.de segnalato).

Nel caso di specie, Matthias Distel chiede un “chiarimento completo” di Sat.1 e Imago TV. Distel ha anche annunciato nella sua dichiarazione di essere pronto a presentare accuse penali contro la società di trasmissione e produzione. Rispetto a “Bild”, il cantante è ora più specifico e ha annunciato una mossa del genere martedì. Distel scrive che anche lui dovrà affrontare un procedimento penale dopo la pubblicazione. Viola una clausola contrattuale. “Queste clausole sono comuni nei contratti di produzione, quindi, tra le altre cose, qualcosa come oggi non viene mai reso pubblico. Con la presente accetto tutte le conseguenze e i difetti personali”.

Sabato 1 a parlare, Distel ribatte

All’inizio non è ancora chiaro se Thessel dovrà temere le conseguenze legali. Rispetto a “Bild”, un portavoce di SAT1 ha detto di voler ringraziare Distel per aver informato l’emittente delle “circostanze durante le riprese”. E il portavoce ha continuato: “Non appena abbiamo ricevuto la sua posta, abbiamo iniziato a parlare con la società di produzione e ad aiutare la famiglia ad aiutare la famiglia e a lavorare attraverso i contatti”. Non è ancora finita. Ma stranamente, sabato 1 annuncia che non vuole mandare in onda l’episodio – date le riprese discontinue, nessun episodio. Tuttavia, anche le singole sezioni non dovrebbero essere utilizzate. Thistle ne è stato informato la scorsa settimana. Distel, a sua volta, contraddice questo su Instagram: “Non mi è stato detto in questo modo e il mittente non si è impegnato con la famiglia”, scrive lì.

READ  Transgender - La modella Alex è "The Next Model in Germany"

Nel frattempo, lunedì sera Imago TV ha ammesso a DWDL.de “errori nelle sue ricerche”. “Eravamo così ingenui”, dice la società di produzione. Aiutare la famiglia significava augurare alla famiglia molto divertimento con la fotografia. Era chiaro agli editori che la madre ei bambini avevano alle spalle una “difficile storia di separazione con esperienze violente dal loro padre biologico”. “Non a caso alla madre è stata concessa l’affidamento esclusivo, e questa decisione è stata sottoposta dal tribunale distrettuale al redattore capo”. Tuttavia, è stato solo durante le riprese che sono state rese note accuse specifiche di abuso. I redattori principali hanno parlato con la madre in dettaglio dei problemi e degli sfondi familiari, e ci sono state 25 conversazioni, secondo i rapporti di Imago TV. Di conseguenza, la madre voleva una “pausa” per i bambini nella “Rich House”.

“Eravamo così ingenui.”
Imago TV parla dei fallimenti di “Suddenly Poor, Suddenly Rich”

“Nonostante il nostro dovere di diligenza, in questo caso particolare sembra essersi verificata una situazione eccezionale”, ha detto la società di produzione a DWDL.de. “Imago TV – rappresentata dal suo amministratore delegato Andrea Schoonhuber – si dissocia esplicitamente dalle accuse di Distel”. La stessa Schönhuber è madre di tre bambini di età compresa tra 17 e 22 anni e quindi conosce molto bene la necessità di proteggere bambini e adolescenti. “Imago TV non si occupa affatto dello sfruttamento delle famiglie in situazioni di emergenza nella ricerca di” azioni e capitali “. Questo è esattamente ciò che Distel ha accusato la società di produzione e l’emittente.

“Imago TV è sempre consapevole della propria responsabilità nei confronti di tutti gli eroi, e questo è particolarmente vero per i bambini e i giovani, e lo accetta con la massima cura”. In questo contesto, Imago TV spiega anche in una dichiarazione che con questo formato, entrambe le parti normalmente guarderanno le scene registrate dal programma e che il film non verrà tagliato fino a dopo. Questo è un principio fondamentale di “poveri improvvisamente, arricchirsi all’improvviso”. “Offriamo alle famiglie l’opportunità di valutare le scene registrate. In questo modo, proteggiamo tutti i partecipanti dal sentirsi male o feriti”.

Lo stesso Matthias Distel è autocritico nella sua dichiarazione dettagliata. Il cantante scrive che si sentiva ancora complice. “Assolutamente colpevole di essere entrato a far parte della perversa cultura televisiva e dei media tedeschi”. La sua partecipazione dovrebbe essere addolcita con “una bella ricompensa”, scrive. “Avrei avuto questi soldi se avessi passato nove giorni di riprese e avessi anche aderito alle specifiche di produzione”. Ma questo non era possibile per lui.