Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il presidente della NATO Jens Stoltenberg – ‘La guerra può andare avanti per anni’ – Politica estera

Alla fine di giugno i capi di Stato della Nato si incontreranno per il vertice di Madrid. Bild am Sonntag ha parlato con il segretario generale Jens Stoltenberg (63).

Bild am Sonntag: per quanto tempo l’Ucraina può difendersi dalla Russia?

Jens Stoltenberg: Gli ucraini si difendono coraggiosamente dagli invasori russi. Sebbene la battaglia nel fiume Donbas sia combattuta dalla Russia con crescente brutalità, i soldati ucraini stanno opprimendo una valorosa resistenza. Con armi più moderne, aumenta la probabilità che l’Ucraina riesca a cacciare le forze di Putin fuori dal Donbass”.

La Germania e gli altri paesi occidentali non vogliono in alcun modo diventare parte della guerra. C’è il rischio di un’escalation se la NATO viene coinvolta in modo importante?

Stoltenberg: Ha aggiunto che “la NATO continuerà a sostenere l’Ucraina nella sua autodifesa, ma non fa parte del conflitto. Stiamo aiutando il Paese, ma non invieremo soldati della NATO in Ucraina. Abbiamo rafforzato le nostre difese, con 40.000 soldati sotto il comando della NATO. Stiamo proteggendo il territorio dell’Alleanza via terra, mare e aria. Questi Un chiaro messaggio a Mosca in modo che non ci siano fraintendimenti sulla nostra prontezza”.

Dovremmo aver paura delle bombe nucleari di Putin?

Stoltenberg: Non vediamo un livello più alto di prontezza nelle forze nucleari russe. Tuttavia, il tintinnio delle spade nucleari russe è pericoloso e irresponsabile. Putin ha bisogno di sapere che una guerra nucleare non può essere vinta e non dovrebbe mai essere intrapresa. Il nostro chiaro segnale alla Russia: la NATO protegge tutti gli Stati membri”.

Dicono che dobbiamo prepararci per una lunga guerra. Per quanto durerà?

READ  Si intensifica la controversia sui sottomarini nucleari - Macron convoca ambasciatore Usa - Politica all'estero

Stoltenberg: “Nessuno lo sa. Dobbiamo prepararci al fatto che potrebbero volerci anni. Non dobbiamo esitare a sostenere l’Ucraina. Anche se i costi sono alti, non solo per il supporto militare, ma anche a causa dell’aumento dei prezzi dell’energia e dei generi alimentari. Ma: questo non è niente in confronto al prezzo che gli ucraini gli hanno pagato ogni giorno con molte vite e se Putin impara da questa guerra che può semplicemente continuare come ha fatto dopo la guerra in Georgia del 2008 e l’occupazione della Crimea nel 2014, pagheremo un prezzo molto più alto”.


Grafico/Mappa: Paesi NATO - Diagramma

Un nuovo concetto strategico sarà definito al vertice della NATO a Madrid alla fine di giugno. Finora, la Russia è stata menzionata come “partner”. Come tratterà la NATO con la Russia in futuro?

Stoltenberg: “Mentre il mondo cambia, cambia anche la NATO. E il mondo è diventato più pericoloso. Dichiareremo che la Russia non è più un partner, ma una minaccia alla nostra sicurezza, pace e stabilità. Anche la Cina apparirà sul giornale per la prima volta Perché l’ascesa della Cina è una sfida per i nostri interessi, valori e sicurezza”.


Il presidente della NATO Jens Stoltenberg:
Foto: COSTRUISCI

La Finlandia e la Svezia vogliono aderire alla NATO e la Turchia ha delle preoccupazioni. Come lo cancelli?

Stoltenberg: “Le domande di adesione sono un momento storico che dobbiamo cogliere. L’adesione rafforzerà non solo la Finlandia e la Svezia, ma tutti noi. La Turchia è un importante paese della NATO e ha un’importanza strategica tra Europa, Russia, Iraq e Siria. Paesi della NATO, Svezia, La Finlandia e l’Unione Europea classificano il PKK come un gruppo terroristico A. Nessun paese della NATO ha subito il terrorismo come la Turchia. Ecco perché prendiamo sul serio le preoccupazioni della Turchia e facciamo del nostro meglio per affrontarle”.