Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La Russia rapisce i prigionieri per ‘interrogatori’

  1. Pagina iniziale
  2. Politica

creatura: aggiornato:

a: Daniel DillmanE il Luca Mayer

L’esercito russo avanzò ulteriormente nell’Ucraina orientale e iniziò a deportare prigionieri di guerra da Mariupol. Ticker delle notizie.

+++ Aggiornamento da domenica 19 giugno, ore 7:05: Continuano i combattimenti tra Russia e Ucraina nel Donbass, nell’Ucraina orientale. Secondo i separatisti filo-russi che combattono lì, cinque civili sono stati uccisi dal fuoco dell’artiglieria ucraina. La città di Sevgirodontsk in particolare rimane divisa.

Ma la guerra infuria anche nel sud dell’Ucraina. Lì, la città di Mykolaiv è una destinazione strategicamente importante per la Russia. La cattura della città aprirebbe la strada a Odessa, la principale città portuale ancora sotto il controllo ucraino dopo la perdita di Mariupol.

Mosca iniziò anche a deportare prigionieri di guerra da Mariupol in Russia. Nello specifico, i comandanti del reggimento Azov, che per settimane hanno difeso Mariupol, saranno portati agli “interrogatori”. Lo riporta l’agenzia di stampa russa TASS.

Un soldato russo si trova di fronte a un condominio a Luhansk che è stato distrutto durante la guerra in Ucraina. © Alexandre Reka / Imago

Guerra in Ucraina: la Russia sequestra altre raffinerie sotto il fuoco dei missili

+++ 21:30: Sabato le forze russe hanno distrutto i serbatoi di petrolio vicino alla città ucraina centrale di Dnipro in un attacco missilistico. Secondo l’amministrazione regionale, tre missili sono caduti sul deposito situato nella regione di Novomokovsk. “C’è un forte incendio”, ha scritto su Telegram il governatore della regione di Dnipropetrovsk Valentin Reznichenko. Tre persone sono state portate in ospedale con ustioni.

READ  USA: l'attaccante della Fedex a Indianapolis era un ex dipendente

Missili russi hanno colpito un impianto di trattamento del gas vicino alla città di Izyum, nell’Ucraina orientale. Anche lì è scoppiato un grande incendio, come annunciato dal governatore della regione di Kharkiv, Oleh Sinihopov. Oltre alla fabbrica, furono bombardate anche le case. Nessuna informazione è stata fornita sulle vittime in questo caso.

+++ 19:30: Secondo le informazioni ucraine, la Russia sta inviando un gran numero di unità da altre zone di combattimento nella regione di Sievarodonetsk per controllare completamente la città in prima linea. “Oggi, domani o dopodomani, elimineranno tutte le riserve che hanno”, ha detto il governatore di Luhansk Serhi Gaidai alla televisione nazionale. “Poiché ce ne sono già così tanti, hanno massa critica”. Secondo Jedai, le forze russe controllano effettivamente la maggior parte della città, ma non tutta.

+++ 18:10: Secondo il sindaco filorusso di Donetsk, le forze ucraine hanno bombardato la città in mattinata. Alexey Kolymzin ha scritto su Telegram che un edificio appartenente all’Università Nazionale di Donetsk, una scuola, negozi, edifici residenziali e amministrativi sono stati danneggiati. Le informazioni non possono essere verificate in modo indipendente.

+++ 16:10: Da Mönchengladbach al confine tra Polonia e Ucraina: sabato (18 giugno) è stato aperto a Mönchengladbach un ponte aereo per il trasporto di feriti di guerra dall’Ucraina. Con la “Giornata del trasporto aereo ucraino”, i promotori vogliono guadagnare più piloti volontari e proprietari di aerei per i voli in direzione est.

Guerra in Ucraina: Zelenskyj viaggia verso sud

+++ 13:35: Volodymyr Zelensky si recò di nuovo al fronte nell’Ucraina meridionale. Un videoclip sul suo canale Telegram mostra il presidente dell’Ucraina che distribuisce medaglie nella città di Mykolaiv e ispeziona la situazione nella città di Odessa orientale. Abbiamo discusso dello stato dell’economia, del ripristino dell’approvvigionamento idrico e della situazione dell’agricoltura. Particolare attenzione è stata prestata alle minacce provenienti dalla terra e dal mare”, afferma la descrizione del video.

+++ 12:13: Il Cremlino sembra intensificare i suoi sforzi per penetrare ulteriormente nel Donbass da nord. Questo secondo quanto riferito dal Ministero della Difesa britannico. Di conseguenza, il Cremlino sta preparando una nuova offensiva dalla direzione della città di Izyum a sud-est. L’obiettivo è circondare la città di Sievjerodonetsk con le proprie forze da tutti i lati. Questo rischia di peggiorare la situazione dei civili che rimangono lì.

La Russia incendia una raffineria in Ucraina

+++ 10:45: La Russia ha nuovamente attaccato la città centrale di Kremenchug. La raffineria situata lì è stata colpita da sei missili, secondo pravda.ua. Altri due missili hanno colpito il luogo, ha detto il portavoce regionale Dmytro Lunin.

Guerra in Ucraina: i negoziati con la Russia riprendono solo a fine agosto

+++ 9:35: trattative in Guerra in Ucraina Attualmente limitato a domande dettagliate. La pace pubblica ha cessato da tempo di essere un problema nei colloqui. Lo ha riferito l’agenzia di stampa tedesca (Dpa). Attualmente metti entrambi Mosca,Accanto Kiev Migliorare la posizione negoziale attraverso i successi militari.

Guerra in Ucraina: combattimenti di strada a Severodonetsk

Aggiornamento alle 8:06: Continuano pesanti combattimenti nell’Ucraina orientale. Secondo lo stato maggiore ucraino, la situazione a Sievjerodonetsk in particolare è sconcertante. Ora c’è una lotta in ogni strada. La città stessa e i suoi dintorni sono stati oggetto di pesanti bombardamenti di artiglieria dalla Russia giorni fa.

++ Guerra in Ucraina: Kiev annuncia pesanti perdite – La visita di Johnson è una sorpresa

Kiev – Dopo 114 giorni di guerra in Ucraina, il bombardiere russo sembra aver avuto la guerra dalla sua. Secondo un generale di alto rango, l’esercito ucraino ha subito grandi perdite materiali dall’inizio dei combattimenti. “Ad oggi, come risultato del combattimento attivo, abbiamo una stima di 30-40, e talvolta fino al 50 percento, perdite nel nostro equipaggiamento”, ha detto il generale di brigata Volodymyr Karpenko alla rivista americana “Difesa nazionale”. Nel frattempo, furono persi circa 1.300 veicoli da combattimento di fanteria, 400 carri armati e 700 sistemi di artiglieria.

++ Guerra in Ucraina: Johnson conferma maggiore sostegno

Per continuare a difendersi dagli attacchi russi, sono necessari soprattutto il supporto militare e nuove armi dall’Occidente. Lo chiede anche il presidente dell’Ucraina Volodymyr ZelenskyChi ha sorpreso venerdì il primo ministro britannico Boris Johnson Ricevere. Durante la sua visita spontanea a Kiev, ha promesso di non fornire all’Ucraina nuove armi, ma almeno programmi di addestramento per i soldati.

Istruttori militari della Gran Bretagna avevano incaricato l’esercito ucraino di utilizzare moderne armi occidentali all’inizio del conflitto in Ucraina e prima dell’inizio delle ostilità. Johnson ha anche promesso a Selenskyi di fornire ulteriori sistemi d’arma.

++ Guerra in Ucraina: combattimenti nell’est del Paese

Il Battaglie tra Ucraina e Russia Rimani concentrato sulla regione del Donbass sabato sera. In particolare, la città di Sievjerodonetsk nella regione di Luhansk è ancora molto contesa. Venerdì, l’esercito russo ha sparato di nuovo contro l’impianto chimico di azoto. Secondo l’esercito ucraino, più di 560 civili si sono rifugiati negli ampi edifici della fabbrica. Si dice che tra loro c’erano 38 bambini.

++ Guerra in Ucraina: continua a salire il numero delle vittime civili

Anche il numero di vittime civili nella guerra in Ucraina è in costante aumento. Ciò è stato confermato anche dai rapporti dell’area intorno a Donetsk. Il governatore della regione, Pavlo Kirilenko, ha affermato che quattro persone sono state uccise lì in un attacco missilistico russo. Altri sei sono rimasti feriti nell’attacco.

Le autorità della città di Mykolaiv, ucraina meridionale, hanno riferito che due persone sono rimaste uccise e 20 ferite dopo gli attacchi dell’esercito russo. Il governatore della regione, Vitaly Kim, ha parlato di ripetuti attacchi missilistici dalla Russia alle aree residenziali della regione. D’altra parte, il Cremlino ha negato il bombardamento delle zone residenziali. (Dil/dpa)