Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il ministro degli Esteri russo Lavrov è sbalordito dal “sangue ebreo di Hitler” – Israele è arrabbiato

all’estero Ministro degli Esteri russo

I miti di Lavrov sul “sangue ebreo di Hitler” – Israele è arrabbiato

Il ministro degli Esteri Sergey Lavrov ha dichiarato:

“Il saggio popolo ebraico dice che gli antisemiti più ardenti sono di solito gli ebrei”, ha detto il ministro degli Esteri Sergei Lavrov.

Fonte: dpa / Maxim Shipenkov

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha citato ancora una volta la “denazificazione” dell’Ucraina come giustificazione per la guerra. In risposta all’argomento secondo cui lo stesso presidente ucraino era un ebreo, ha risposto dicendo che anche Adolf Hitler aveva “sangue ebreo” e che gli stessi ebrei erano i più grandi antisemiti. Israele ha descritto la dichiarazione come “scandalosa”.

SIl segretario di Stato americano, Sergey Lavrov, ha suscitato indignazione in Israele con un confronto nazista sulla guerra in Ucraina. Il governo di Gerusalemme ha chiesto scuse e lunedì ha convocato l’ambasciatore russo per un colloquio. Domenica sera, Lavrov ha ripetuto alla televisione italiana Rete4 la giustificazione russa per la guerra che i nazisti stavano operando in Ucraina. La contro-argomentazione è: “Come potrebbe esserci dolore se (il presidente ucraino Volodymyr Zelensky) fosse un ebreo? Potrei sbagliarmi ma anche Adolf Hitler aveva sangue ebreo. Questo non significa assolutamente nulla. Il saggio popolo ebraico dice che il più ardente anti -I semiti sono di solito gli ebrei.

Lunedì, il ministro degli Esteri israeliano Yair Lapid ha parlato di una “dichiarazione palese e imperdonabile, un terribile errore storico”. “Ci aspettiamo delle scuse”, ha aggiunto Lapid. “Gli ucraini non sono nazisti. Solo i nazisti sono nazisti. Solo loro hanno effettuato lo sterminio sistematico degli ebrei. “Il capo del memoriale dell’Olocausto di Yad Vashem, Danny Dayan, ha descritto le osservazioni di Lavrov come “ridicole, fragili, pericolose e spregevoli”.

Il ministero degli Esteri israeliano chiede scuse al governo di Mosca e afferma di aver invitato l’ambasciatore russo a un “colloquio difficile”. Israele ha tradizionalmente intrattenuto buoni rapporti sia con la Russia che con l’Ucraina. Dall’inizio dell’offensiva russa, il governo ha cercato di mediare.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

“Kick-off Politics” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. L’argomento più caldo analizzato dai redattori di WELT e le date di oggi. Iscriviti al podcast su spotifyE Podcast di AppleE musica amazzonica O direttamente tramite feed RSS.

READ  L'Unione Europea critica i piani di Varosha: Erdogan vuole far rivivere la città fantasma