Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il capo dello staff di Donald Trump ha chiesto un’indagine su uno strano mito sulla frode elettorale

Ci sono molte storie immaginarie su presunte frodi nelle elezioni statunitensi del 2020, ma questa alternativa sembra abbastanza strana. Funziona così: secondo i sostenitori della leggenda del complotto “Italygate”, le macchine per il voto si trovavano in Stati Uniti d’America Influenzato dai satelliti militari italiani. Questa presunta manipolazione ha portato a una vittoria Joe Biden contro Donald Trump Ha contribuito.

Come è ormai noto, questa leggenda aveva i suoi sostenitori anche alla Casa Bianca. Per lo meno, le e-mail mostrano che il capo dello staff del presidente Trump ha contattato il procuratore generale ad interim Jeffrey Rosen in merito alla questione. Secondo i rapporti del “New York Times”, Mark Meadows ha inviato un totale di cinque e-mail a Rosen nel dicembre 2020 e nel gennaio 2021. In una di quelle e-mail, ha chiesto al procuratore generale di aprire un’indagine sul caso Italygate.

Le indagini avrebbero portato legittimità

Con un’indagine così formale, il Dipartimento di Giustizia avrebbe dato una certa legittimità al racconto della cospirazione. Per supportare la sua richiesta, Meadows ha inviato un link a un video di YouTube in cui un ex dipendente della CIA ha commentato “Italiegate”.

Meadows non ci riuscì: il ministro Rosen si rifiutò di aprire un’inchiesta su Italygate o su qualsiasi altro mito del complotto. L’incidente è un’ulteriore prova degli sforzi di Trump di abusare del Dipartimento di Giustizia per i propri scopi. Poiché ha affrontato la resistenza di Rosen, a quanto pare ha pensato di nominare uno dei suoi sostenitori come procuratore generale negli ultimi giorni della sua presidenza.

L’avvocato Jeffrey Clark, secondo un rapporto del New York Times di gennaio, avrebbe fatto vincere illegalmente le elezioni a Trump. Georgia deve aiutare.

READ  Corona tape: Consiglio comunale contro la chiusura dei grandi centri di vaccinazioneتطعيم

Molti americani credono alle favole

Trump e il suo campo hanno ripetutamente affermato che la vittoria di misura dei Democratici nel paese si basava sulla frode. Puoi ascoltarlo in una registrazione audio pubblicata dal Washington Post Come Trump, in una telefonata, ha fatto pressioni sul funzionario elettorale Brad Ravensberger per “trovare” 11.780 voti.

Alla fine, Trump non è stato in grado di fornire alcuna prova a sostegno delle sue affermazioni e tutte le sue azioni legali sono state respinte dai tribunali. Tuttavia, l’ex presidente ha raggiunto gran parte della popolazione con le sue fiabe. Quasi un quarto degli adulti americani Secondo un sondaggio, l’elezione di Trump del 3 novembre 2020 dovrebbe essere stata rubata da voti illegali.

Secondo un sondaggio Reuters/Ipsos condotto dal 17 al 19 maggio, il 53% dei repubblicani crede che Trump sia il “vero presidente”, rispetto al 3% dei democratici e al 25% degli americani. Nel 2007, sono stati intervistati gli adulti, tra cui 909 democratici e 754 repubblicani.

Nel Partito Repubblicano, ora ci sono speculazioni aperte sul ritorno politico di Trump e sul rinnovo della corsa alla Casa Bianca.