Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

I requisiti di etichettatura ora si applicano alle automobili e gli automobilisti dovranno tenerne conto a partire da maggio

I requisiti di etichettatura ora si applicano alle automobili e gli automobilisti dovranno tenerne conto a partire da maggio

  1. Home page
  2. consumatore

Insiste

L’acquisto di un’auto può trasformarsi rapidamente in una trappola dei costi. Per proteggere il clima e il portafoglio è ora in vigore una nuova normativa.

MONACO DI BAVIERA – Molti tedeschi sottovalutano il costo mensile dell’auto. Si arriva a questa conclusione Uno studio condotto dai ricercatori dell’Istituto per la ricerca economica RWI-Leibniz Così come le università di Mannheim e Yale. Secondo questo, le persone hanno uno sconto di oltre il 50% nelle loro stime sull’importo effettivo. I nuovi requisiti di etichettatura dei veicoli mirano a informare accuratamente i consumatori sulle potenziali trappole dei costi.

Fai attenzione quando acquisti un’auto: ecco cosa i consumatori devono sapere sui nuovi requisiti degli adesivi per auto

Il regolamento entrerà in vigore nel febbraio 2024. Al più tardi dal 1° maggio, concessionari e produttori dovranno fornire informazioni precise su consumi ed emissioni. Viene applicato come adesivo direttamente sul veicolo offerto presso il concessionario o altrimenti identificato al momento dell’acquisto online. Concretamente, l’obbligo di etichettatura delle automobili significa supportare i consumatori al momento dell’acquisto di un’auto a livello locale e online.

I nuovi requisiti di etichettatura per le automobili entreranno in vigore all’inizio di maggio 2024. Lo scopo è garantire una maggiore trasparenza al momento dell’acquisto di un’auto. © Zunar/Imago

Le categorie di CO2 codificate per colore mostrano a colpo d’occhio quante emissioni di CO2 emette un veicolo rispetto alle offerte di modelli alternativi, afferma nella sua dichiarazione il Ministero federale per l’economia e la protezione del clima. A differenza dell’etichetta CO₂ sviluppata nel 2011, il peso del veicolo non ha più alcun ruolo. Ciò è stato considerato controverso perché non sono stati presi in considerazione solo i valori di consumo assoluti, ma anche i valori relativi al peso.

READ  Mercedes GLE: tecnologia e ottica aggiornate

Le auto elettriche e ibride ricevono anche informazioni aggiuntive sul consumo energetico e sull’autonomia. Gli ibridi plug-in hanno una classe di CO2 per ciascun motore: una per il funzionamento ibrido e una per il funzionamento con motore a combustione pura. Inoltre, i consumatori dovrebbero essere informati sui costi previsti della CO2 per i prossimi dieci anni, dando loro l’opportunità di scegliere veicoli più rispettosi dell’ambiente ed economici.

La marcatura obbligatoria delle auto garantisce “trasparenza al momento dell’acquisto di un’auto” e rende impossibile l’imbroglio

Secondo BMWK, l’obiettivo è migliorare significativamente l’informazione dei consumatori e altre informazioni importanti. Il ministro federale dell’Economia Robert Habeck (Alleanza 90/Verdi) sostiene i requisiti di etichettatura delle auto: “Il miglioramento dell’etichettatura delle nuove auto porta più trasparenza al momento dell’acquisto di un’auto. In futuro, i valori assoluti di consumo ed emissioni dovrebbero essere determinati sulla base di un criterio più ampio metodo di misurazione del test WLTP preciso.” Realistico.

Quali sono le procedure di test WLTP?

La procedura di test WLTP sta per “Worldwide Harmonized Light Vehicle Test Procedure” ed è una procedura standardizzata per misurare il consumo di carburante e le emissioni dei veicoli. È stato sviluppato per ottenere risultati più realistici rispetto al precedente Nuovo Ciclo di Guida Europeo (NEDC).

A differenza del Nuovo Ciclo di Guida Europeo (NEDC), il metodo WLTP tiene conto di diverse situazioni e condizioni di guida, tra cui velocità più elevate, accelerazioni più rapide e maggiori variazioni nei profili dei binari. Ciò significa che i risultati dei test dovrebbero essere più vicini alle condizioni di guida quotidiane effettive.

fonte: Adak

Con i nuovi requisiti di etichettatura sulle automobili, non sarà più possibile per i produttori imbrogliare sul risparmio di carburante. K Studio del Consiglio internazionale sui trasporti puliti L’ICCT spiega che le auto nuove spesso necessitano di più carburante di quanto specificato dal produttore. Mentre nel 2018 la differenza era pari a circa l’8%, nel 2022 è in realtà aumentata del 14%. Non c’è da meravigliarsi che i consumatori sottovalutino i costi effettivi. (Tutti loro)