Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Lo spirito socialista: la Cina disciplinata organizza le sue stelle nel mercato: come si comportano i professionisti della finanza | newsletter

Di Jörg Belina, Euro am Sonntag

I curricula ben forniti delle scuole cinesi saranno integrati da un altro tema: gli insegnamenti di Xi Jinping aiutano i giovani a sviluppare idee marxiste, spiega il ministero dell’Istruzione cinese. Il presidente cinese Karl Marx è considerato il più grande pensatore dell’era moderna: “Per la Cina, la sua ideologia è uno strumento per vincere il futuro”.

Gli investitori internazionali hanno difficoltà a valutare i recenti sviluppi nel Medio Regno. Il Partito Comunista torna alle sue radici ideologiche? Limita così la libertà di impresa, anche se porta a perdite miliardari sulle borse cinesi?

Una cosa è chiara: un vero tsunami normativo sta attualmente dominando le aziende cinesi. Le società tecnologiche in particolare sono prese di mira dai regolatori. Lo scorso novembre, il colosso dell’e-commerce Alibaba è stato colpito. La prevista offerta pubblica iniziale della controllata Fintech Ant è stata bloccata all’ultimo minuto. Sarebbe stato uno dei più grandi mercati azionari che è apparso per la prima volta nel mondo. Inoltre, la società ha dovuto pagare una multa di 2,3 miliardi di dollari. Si dice che la piattaforma di trading online abbia costretto altri commercianti a offrire i propri prodotti solo tramite Alibaba. Nel giro di un anno, il titolo aveva perso il 43 percento.

L’agente del servizio di autista di Didi è minacciato di una multa più elevata. Poco dopo l’IPO negli USA, le autorità di vigilanza hanno accusato l’azienda di aver violato la raccolta e l’utilizzo di dati personali e vietato l’app Didi a tutti i nuovi clienti. Se Diddy deve pagare, gran parte del reddito dell’IPO andrà perduto, analizza Hagen Ernst di DJE Kapital.

READ  Huawei: HarmonyOS ha già un gran numero di utenti nonostante la mancanza dei servizi Google

E i modelli di business di Tencent non si adattano alla leadership cinese. L’azienda offre videogiochi, tra le altre cose. Questo è stato chiamato “oppio intellettuale” dai media statali. La direzione ha risposto immediatamente alle critiche. D’ora in poi, i giovani potranno giocare solo un’ora durante la settimana e solo due ore nei fine settimana. Per compiacere il governo, Tencent ha donato sette miliardi di euro a cause sociali. Non sarebbe abbastanza. Tencent ha già avvertito gli investitori di ulteriori potenziali requisiti.

Anche le richieste dello Stato alle società educative quotate come TAL, New Oriental o Gaotu sono drastiche. Finora hanno realizzato enormi profitti dai loro corsi di insegnamento online. Ora il governo chiede loro di trasformarsi in organizzazioni senza scopo di lucro. Quindi i prezzi delle azioni delle società di istruzione si sono spostati nel seminterrato. 16 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato sono stati spazzati via, ha scritto l’esperto cinese Ernst in uno studio.

smantellamento di strutture monopolistiche

Secondo le stime degli esperti cinesi, le azioni regolamentari perseguono diversi obiettivi. Il governo vuole il pieno controllo di tutti i dati raccolti in azienda. Quindi è molto critica nei confronti delle offerte pubbliche iniziali di società cinesi all’estero, in particolare negli Stati Uniti, afferma Ernst. La gente teme che i dati cinesi possano essere sfruttati.

“Il governo cinese vuole anche rompere il monopolio di alcune aziende tecnologiche e garantire di nuovo una maggiore concorrenza”, afferma Ingo Beyer von Morgenstern, fondatore della società di analisi Qilin Capital e consulente dell’Acatis Qilin Marco Polo Asia Fund.

Ma soprattutto Pechino vuole correggere sviluppi indesiderati di crescita che da molti anni non venivano più frenati. “I differenziali di reddito nella Cina governata dai comunisti sono alti”, afferma Beyer von Morgenstern. “Il governo vuole più uguaglianza”. Per il presidente cinese, la prosperità condivisa è una componente chiave del socialismo.

READ  Google Maps: la prima funzionalità è finalmente disponibile in Germania

Questo spiega l’attacco alle aziende educative: i loro corsi online costano fino a 50.000 euro all’anno. “Solo le famiglie ben pagate possono permetterselo”, afferma Beyer von Morgenstein. “A causa dei costi di formazione, molte coppie non possono avere un secondo figlio”. Questo non si addice a Pechino. Perché la Cina minaccia di fare peggio degli Stati Uniti in termini di dati demografici a lungo termine.

Anche se i titoli tecnologici cinesi si sono leggermente ripresi negli ultimi giorni, l’attacco normativo non è ancora completo, quindi non si possono escludere ulteriori correzioni. Tuttavia, gli investitori non devono ritirarsi completamente dalle azioni cinesi. Bayer von Morgenstern conclude che “a medio termine, regole chiare e una maggiore concorrenza nei settori interessati dalle normative renderanno i titoli cinesi di nuovo più interessanti”.

Inoltre, gli investitori possono stabilire priorità alternative e investire in ETF che contrassegnano il CSI 300. L’indice è composto da azioni quotate alle borse di Shenzen e Shanghai. I valori della tecnologia sono ponderati solo per il 9% circa. I titoli di consumo rappresentano il 28 percento. Beneficiano del rafforzamento della classe media. Negli ultimi tre mesi, il CSI 300 è cresciuto di circa il 16%. L’Hong Kong Hang Seng Technology Index, che include esclusivamente titoli tecnologici, ha perso il 19% nello stesso periodo.


Informazioni per gli investitori

Per molto tempo, il direttore Bin Shi ha investito con successo più di nove miliardi di euro in società cinesi. In cinque anni, il fondo ha guadagnato il 75%. Tuttavia, la grande ponderazione tra Alibaba e Tencent si è rivelata uno svantaggio finora quest’anno. I loro prezzi sono diminuiti in modo significativo a causa di misure normative. Dall’inizio di gennaio il fondo è sceso del 19 per cento. Gli investitori a lungo termine sono fedeli al manager Shi e scommettono su una ripresa.

L’ETF segue la performance dei 300 titoli più liquidi quotati a Shenzen e Shanghai. Questi includono il China Tourism Group e l’azienda produttrice di alimenti Yili. I titoli tecnologici sono ponderati al 9%, mentre i titoli di consumo sono ponderati al 28%. Il settore finanziario rappresenta il 26%. Negli ultimi tre anni, l’ETF ha guadagnato l’82%; Dall’inizio dell’anno ha perso “solo” il 2 per cento. mix di porcellane a buon mercato per magazzino

________________________________

Fonti di immagini: My Life Graphic/Shutterstock.com, Poly Sky Studio/Shutterstock.com