Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Guerra in Ucraina: la Russia attacca dall’alto la regione di Kiev e Lviv – la Polonia segnala una violazione dello spazio aereo

Guerra in Ucraina: la Russia attacca dall’alto la regione di Kiev e Lviv – la Polonia segnala una violazione dello spazio aereo

al di fuori Guerra in Ucraina

La Russia attacca dall'alto la regione di Kiev e Lviv – La Polonia segnala una violazione del suo spazio aereo

La Russia attacca di notte dal cielo la regione di Kiev e Lviv

Domenica notte, aerei russi hanno lanciato attacchi aerei sulla capitale ucraina, Kiev, e sulla regione di Lviv, nell'ovest del paese. I video sui social mostrano esplosioni nella capitale.

Funzionari ucraini hanno affermato che la capitale ucraina, Kiev, è sotto attacchi aerei russi. Anche la regione di Lviv, nell'ovest del paese, ha segnalato attacchi. Secondo informazioni polacche, durante l'attacco la Russia ha violato brevemente lo spazio aereo dello Stato membro della NATO.

RDomenica notte la Russia ha effettuato attacchi aerei sulla capitale ucraina, Kiev, e sulla regione di Lviv, nella parte occidentale del Paese. “Esplosioni nella capitale. La difesa aerea funziona. “Non lasciate i rifugi”, ha scritto il sindaco di Kiev Vitali Klitschko sul servizio online Telegram. Il governatore della regione di Lviv, Maxim Kositsky, ha riferito di attacchi missilistici sull'area circostante la città di Stry, a sud di Lviv.

Da parte sua, il Comando operativo delle forze armate polacche (RSZ) ha riferito di aver osservato durante la notte “un'intensa attività di aerei a lungo raggio provenienti dalla Federazione Russa”, collegata agli attacchi in Ucraina. Il 24 marzo, alle 4:23, c'è stata una violazione dello spazio aereo polacco con un missile da crociera lanciato quella notte da un aereo russo a lungo raggio, ha scritto lo stato maggiore delle forze armate polacche sulla piattaforma X (ex Twitter). Gli obiettivi degli attacchi erano città nell'Ucraina occidentale. L'oggetto è entrato nello spazio aereo polacco vicino alla città di Osierdow e vi è rimasto per 39 secondi.

Leggi anche

Ha aggiunto che i sistemi radar militari hanno monitorato tutto questo durante il viaggio. Sono state adottate tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza dello spazio aereo polacco. Tra le altre cose furono attivate l'aeronautica polacca e le forze aeree alleate.

L'esercito polacco aveva già scoperto alla fine di dicembre che il suo spazio aereo era stato violato da un missile russo. Il Ministero degli Affari Esteri a Varsavia ha convocato l'Incaricato d'Affari dell'Ambasciata russa e gli ha consegnato una nota di protesta. La Russia ha chiesto spiegazioni sull'incidente di violazione dello spazio aereo e l'immediata cessazione di tali attività.

Allerta meteo in tutta l'Ucraina

Secondo il sindaco di Leopoli Andrei Sadovy, circa 20 missili e sette droni Shahed di fabbricazione iraniana sono stati lanciati nell'area, colpendo infrastrutture critiche.

In precedenza era stato dichiarato un allarme aereo in tutta l’Ucraina per avvisare del lancio di missili da parte degli aerei da combattimento russi Tu-95MS. L'allarme è stato lanciato circa due ore dopo. Alla fine di dicembre, la Russia ha utilizzato gli aerei da combattimento Tu-95MS per lanciare un’ondata di attacchi contro Kiev e altre città ucraine. A quel tempo furono uccise 39 persone.

Leggi anche

Oleksandr, comandante della compagnia dell'unità di intercettazione della brigata

Rete satellitare Starlink

Nelle ultime settimane Russia e Ucraina hanno intensificato i reciproci attacchi aerei. L’Ucraina, che da due anni affronta la guerra di aggressione della Russia e i continui attacchi aerei sulle città ucraine, ha annunciato che avrebbe risposto e spostato le ostilità sul territorio russo.

La Russia ha risposto intensificando i suoi attacchi. Venerdì la Russia ha attaccato le infrastrutture energetiche dell’Ucraina con massicci attacchi missilistici e droni.

READ  Stazioni di servizio senza benzina e gasolio: la Gran Bretagna sta finendo il carburante