Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Guerra di Gaza: Blinken non si aspetta la distruzione di Hamas

Guerra di Gaza: Blinken non si aspetta la distruzione di Hamas

Il governo degli Stati Uniti ha criticato il metodo di guerra israeliano, soprattutto nei confronti della città di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza. Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha detto alla televisione americana che Israele è sul punto di ereditare un’insurrezione che comprende molti combattenti armati di Hamas. C’è anche il rischio di un vuoto derivante dal ritiro delle forze, un vuoto di caos, di anarchia e forse… Da Hamas Viene riempito.

Blinken ha anche affermato che i terroristi di Hamas si sono già spostati in alcune zone del nord del Paese Striscia di Gaza Coloro che Israele aveva precedentemente considerato “liberatori” sono tornati. Il Segretario di Stato americano ha affermato che anche se si verificasse un grave attacco israeliano a Rafah nella Striscia di Gaza, migliaia di sostenitori di Hamas rimarrebbero. Gli Stati Uniti vogliono che Israele presenti un piano per il dopoguerra.

Più morti civili che terroristi

Interrogato, Blinken ha affermato che gli Stati Uniti condividono la valutazione di Israele secondo cui il numero di civili uccisi finora supera quello dei terroristi uccisi nella guerra di Gaza. L’intervistatore si riferiva alla dichiarazione del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu secondo cui l’esercito israeliano ha ucciso finora 14.000 terroristi di Hamas. Netanyahu ha affermato che poiché Hamas ha utilizzato i civili come scudi umani, 16.000 civili sono stati uccisi contemporaneamente. Blinken ha criticato il fatto che Israele abbia adottato misure per alleviare le sofferenze dei civili. Tuttavia, non vengono applicati “coerentemente ed efficacemente”.

READ  Dawn - Vedere gli occhi sul disastro

Altri attacchi a Rafah questo fine settimana

Nonostante le pressioni internazionali e la minaccia americana di sospendere le forniture di armi se Israele lanciasse un massiccio attacco a Rafah, l’esercito israeliano ha continuato i suoi attacchi sulla città durante il fine settimana. Secondo dati israeliani, circa 300.000 persone sono fuggite dalla parte orientale di Rafah. Circa 1,5 milioni di persone si erano precedentemente radunate in città a causa dei combattimenti in altre zone.

Durante il fine settimana, l’esercito israeliano ha emesso nuovi avvisi di evacuazione anche a Jabalia, nel nord della Striscia di Gaza. Secondo fonti israeliane, Hamas sta cercando di ricostruire lì le sue capacità militari. L’esercito israeliano ha effettuato operazioni lì, così come nel quartiere di Al-Situn a Gaza City.

Puoi leggere di più sugli attuali sviluppi della guerra di Gaza nel blog live.