Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Gli Stati Uniti e l’attacco al Campidoglio: Uniti nel disgusto per Trump – Politica

Quando la potente portavoce della Camera Nancy Pelosi ha annunciato la notizia in televisione domenica, non è stata certamente una coincidenza. Il presentatore della ABC George Stephanopoulos le ha dato ogni opportunità chiedendogli di mantenere la tensione per alcune ore. “Ha intenzione di nominare più repubblicani nel comitato, come il membro del Congresso Adam Kinzinger?‘, Stephanopoulos voleva sapere chi fosse Pelosi nel suo programma della ‘settimana’. ‘Questo sarebbe il mio piano’, ha risposto. ‘Quindi quando sarà annunciato? – Pelosi: “Forse dopo aver parlato con Adam Kinzinger.” Entrambi dovrebbero ridere di cuore per un momento.

Adam Kinzinger sarà il secondo membro repubblicano della Commissione d’inchiesta della Camera dei rappresentanti a prendere d’assalto il Campidoglio il 6 gennaio. I lavori dovrebbero iniziare questo martedì. Questo non è un evento insolito solo perché Pelosi sembrava aver preso la sua decisione in pubblico prima di parlare con Kinzinger. Ma il motivo principale è che è stato il presidente democratico della camera a nominare il repubblicano alla carica.

Sarà infatti compito di Kevin McCarthy, leader della minoranza repubblicana, occupare i seggi assegnati al suo gruppo in commissione. L’ho provato anche io. La settimana scorsa ha fatto una lista di cinque nomi. Ma in quella che probabilmente è stata finora un’operazione una tantum Pelosi ha rifiutato a due di loro di unirsi al comitatoJim Banks dell’Indiana e Jim Jordan dell’Ohio.

Entrambi sono strenui difensori dell’ex presidente Donald Trump. Entrambi hanno voluto negli ultimi mesi reinterpretare gli eventi del 6 gennaio come qualcosa che rende Trump e i repubblicani più vittime che conducenti. E come molti dei loro colleghi, entrambi diffondono fedelmente la “Grande bugia”, la grande bugia secondo cui la vittoria elettorale di Trump è stata rubata da un’élite democratica corrotta.

READ  Attacco intenso a Tel Aviv: l'esercito israeliano attacca la casa del leader di Hamas

Domenica, su Banks stava facendo Nancy su Fox News Pelosi responsabile di aver permesso a migliaia di sostenitori di Trump di prendere d’assalto il Campidoglio. Le banche gli hanno chiesto: “Perché il 6 gennaio si è verificata un’interruzione sistematica della sicurezza?” “Alla fine, è lei la responsabile dell’interruzione della sicurezza al Campidoglio il 6 gennaio”.

Cheney esposto ai peggiori attacchi di Trump ات

Non ci sono prove per questo. Tanto più che i capi della sicurezza in carica al Senato e alla Camera dei rappresentanti il ​​6 gennaio sono stati nominati dai repubblicani. Pelosi non aveva praticamente alcuna influenza sul loro lavoro quotidiano. Tuttavia, ora Banks vuole credere di essere stato licenziato da Pelosi al solo scopo di coprire la loro presunta responsabilità.

McCarthy ha immediatamente risposto al rifiuto. Se a Banks e Jordan non sarà permesso di sedere nel comitato, nessuno dei repubblicani da lui proposti parteciperà. C’è stata una breve discussione sul fatto che la commissione d’inchiesta si fosse separata da essa prima di iniziare i suoi lavori.

Ma nominando Kinzinger, Pelosi ha sostenuto la sua richiesta con il suo desiderio di formare un comitato apartitico. Ha inoltre invitato nuovamente i tre restanti rappresentanti nominati da McCarthy a far parte del comitato. Se doveva essere unilaterale in commissione: almeno non doveva essere colpa sua.

“Selezionare i membri che condividono le loro idee preconcette non porterà a un’indagine seria”, ha detto domenica McCarthy. Ma se Jim Banks e Jim Jordan hanno organizzato una “indagine seria” È più che dubbio.

Va detto che McCarthy ha molto da ingoiare prima di fare la sua lista. Perché era Pelosi Completato con successo all’inizio di lugliovincere l’importante repubblicana Liz Cheney del Wyoming in uno degli otto seggi del Comitato Democratico.

READ  Afghanistan: la Germania sospende le espulsioni - Politica

Sul piano sostanziale non dovrebbero esserci sovrapposizioni tra Pelosi e Cheney. È considerata conservatrice almeno quanto suo padre, Dick Cheney, che fu vicepresidente degli Stati Uniti sotto George W. Bush. Il denominatore comune tra Pelosi e Liz Cheney dal 6 gennaio al più tardi è il loro disgusto per Trump. Cheney è la terza repubblicana alla Camera dei Rappresentanti dal 2019. Dopo aver votato per l’impeachment di Trump, Votato a metà maggio Ed è esposto agli attacchi più efferati di Trump e dei suoi colleghi.

Non era diverso per Kenzinger. È venuto al Congresso nel 2011. A quel tempo, ha nuotato nell’onda ultraconservatrice del movimento “Tea Party”. Il suo rapporto con Trump è sempre stato diviso. Tuttavia, è stato solo il 6 gennaio, quando è diventato uno dei volti del movimento anti-Trump tra i repubblicani, che è diventato chiaro quanto fosse profonda la frattura. Come Cheney e solo altri otto repubblicani alla Camera dei rappresentanti, ha votato per mettere sotto accusa Trump. Il suo partito dell’Illinois lo ha ufficialmente rimproverato per la sua decisione.

Ma Kenzinger è un soldato. Dopo gli attacchi dell’11 settembre 2001, si è unito all’aeronautica americana e ha prestato servizio sia in Iraq che in Afghanistan. Sembra che sia pronto a combattere di nuovo. Commentando la sua candidatura, ha detto: “È nostro dovere indagare sul peggior attacco al Campidoglio dal 1814 e assicurarci che nulla di simile accada di nuovo”.

Quando la commissione si riunirà per la prima volta questo martedì, i primi testimoni ad essere ascoltati saranno gli agenti di polizia che quel giorno erano in servizio al Campidoglio. Tra questi c’è Daniel Hodges, che è stato minacciosamente schiacciato dai fan di Trump al Bab. È uno dei circa 140 agenti di polizia, alcuni dei quali sono rimasti gravemente feriti. Sono almeno 140 ragioni per indagare su questa rivolta.

READ  Nuovo fondo: i Verdi in Europa intendono estinguere il debito dell'UE per la protezione del clima