Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Gli esperti vedono un’inversione di tendenza: il mercato immobiliare al collasso manda segnali di vita

Gli esperti vedono un’inversione di tendenza: il mercato immobiliare al collasso manda segnali di vita

Gli esperti vedono un’inversione di tendenza
Il crollo del mercato immobiliare manda segnali di vita

Ascolta il materiale

Questa versione audio è stata creata artificialmente. Maggiori informazioni | Invia la tua opinione

Con lo spostamento dei tassi di interesse, lo scorso anno il mercato immobiliare è praticamente crollato. Gli esperti ora vedono segnali che il fondo è stato raggiunto. Gli obblighi di prestito aumentano nuovamente e i tassi di interesse scendono. Anche la necessità di ristrutturazioni energetiche nelle case più vecchie gioca un ruolo.

Dopo due anni di crisi per chi desidera possedere una casa propria, il settore finanziario ha annunciato i primi segnali di una cauta ripresa del mercato immobiliare privato. Nei primi due mesi di quest'anno gli impegni ipotecari nei confronti della clientela privata sono aumentati leggermente per la prima volta, hanno riferito diversi operatori del mercato. Secondo i dati della Bundesbank, a gennaio in Germania sono stati concessi quasi 14,7 miliardi di euro di prestiti immobiliari privati ​​vincolati agli interessi, il valore più alto da marzo 2023.

Due anni fa, un rapido aumento dei tassi di interesse sui prestiti ha portato al crollo dei mutui ipotecari quasi da un giorno all’altro. Nel primo trimestre del 2022 si è verificato un boom di breve durata in previsione dei prossimi aumenti dei tassi di interesse perché molti acquirenti di case volevano bloccare i tassi di interesse che all’epoca erano ancora bassi. Nel marzo 2022, secondo i dati della Bundesbank tedesca, i clienti privati ​​hanno preso in prestito ipoteche per quasi 32,3 miliardi di euro. Nell’aprile 2022 c’erano già meno di sei miliardi di persone, e all’inizio del 2023 erano solo 12 miliardi. Il tasso di interesse medio annuo è passato dall’1,69% di marzo 2022 al 4,27% dello scorso novembre.

Ora il settore finanziario spera in una svolta: “Dall'inizio dell'anno abbiamo osservato un netto miglioramento nel mercato dei finanziamenti edilizi”, afferma Jörg Utecht, responsabile dell'intermediazione finanziaria Interhyp a Monaco. Secondo Utecht, gennaio 2024 è stato il mese con il maggior numero di ordini di sempre nel settore dei clienti del gruppo. Dopo il picco di novembre, le ipoteche sono tornate ad essere più convenienti. “Da un picco di oltre il 4,2% per i prestiti a dieci anni nel novembre 2023, i tassi di interesse edilizio sono attualmente scesi al 3,55%”, afferma Utecht. “Rispetto allo scorso novembre, attualmente si possono risparmiare decine di migliaia di euro sui costi degli interessi per tutta la durata del prestito.” Interhyp parte dal presupposto che nei prossimi mesi i tassi d'interesse rimarranno intorno al 3,5%.

80 miliardi di potenziale di energia rinnovabile

Non sono solo i tassi d'interesse ad essere diventati di nuovo un po' più convenienti. Allo stesso tempo, le case e gli appartamenti non sono più così costosi. Anche prima che i tassi di interesse scendessero, lo scorso anno i prezzi degli immobili erano crollati. Poiché molti venditori hanno avuto difficoltà a trovare acquirenti, molte case e condomini sono rimasti sul mercato più a lungo e l’offerta è aumentata.

“Anche quest'anno guardiamo al mercato dei finanziamenti per l'edilizia con cauto ottimismo”, afferma un portavoce di Schwäbisch Hall, la più grande associazione di costruzioni tedesca. “Il fondo potrebbe essere stato superato nel finanziamento dell’edilizia”. L’azienda prevede che tassi di interesse relativamente stabili, combinati con un moderato calo dei prezzi immobiliari e un forte aumento degli affitti, motiveranno più persone a comprare nuovamente.

C'è anche un secondo fattore: la necessità di ristrutturazioni energetiche nelle case più vecchie. “Si ritiene che un terzo dei 20 milioni di immobili residenziali in Germania non siano stati ristrutturati dal punto di vista energetico”, afferma il portavoce Schwäbisch Hall. Molti proprietari richiedono anche prestiti a questo scopo. “Si tratta di un potenziale di finanziamento annuo di 80 miliardi di euro”, ha aggiunto.

Interhyp e Schwäbisch Hall non sono le sole: anche le 60 casse di risparmio bavaresi hanno segnalato mercoledì scorso un aumento degli impegni ipotecari nei confronti dei clienti privati ​​nei primi due mesi. “Questo ci rende fiduciosi che ciò possa continuare”, afferma Stefan Prosser, vicepresidente dell'Associazione bavarese delle casse di risparmio. Anche la società di servizi finanziari Hypoport di Lubecca ha registrato nel quarto trimestre cifre in crescita per il suo portale di finanziamento Europece.

READ  Dopo essere stato espulso da Open AI, tornerà subito?