Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Giudizio atteso in Ruanda: da eroe di Hollywood a sospettato di terrorismo

A partire dal: 20/09/2021 00:02 AM

Hollywood ha filmato la storia di Paul Russabgina nell'”Hotel Rwanda” che ha salvato più di 1.000 persone dal genocidio. Ora è processato nel suo stesso paese.

Scritto da Caroline Hoffman, ARD Studio Nairobi

Storia difficile da credere: Paul Rosabagina in realtà voleva volare da Dubai al Burundi nell’agosto dello scorso anno, ma non ci è mai arrivato. L’aereo è invece atterrato a Kigali, la capitale del Ruanda. “Le condizioni erano molto sospette”, afferma Gerd Hankel, avvocato e linguista internazionale dell’Istituto di ricerca sociale di Amburgo. “È stato portato in Ruanda contro la sua volontà. Questo significa che si può dire senza esagerare: è stato rapito. Si pensava fosse stato nella capitale del Burundi Bujumbura, ma in realtà si trovava a Kigali e lì è stato arrestato sul posto .”

Caroline Hoffman
ARD-Studio Nairobi

Rossapgina ha partecipato ad una conferenza stampa, ammanettata. È stato accusato di sostenere e promuovere organizzazioni terroristiche. Gerd Hankel, che ha scritto un libro sul Ruanda, spiega che si tratta “delle milizie che hanno attaccato il Ruanda dall’esterno, dal Congo e dal Burundi e hanno ucciso le stesse persone in Ruanda”. “Si dice che Rusesabagina abbia deliberatamente sostenuto e promosso tutto questo”. Dovrebbe essere l’eroe di cui Hollywood ha raccontato la storia.

Improvvisamente famoso

Nel 1994, Paul Rossabgina ha diretto l'”Hôtel des Mille Collines” a Kigali. Nella primavera dello stesso anno, l’allora presidente ruandese morì quando il suo aereo fu abbattuto da un missile. Ne seguì un’ondata di violenza, con circa un milione di tutsi e hutu moderati che morirono in poche settimane.

READ  Boris Johnson sconvolto dal discorso Onu sul clima: "Kermit aveva torto"

Rusesabagina ha salvato più di 1.200 persone in hotel. Hollywood ha scoperto la sua storia e dieci anni dopo ha prodotto il film di successo “Hotel Rwanda”. Paul Rossapgina è diventato improvvisamente famoso. Ha ricevuto la Medaglia della Libertà dal presidente George W. Bush nel 2005.

Critiche al regime in Ruanda

Il genocidio ruandese si è concluso dopo che l’attuale presidente Paul Kagame e il gruppo ribelle tutsi del Fronte patriottico ruandese hanno marciato dal vicino Uganda e hanno rovesciato l’allora estremista governo hutu. Rospagina ha lasciato il Ruanda e ha vissuto a lungo come tassista in Belgio. Poi è diventato famoso attraverso il film e ha iniziato a parlare politicamente ea criticare il regime in Ruanda. Allo stesso tempo, la sua storia di eroe aveva delle crepe.

E ha alzato la voce dicendo che ha chiesto soldi ai profughi. “Il suo eroismo e ciò che ha fatto di sbagliato sono stati mostrati nel film”, dice dell’ex dipendente dell’hotel, Basa Muenganussi, in un’intervista con The Guardian. ARDStudio di Nairobi ad agosto. “Il film non mostra davvero cosa sia successo. Voleva fare soldi”. Rusesabagina e altre persone salvate lo hanno ripetutamente rifiutato in passato.

Vestito da prigioniero rosa: Paul Rossapgina in viaggio verso il tribunale di Kigali.

Foto: AFP

Tutte queste affermazioni sono difficilmente verificabili. Puoi anche far parte di una campagna contro i critici del regime, come è successo più volte ai membri dell’opposizione ruandese. Alcuni scompaiono o muoiono in circostanze misteriose. Quel che è certo è che Rusabagina è diventata sempre più critica nei confronti del presidente ruandese. Lo accusò di uno stile di leadership autoritario. Poi lui stesso istituì un partito di opposizione chiamato Esercito di Liberazione Nazionale, il suo braccio militare.

Gruppo armato supportato?

Anche questo gruppo armato è stato portato in tribunale. Rosapagina è accusata di sostenerli. negare questo. Ma: “L’accusa di terrorismo non è inaspettata”, afferma Hankel. “Qualche tempo fa, Rusabagina è apparso pubblicamente in un video. In questa clip, ha invitato i ruandesi a sostenere incondizionatamente l’NLA. Dice che questo esercito merita supporto con tutti i mezzi. Questo esercito ha vinto nel 2018/19 nello stesso Ruanda. Raid sono state eseguite, uccidendo nove persone, ferendone molte e provocando gravi danni.

La dichiarazione nel video è semplicemente un’opinione politica, dice Rospagina riguardo alle accuse. Tuttavia, questo è dubbio, come spiega l’esperto ruandese, anche nel caso di un processo costituzionale, sarebbe probabilmente condannato per favoreggiamento in attività terroristiche.

Non aveva difesa libera.

Ma un tale processo non è previsto. Hankel ha criticato che “il rapimento è il primo punto che chiarisce che non ha nulla a che fare con lo stato di diritto”. “Non aveva difesa libera, era trattenuto e monitorato. Lo stato ruandese ha fatto tutto il possibile per portare le misure al risultato desiderato”.

Il verdetto dovrebbe essere annunciato ad agosto. Ma è stato rimandato. Paolo Rosabagina ha 67 anni. Gli osservatori ritengono che probabilmente trascorrerà il resto della sua vita in prigione.