Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Focolaio di corona: è ancora una scienza neutrale?

Opinione epidemia di Corona

È così che funziona la famosa neutralità della scienza?

Johannes Boye commenta gli sforzi degli scienziati che sembrano voler portare la Cina fuori dalla linea di fuoco Johannes Boye commenta gli sforzi degli scienziati che sembrano voler portare la Cina fuori dalla linea di fuoco

Johannes Boye commenta gli sforzi degli scienziati che sembrano voler portare la Cina fuori dalla linea di fuoco

Fonte: Martin UK Lengemann

Da dove viene il corona virus? Scienziati e governi di tutto il mondo si pongono questa domanda. Quindi non sarebbe utile per i ricercatori impegnarsi in una rivista rispettata prima della fine dell’indagine e dare alla Cina un biglietto gratuito.

ioNel febbraio 2020, i ricercatori hanno pubblicato uno straordinario documento su “The Lancet”, una delle riviste mediche più note, una “dichiarazione a sostegno degli scienziati e del personale medico in Cina che combattono contro il Covid-19”: “Insieme condanniamo il forte teorie del complotto che affermano che Covid-19 non è Ha un’origine naturale. Il famoso virologo Christian Drosten ha firmato dalla Germania.

Allo stesso tempo, molti media tedeschi possono leggere “controlli di fatto”, che almeno implicitamente dipingevano come una sciocchezza la teoria secondo cui il Covid-19 proveniva da un laboratorio di virus a Wuhan. Facebook ha persino vietato l’affermazione ai suoi utenti.

Quando si prendono queste decisioni, la piattaforma stessa si rivolge all’Organizzazione mondiale della sanità, dove il documento è stato firmato da importanti ricercatori Bisturi“stavo leggendo.

Leggi anche

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden (a sinistra) vuole sapere esattamente da dove proviene il virus - Il presidente cinese Xi Jinping vuole fermarlo

L’OMS è un’organizzazione dominata dalla Cina e non è affatto imparziale. Indimenticabile è una video intervista di marzo 2020 in cui un medico canadese dell’Organizzazione mondiale della sanità finge di avere problemi con il computer per non dover rispondere a domande su Taiwan.

Su richiesta, il professor Drosten mi scrive: “La suddetta dichiarazione non chiede, direttamente o indirettamente, di astenersi da indagini scientifiche sulle cause del Covid-19”. È vero, non è stata fatta alcuna richiesta diretta. Drosten afferma in modo credibile nella sua risposta che considera personalmente essenziali le informazioni scientifiche sull’origine del virus.

Ma ovviamente il discorso pubblico è chiaramente diretto, se non affatto vincolato, se in una fase iniziale della pandemia i principali ricercatori di diversi paesi hanno presentato una possibilità precedentemente discussa in un’importante rivista sulle teorie della cospirazione.

Leggi anche

Guardie di sicurezza fuori dall'Istituto di virologia di Wuhan

buona pubblicazione La rivista americana “Vanity Fair” ha condotto una lunga ricercaDi conseguenza, la Dichiarazione di Solidarietà firmata da Drosten è in gran parte dovuta allo zoologo anglo-americano Peter Daszak. La rivista mette in dubbio la sua indipendenza: Daszak era in precedenza responsabile del fatto che il laboratorio cinese di Wuhan ricevesse denaro da contratti di ricerca statunitensi per la parte ora controversa della ricerca sui virus.

Quell’anno Daszak tornò in Cina. Ora fa parte di un gruppo di ricerca in parte organizzato dall’Organizzazione mondiale della sanità. Ha lo scopo di raccogliere informazioni sull’epidemia. È così che funziona la famosa e decantata neutralità della scienza?

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per interagire con o visualizzare contenuti di terze parti, abbiamo bisogno del tuo consenso.

READ  Corona e sole: come i raggi UV influenzano il processo di lesione