Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Ex poliziotto dichiarato colpevole: la difesa chiede la libertà vigilata nel processo a George Floyd

Ex poliziotto riconosciuto colpevole
La difesa chiede la libertà vigilata nel processo a George Floyd

Una giuria ha incriminato Derek Chauvin, l’ex ufficiale di polizia che ha ucciso l’afroamericano George Floyd, con l’omicidio. Il commercio all’ingrosso è ora in fase di negoziazione. Mentre l’accusa chiede 30 anni di carcere, la difesa chiede la sospensione della pena.

Al processo per l’omicidio dell’afroamericano George Floyd, la difesa ha chiesto una sospensione della pena per l’ex ufficiale di polizia bianco condannato Derek Chauvin. Inoltre, Chauvin riceverà una pena detentiva scontata con custodia cautelare, secondo una richiesta pubblicata da un tribunale di Minneapolis dall’avvocato Eric Nelson. Il pm, invece, chiede 30 anni di carcere per Chauvin. Lo giustificava con la particolare gravità dell’atto, che il giudice Peter Cahill aveva già ammesso. La sentenza è prevista per il 25 giugno.

Nelson ha dichiarato che il suo cliente non aveva precedenti penali. L’ex agente di polizia non ha dovuto affrontare problemi legali fino al suo arresto. Ha lavorato sodo e ha vissuto una vita rispettosa della legge. L’avvocato ha anche giustificato la richiesta di sospensione della pena dicendo che l’aspettativa di vita degli agenti di polizia è più breve e che Chauvin in carcere potrebbe essere bersaglio di attacchi. I pubblici ministeri hanno affermato che la lunga condanna “tiene conto degli effetti profondi del comportamento dell’imputato sulla vittima, sulla famiglia della vittima e sulla società”.

Una giuria ha dichiarato Chauvin colpevole di omicidio di secondo grado, tra l’altro, alla fine di aprile. La morte violenta di Floyd il 25 maggio 2020 durante un’operazione di polizia a Minneapolis ha scatenato manifestazioni contro il razzismo e la violenza della polizia negli Stati Uniti. I video documentano come gli agenti di polizia hanno spinto a terra l’uomo disarmato. Chauvin premette il ginocchio sul collo di Floyd per nove minuti mentre Floyd lo pregava di lasciarlo respirare. Floyd svenne e morì. Gli agenti lo hanno arrestato con l’accusa di aver pagato una banconota da 20 dollari falsificata.

READ  Quasi 100 morti nell'attacco nel nord del Burkina Faso