Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Epidemia di corona virus nell’Asia orientale più di 20mila anni fa? – Pratica la guarigione

Precedenti infezioni di massa con il Coronavirus

Sembra che ci sia stata un’epidemia di Coronavirus più di 20.000 anni fa, ed è stata limitata all’Asia orientale e ha portato a un cambiamento significativo negli esiti della popolazione lì. Questa scoperta si basa su un’attuale analisi evolutiva dei set di dati del genoma umano, che ha rivelato importanti cambiamenti genetici nelle persone nell’Asia orientale.

Più di 20.000 anni fa, c’era un’epidemia virale nell’Asia orientale che includeva virus corona che interagivano con i geni umani, secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Adelaide. Lo studio corrispondente è stato pubblicato sul server di prestampa inglese di Life SciencesPurexif“È stato rilasciato.

Conosci i rischi futuri

I genomi umani contengono importanti informazioni evolutive che possono risalire a decine di migliaia di anni fa. I ricercatori spiegano che attraverso l’analisi evolutiva dei set genomici, è possibile identificare i virus che hanno colpito i nostri antenati in quella che sembrava essere l’immortalità, consentendo di trarre conclusioni sui virus che hanno un potenziale epidemiologico futuro.

Virus corona più di 20.000 anni fa?

Gli esperti del settore hanno applicato l’analisi evolutiva ai set di dati genomici umani al fine di identificare importanti eventi di selezione che influenzano la genetica umana. Sulla base dei cambiamenti in dieci geni selezionati che interagiscono con i virus corona (incluso SARS-CoV-2), diventa chiaro che i virus potrebbero essere apparsi più di 20.000 anni fa.

L’epidemia ha colpito solo le persone dell’Asia orientale

Tuttavia, questi eventi adattivi erano limitati agli antenati degli asiatici orientali. Secondo gli esperti, una sorta di corsa agli armamenti con un antico Coronavirus o un altro virus che si è verificato utilizzando interazioni simili come i corona virus con ospiti umani potrebbe verificarsi negli antenati degli asiatici orientali.

READ  Vitamina D: dalla carenza all'eccesso di offerta - c'è il rischio di danni alla salute

Differenze nella suscettibilità genetica alle epidemie di virus?

Il gruppo di ricerca ha affermato che apprendendo di più sugli antichi nemici dei virus umani, è possibile anticipare meglio potenziali epidemie future. Ad esempio, l’attuale studio mostra che i coronavirus nell’Asia orientale sono stati sotto pressione dalla selezione virale per migliaia di anni e l’Asia orientale è l’origine geografica di molte recenti epidemie di coronavirus, come spiega il team.

Il team afferma che è anche importante che l’adattamento a precedenti epidemie virali in alcuni gruppi umani non implichi necessariamente una differenza di suscettibilità tra diversi gruppi umani. Il caso dell’attuale studio di COVID-19, ad esempio, indica la schiacciante influenza dei fattori socioeconomici. (Ad esempio)

Informazioni sull’autore e sulla fonte

Questo testo è conforme ai requisiti della letteratura medica specializzata, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato esaminato da professionisti medici.

Gonfiato:

  • Yassin Soelme, M Elise Lauterber, Ray Tobler, Christian de Hooper, Angad S Jawhar et al.: Un’antica epidemia virale che coinvolge geni di interazione del coronavirus ospite più di 20.000 anni fa in Asia orientale, BioRxiv (veröffentlicht 13.01.2021), Purexif

nota importante:
Questo articolo è solo una guida generale e non deve essere utilizzato per l’autodiagnosi o l’automedicazione. Non può sostituire una visita dal medico.