Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Eintracht Frankfurt: SGE ha bisogno di un nuovo inizio prima dello scontro – con l’allenatore Adi Hütter

  • A partire dalIngo Dorstowitz

    Vicino

Nonostante il palco che circonda Adi Hütter, l’Eintracht deve raccogliere tutte le forze per la corsa finale alla Champions League – insieme all’allenatore.

FRANCOFORTE – I preparativi per la penultima gara di Bundesliga da allenatore dell’Eintracht Francoforte non sono certo una cosa naturale per Adi Huter. No, il 51enne ha subito un bel colpo nei giorni scorsi, niente di buono o costruttivo, e il downgrade programmato del rating da quattro a cinque, quindi fuori dai ranghi della Champions League è legato alla sua persona, quasi esclusivamente.

Eintracht Frankfurt: Hutter si è reso vulnerabile

Fuori, alle porte dello stadio inaccessibile nella giungla cittadina, scoppiò una tempesta di malcontento. Se i fan dovessero votare se l’austriaco dovrebbe essere rilasciato dalle sue funzioni due giorni prima della fine della stagione, il tasso di approvazione sarebbe più o meno lo stesso di Peter Fischer nelle elezioni presidenziali regolari, circa il 99%. Giusto o no, non è più una questione di gente comune. L’austriaco si è reso vulnerabile e sembra molto infelice: basta.

Questa è una situazione insolita per Adi Hütter, l’insegnante di calcio, che appare spesso allegramente in pubblico e ha spesso lasciato un successo importante o addirittura storico nella sua carriera. A Berna, gli Young Boys hanno dato il loro primo titolo iridato dopo 32 anni come addio. La gente giaceva ai piedi di Addie Hooter.

In piedi, signor Trapp: anche il portiere dell’Eintracht deve affrontare una sfida.

© Jan Huebner

È così che l’ha progettato a Francoforte. Ma a volte il pio desiderio e la realtà non sono d’accordo. È molto probabile che quattro settimane fa, quando ha annunciato che avrebbe preferito guidare il Borussia Monchengladbach in futuro, non ha nemmeno iniziato ad aspettarsi che la sua squadra avrebbe segnato solo una vittoria nelle quattro partite successive e avrebbe perso otto punti contro la propria. inseguitori. Borussia Dortmund. Scenario horror horror. A quel tempo, i funzionari erano anche cautamente ottimisti sul fatto che l’imminente cambio di esposto non avrebbe scosso le fondamenta della squadra per il momento. Hanno persino costruito un ponte d’oro per l’allenatore uscente e temprato la sua parola rotta (“resto”), dopo tutto, ha detto che era nel migliore interesse del club per non causare problemi. In effetti, i funzionari non erano molto contenti.

READ  Olympia 2022 - Biathlon: oggi a Pechino a caccia di uomini in diretta tv, in diretta e in diretta video

Eintracht Francoforte: pullman a bordo

Ora mancano ancora due partite, dieci giorni alla finale contro l’SC Freiburg – fino ad allora, la squadra deve almeno mantenere viva la speranza residua della prima classe e soprattutto la partita di sabato a Sang und Klangloss retrocessa in quarta divisione FC Lo Schalke di tutti ha vinto un premio, che nella situazione attuale sembra più facile di quanto non sia nella realtà. Questo è un compito che può rivelare una riserva addormentata di risate: se vincono gli Hessiani, allora questa è la cosa più naturale del mondo. Se lasciato, l’albero brucerà brillantemente.

Quindi è ora consigliabile impegnare la squadra nelle ultime partite, ovvero iniziare una nuova mini-partenza poco prima della finale. Questo è possibile solo con l’allenatore, e si vede, anche se non è solo un’anatra zoppa, ma ha anche perso credibilità e statura. Ma senza alcun segno da parte della squadra che ritenga che una maggiore collaborazione con l’allenatore sia cruciale, Adi Hütter è a bordo, per quanto debole possa essere.

Quindi sarebbe consigliabile che i funzionari cercassero una conversazione confidenziale con lui per spiegargli finalmente qual è la posta in gioco e cosa si aspettano da lui ora. Perché è chiaro che il comportamento di Hütter e le dichiarazioni estremamente goffe (“Non io”, “Forse la squadra ha giocato al di sopra delle loro possibilità”) non soddisfacevano i maestri del circolo dirigenziale.

A questo proposito, è una buona idea chiedere all’ostinato allenatore una spiegazione sul motivo per cui ha costantemente lasciato in panchina il giocatore di differenza Amine Younes. Non per Coach Zone Radio, ma per ottenere una risposta ragionevole e allo stesso tempo chiarirgli che stai monitorando da vicino le sue interazioni con Yunus. Anche internamente nessuno capisce di essere ignorato.

READ  EM 2021: "I carri armati tedeschi distruggono un blocco difensivo" - rassegne stampa sulla vittoria del Portogallo

Tale scambio deve essere inevitabilmente stimolato da uno dei membri del consiglio che entrerà in carica dopo il 30 giugno e che è interessato all’associazione. Quindi il portavoce del consiglio Axel Heilmann o il CFO Oliver Frankenbach, che è anche responsabile delle questioni calcistiche nel grande tempo libero nella gestione dello sport.

Quindi ci deve essere una spinta dall’esterno, un segno alla squadra che non lo lasci andare, ma vuoi cogliere le poche possibilità della Champions League. Qualsiasi altra cosa sarebbe stata trascurata.

Eintracht Frankfurt: la squadra ha un dovere

E anche la squadra ha un obbligo, perché ritardare la partenza dell’allenatore è perché l’unica causa di slittamento sarebbe molto a buon mercato. Dirigenti come Kevin Trapp, Martin Hinterger, Makoto Hasebe e Sebastian Rudd devono cambiare la squadra, a dimostrazione del fatto che la squadra di Maines e il suo entourage sono stati recentemente più rumorosi e più impegnati. Mancavano impulsi dentro e fuori nell’Eintracht, che poco prima del gol sembrava stranamente poco sentimentale. Proprio ora i professionisti esperti devono organizzare ciò che vogliono regolamentare ma non hanno. Devono sopportare la pressione insieme e sviluppare una nuova mentalità da caccia. Non resta molto tempo.

Forse l’allenatore dovrebbe mostrare più fuoco e coraggio negli ultimi metri. Alla fine sembrava completamente distaccato. Non è meno della sua buona reputazione a Francoforte, che ha costruito con un lavoro eccezionale in tre anni e minaccia di giocare d’azzardo in sei settimane. (Ingo Durstowitz)