Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Ecco come si vaccinano gli europei contro il Corona

unIl 27 agosto 2020 la Commissione dell’Unione Europea ha firmato il primo contratto per la fornitura di vaccini contro il coronavirus. Ho ordinato 300 milioni di lattine di AstraZeneca (AZ), con altri 100 milioni in opzione. Il produttore svedese-britannico sembrava essere in vantaggio nella corsa alla vaccinazione in quel momento, ideale perché non voleva fare soldi con un vaccino contro il Covid. Meno di un anno dopo, la Commissione europea apprende che stanno assumendo vaccini mRNA da BioNTech/Pfizer E Moderna avrebbe dovuto essere assicurata prima – e AZ scopre che molte cose sono andate storte con la campagna di vaccinazione, nonostante il vaccino altamente efficace.

Tuttavia, la controversia su un vaccino nella prima metà del 2020 si è ampiamente placata. La domanda se io Forse la risposta migliore per non ottenere il vaccino contro il Covid è “sì e no”. In ogni caso, non si discute più. Oggi si discute sulla vaccinazione obbligatoria diretta o indiretta, sulle sensazioni e sui rischi della vaccinazione per il breve e rumoroso silenzio del Comitato Permanente sulla vaccinazione. Tutti questi argomenti sono la migliore prova che sembrano esserci molti vaccini che non sono più così pochi, almeno in Germania e altrove in Europa. La Commissione dell’Unione europea ha riferito due settimane fa che l’obiettivo fissato dal suo presidente Ursula von der Leyen era stato raggiunto vaccinando il 70% degli adulti nell’Unione europea entro la fine di luglio. Almeno questo è vero per la prima dose: secondo le ultime informazioni dell’autorità sanitaria dell’Unione Europea ECDC, il 73,4% è stato vaccinato per la prima volta; Il 61,1% degli adulti ha una protezione completa dalla vaccinazione.

READ  Creatività dell'elicottero di Marte: anche il terzo volo ha avuto successo, prime foto a colori

Tuttavia, le differenze tra i singoli Stati membri sono significative. Mentre in otto paesi – Irlanda, Malta, Danimarca, Paesi Bassi, Belgio, Spagna, Francia e Finlandia – almeno l’80% degli adulti viene vaccinato per la prima volta, probabilmente in Germania ci sono ancora troppi oppositori della vaccinazione per arrivare a questo . modificato. Sicuramente non sarai catturato dai nuovi numeri di Istituto Robert Koch Lasciati impressionare, poiché 8.715 persone su oltre 44 milioni di persone vaccinate in Germania sono state infettate e 808 hanno dovuto essere ricoverate in ospedale.

In alcuni paesi dell’UE (non è vero che), non tutte le persone che vogliono essere vaccinate sono effettivamente vaccinate. Il tasso di vaccinazione in Bulgaria è solo del 17% degli adulti e in Romania del 32%. La ragione di ciò è che fino a quest’anno questi paesi credevano in vaccini mRNA particolarmente efficaci, ma anche relativamente costosi, di BioNTech/Pfizer e Moderno Per poterne fare a meno, e quindi ricevere un vaccino ben al di sotto della media UE. La seconda ragione è che una percentuale particolarmente piccola del vaccino somministrato è stata effettivamente somministrata. L’esempio dell’Ungheria mostra che il volume delle nascite non consente di trarre conclusioni dirette sul tasso di vaccinazione. Ad ogni individuo sono state somministrate più di due dosi del vaccino. Il motivo è che l’Ungheria non solo ha utilizzato gli ordini dell’Unione europea, ma ha anche richiesto alla Cina e alla Russia. D’altro canto, il tasso di vaccinazione ungherese rientra nella media UE.