Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Le diete antinfiammatorie riducono il rischio di cancro

Getty Images

Una dieta antinfiammatoria si concentra su cibi integrali e non trasformati.

Diversi studi dimostrano che questo tipo di dieta può ridurre il rischio di malattie cardiache e cancro.

Questo tipo di dieta permette di mangiare molti cibi ricchi di nutrienti come salmone, frutti di bosco e noci.

Negli ultimi anni, la scienza è diventata sempre più chiaramente consapevole di quanto l’infiammazione possa essere pericolosa per il corpo. Sono stati collegati ad alcune malattie mortali, tra cui alcune Granchi e il morbo di Alzheimer. Le infezioni croniche sono spesso trattate con steroidi o farmaci antinfiammatori come l’ibuprofene o integratori alimentari. Tuttavia, recenti ricerche mostrano che la dieta è uno dei migliori trattamenti e prevenzioni.

Che cos’è una dieta antinfiammatoria?

“L’infiammazione non è sempre una cosa negativa. Il nostro corpo usa l’infiammazione come segnale per guarire”, afferma il medico di famiglia. Mary Riker dall’Università dell’Arizona. Questo può essere osservato, ad esempio, quando una ferita infetta diventa rossa e si gonfia.

Tuttavia, se l’infiammazione è cronica, può portare a malattie gravi come cancro e malattie cardiache, diabetico e crisi condurre. È qui che entra in gioco la dieta antinfiammatoria. Si dice che riduca l’infiammazione cronica nel corpo. Perché il sistema immunitario è sempre in allerta e questo può eventualmente danneggiare o indebolire tessuti e cellule normali. Calmando l’infiammazione, puoi mitigare questo danno e quindi ridurre il rischio di malattia.

Quali cibi dovresti mangiare

La dieta antinfiammatoria è meno di una dieta restrittiva e più di una guida. Mangiare molti cibi ricchi di nutrienti, non trasformati o minimamente lavorati e molte verdure, in modo simile dieta mediterranea o il La dieta DASHRiker dice.

Dovresti anche portare la spesa con te Antiossidanti (Come la vitamina C nelle arance o il licopene nei pomodori). Certo, non devi rinunciare completamente agli alimenti che stimolano l’infiammazione, ma dovrebbero essere mangiati solo in piccole quantità.

Ecco alcuni alimenti consigliati per una dieta antinfiammatoria:

  • pesce grassoAcidi grassi Omega-3 in questi alimenti: salmone, sardine e sgombro, per esempio Proprietà antinfiammatorie Sono essenziali per bilanciare gli acidi grassi omega-6 causare infiammazione capacità.
  • olio d’oliva originaleL’olio extra vergine di oliva contiene uno speciale composto chiamato oleocantale che gli è simile effetto antinfiammatorio Proprio come ha fatto l’ibuprofene.
  • Cavoletti di Bruxelles, broccoli, peperoni e frutta come kiwi e aranceRicco di vitamina C: Numerosi studi È stato scoperto che la vitamina C può ridurre alcune sostanze nel corpo che causano l’infiammazione, comprese le proteine ​​​​C altamente reattive e l’interleuchina-6.
  • Noccioline: I ricercatori hanno scoperto che i nutrienti presenti nelle noci, come gli acidi grassi omega-3, gli antiossidanti e il magnesio, contribuiscono a… ridurre l’infiammazione può contribuire.
  • Bacca Mirtilli, cranberries, more, lamponi e fragole in particolare: uno pubblicato sull’International Journal of Molecular Sciences studio Ho scoperto che le bacche contengono composti che riducono l’infiammazione e malattia del cuore Prevenire e ridurre il rischio di alcuni tipi di cancro.
  • pomodori: avere spesso Ricercatori È stato scoperto che il licopene contenuto nei pomodori è un efficace agente antinfiammatorio che può aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari. Tuttavia, gli scienziati stanno ancora cercando di capire esattamente come il licopene aiuti a ridurre l’infiammazione.

Cibi da evitare

Tuttavia, ci sono anche alimenti che possono favorire l’infiammazione nel corpo che dovrebbero essere evitati. Questo cibo dovrebbe essere evitato:

  • carboidrati trasformati
  • Carne rossa grassa
  • cibi fritti
  • bevande zuccherate
  • alcol

Rieker afferma che la dieta antinfiammatoria è sana e sicura per la maggior parte delle persone. È relativamente facile da mantenere e dovrebbe essere mantenuto per tutta la vita per ottenere i migliori risultati, afferma Riker. Per ridurre con successo l’infiammazione, è necessario modificare il proprio stile di vita. Devi cambiare la tua dieta a lungo termine, non solo per tre-sei mesi”.

Leggi anche

Questo testo è stato tradotto dall’inglese da Hendrickje Rudnick. Puoi trovare l’originale quaggiù.

READ  Coronavirus grave nonostante la vaccinazione: cosa devi sapere sull'impatto dell'ADE